Articoli

Vela Olimpica - Mondiale Laser Standard maschile day 5

20200216 53Al Mondiale Laser di Melbourne è il terzultimo giorno, e come previsto per recuperare l'annullamento del quarto giorno sono state corse tre regate con vento forte a 18-20 nodi e notevole onda corta verticale. Una giornata decisamente impegnativa dal punto di vista fisico per i 131 atleti da 45 nazioni, che al rientro a terra erano visibilmente esausti.
Dopo 9 prove totali è sempre al comando della classifica generale il tedesco Philipp Buhl (2-3-5 di giornata) che scarta addirittura un 5° come peggior risultato finora, ma gli resiste il francese Jean Baptiste Bernaz con 4 punti di distacco (BFD/squalifica per partenza anticipata con bandiera nera -1-3 di giornata). Al terzo posto l'australiano Matt Wearn (4-8-2). Dal quarto al decimo posto classifica molto corta che coinvolge anche due medaglie di Rio 2016 come il croato Tonci Stipanovic e il neozelandese Sam Meech.
Vittime illustri di squalifiche per partenze anticipate con bandiera nera (segnalazione che comporta la squalifica dalla prova incriminata) sono due ex medaglie olimpiche come Pavlos Kontides e Robert Scheidt, oltre al citato Bernaz, che adesso non ha più scarti possibili nelle prossime cinque regate fino al termine del campionato.
Nella giornata di vento gli azzurri perdono qualche posizione in generale: nella flotta Gold troviamo al 29° Alessio Spadoni (CC Aniene) (12-37-22 di giornata), al 32° Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle) (23-28-37) e al 41° Gianmarco Planchestainer (39-39-35).
Nella flotta Silver: 43° Marco Gallo (17-18-38 di flotta) e 68° Nicolò Villa (22-33-36).
Infine nella flotta Bronze: 86° Giacomo Musone (5-9-9 di flotta).

Leggi tutto: Vela Olimpica - Mondiale Laser Standard maschile day 5

Bissaro e Frascari chiudono con un buon 5° il Mondiale Nacra 17 in Australia

20200216 52Conclusi in Australia nella baia di Geelong i Mondiali delle tre discipline acrobatiche della vela olimpica, in una giornata nuvolosa e fredda con vento oscillante da 8 a 18 nodi. Tante regate per tutte le flotte, programma rispettato e pomeriggio con le tre Medal Race finalissime tra i primi 10 di ogni classifica che hanno assegnato i titoli mondiali e i podi.
La caratteristica più evidente in questa giornata finale è stata la presenza in mare di numerosissime meduse di varie dimensioni, praticamente impossibile evitarle, una presenza che si è sommata a quella delle alghe viste nei giorni scorsi e ha reso insidioso il campo di regata.

NACRA 17 (CATAMARANO MISTO)
Il finale non ha portato gioie alla vela azzurra: avevamo i campioni del mondo in carica ancora in corsa per il podio, ma Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre) e Maelle Frascari (CC Aniene) sono incappati in una giornata poco brillante nelle due manche del mattino (14-16, nella prima hanno anche subito una collisione, per fortuna senza conseguenze per la barca e l'equipaggio) e hanno affrontato la Medal Race (conclusa con un ottimo 4° posto) senza la possibilità aritmetica del podio. Hanno chiuso al 5° posto il Mondiale: un ottimo risultato pur con l'amarezza di veder sfumare una possibile medaglia.
Il titolo è stato vinto in volata dagli inglesi John Gimson e Anna Burnet, davanti a due equipaggi australiani, i fratelli Nathan (oro a Londra 2012 e argento a Rio 2016 nel 49er) e Haylee Outteridge e Jason Waterhouse con Lisa Darmanin (argento a Rio 2016 nel Nacra 17), in piena selezione olimpica tra loro.
Dal canto loro, gli altri azzurri Ruggero Tita (Fiamme Gialle) e Caterina Banti (CC Aniene), hanno confermato il 18° posto finale nonostante una buona regata conclusiva del campionato (27-3 le loro due ultime manche).

Leggi tutto: Bissaro e Frascari chiudono con un buon 5° il Mondiale Nacra 17 in Australia

Day 5, vento insufficiente, niente regate a Geelong

20200216 51Con l'abbandono delle tre prove si fa più dura per gli azzurri
Programma e orari di sabato 15: due prove di flotta al mattino e Medal Race pomeriggio
Nacra 17: quarti Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, a 1 punto dal podio.
Ruggero Tita e Caterina Banti al 17°, caccia alla Medal Race
49er FX: 22° Carlotta Omari e Matilda Distefano nella Finale Gold.
30° Alexandra Stalder e Silvia Speri; 36° Margherita Porro e Sveva Carraro
Si ferma sul più bello, il Mondiale delle discipline olimpiche acrobatiche in Australia. Il passaggio di un fronte perturbato porta nuvole, pioggia e assenza quasi totale di vento, nonostante l'attesa e le ripetute misurazioni sui campi di gara, alla fine il Comitato di Regata è stato costretto a issare le bandiere AP su A, che indicano "nessuna regata per oggi".

L'abbandono del penultimo giorno fa saltare anche le tre prove previste, riducendo il numero di regate da cinque a tre, più la finalissima Medal Race tra i primi 10 della classifica. Si riducono le possibilità di rimonta per chi era più indietro nella graduatoria, e si accorciano i tempi per recuperare i punti preziosi. In particolare, guardando al catamarano misto Nacra 17, dove l'Italia difende il doppio titolo Mondiale conquistato nel 2018 e 2019.

Leggi tutto: Day 5, vento insufficiente, niente regate a Geelong

Mondiale Laser Standard maschile day 3

20200214 53Terzo giorno di regate a Melbourne per il Mondiale del singolo olimpico maschile Laser Standard, si sono chiuse le Qualifiche con due prove per tutte le batterie e sono state definite le flotte per i tre giorni Finali.Bilancio positivo per l'Italia che piazza tre timonieri nella flotta dei migliori 42, e rabbia perché per un soffio potevano essere quattro.
Giornata di sole pallido, fresco e vento termico da Sud-Sud-Est tra 10 e 15 nodi. Dopo sei prove totali, la classifica ai primi tre posti è immutata e incorona il tedesco Philipp Buhl grande protagonista finora, con quattro primi e un secondo (1-2 di giornata). Al secondo posto brilla il francese Jean Baptiste Bernaz a sua volta con quattro vittorie di manche (4-1 di giornata), mentre al terzo il croato Tonci Stipanovic (argento a Rio 2016) resiste agli attacchi degli inseguitori(6-1), a cominciare dal timoniere di casa Matt Wearn (2-11) già selezionato a rappresentare l'Australia in questa classe alle Olimpiadi.
In ripresa al 7° il neozelandese Sam Meech (bronzo a Rio 2016), solo 27° l'australiano Tom Burton, medaglia d'oro e iridato in carica, 29° il leggendario brasiliano Robert Scheidt (5 medaglie olimpiche in una carriera indimenticabile).

Leggi tutto: Mondiale Laser Standard maschile day 3

Domenica favorevole per il Campionato Invernale d'altura di Roma

20200213 56Giornata spettacolare sul litorale romano per la tappa del XXXIX Campionato Invernale d'altura di Roma, l'evento sportivo velico organizzato dal Circolo Velico Fiumicino sotto l'egida della FIV che coinvolte circa 1000 atleti. Il vento da Sud est è salito da 8 fino a circa 15 nodi permettendo di disputare ben divertenti ed agguerrite prove, dove il piacere di navigare ha animato tutti gli 80 equipaggi in gara. Nella classifica a tempi compensati con sistema IRC, è stata Purchipetola, l'Ampex 30 di Domenico Rega, a dominare entrambe le prove nei Crociera, seguita costantemente dal Sun Fast 32 Panta Rei di Giovanni Carusio, mentre si sono alternati in terza posizione il Suffier SC 800 Lysitheadi Roberto Bocci e Ummagumma, il Grand Soleil 37 di Antonello Stellato. Risultati confermati anche nella classifica a tempi compensati ORC con ancora il dominio di Domenico Rega. Combattuta la conquista della vetta della classifica nella categoria Regata, dove sono presenti le imbarcazioni più competitive. Il vento intorno ai 10 nodi della prima prova della giornata ha dato ragione all'Elan 40 "Tevere Remo Fergiva" di Carlo Di Carlo, con due minuti di distacco sull'X-332 Sport "No Fix" di Carlo Colabucci che riesce a tagliare per primo il traguardo nella seconda prova del giorno con rating IRC. L'alternanza di posizioni fra le due viene interrotta da Mart D'Este che riesce a mettere a segno un secondo posto nell'ultima prova. Nella classifica ORC, è Angelo Lobinu con Geex a sbaragliare i concorrenti, concludendo entrambe le prove in prima posizione e allungando le distanze da No Fix sulla classifica generale.

Leggi tutto: Domenica favorevole per il Campionato Invernale d'altura di Roma

Vela Olimpica - Day 4 terzo giorno di regate

20200214 52Sole velato, vento a intermittenza e regate difficili nei campi di gara di Corio Bay fuori Geelong per i tre Mondiali delle discipline olimpiche acrobatiche della vela: il vento leggero del mattino da Est-Nord-Est, con il quale hanno corso all'inizio i catamarani Nacra 17 e i 49er FX femminili, è ruotato nel corso della giornata fino a stabilizzarsi da Sud-Sud-Est a 10-14 nodi per i 49er maschili e le restanti regate.
Mentre i catamarani misti foiling proseguono il Mondiale con la flotta di 34 barche, per gli FX femminili prime Finali con flotta divisa in Gold e Silver, e per i 49er anche Bronze. Su quasi tutti i campi di regata sta emergendo sempre più il problema della presenza di molte alghe, che come vedremo possono influire anche sui risultati. Ecco l'andamento della giornata e gli azzurri.
NACRA 17 (CATAMARANO MISTO)
Balzo al comando per Nathan Outteridge, il timoniere già oro a Londra 2012 e argento e Rio 2016 sul 49er, nonchè protagonista in Coppa America, che corre con la sorella Haylee a prua, grazie alla regolarità che pare l'elemento decisivo di questo Mondiale (9-9-2 i piazzamenti di giornata). Al terzo posto gli altri australiani Jason Waterhouse e Lisa Darmanin (argento Nacra 17 a Rio 2016, prima dell'introduzione dei foil) (2-12-9): tra questi equipaggi è battaglia accesa nella selezione che porterà uno dei due a Tokyo 2020. In mezzo, al secondo posto, sempre gli inglesi John Gimson e Anna Burnet (27-7-7)

Leggi tutto: Vela Olimpica - Day 4 terzo giorno di regate

Vela Olimpica - Day 3 secondo giorno di regate

20200213 55Benvenuti in Australia: eccola la giornata-tipo che tutti si aspettano nella Corio Bay davanti a Geelong: sole e brezza termica robusta sui 18-20 nodi! L'evento che riunisce i tre Mondiali delle discipline acrobatiche della vela olimpica: 49er (skiff maschile), FX (skiff femminile) e Nacra 17 (catamarano misto) vive il secondo giorno di regate, tutte le flotte portano a sei il totale delle manche disputate. Le classifiche prendono un primo volto, anche se i campionati sono ancora lunghi, si chiude la fase delle Qualifiche e iniziano le Finali.
Per gli equipaggi azzurri una giornata intensa in saliscendi, ecco la situazione nelle discipline.

NACRA 17 (CATAMARANO MISTO)
La coppia britannica John Gimson e Anna Burnett (come annunciato sono già selezionati per Tokyo 2020) continua un dominio notevole, anche se scivola nella terza manche del giorno (1-1-20), ed è avvicinata dai fratelli australiani Nathan e Haylee Outteridge (17-2-2). I due di testa sembrano avere un altro passo, ma hanno entrambi accumulato una brutta prova da scartare. Al terzo posto un po' staccati salgono i francesi Quentin Delapierre e Manon Audinet (a loro volta selezionati per Tokyo 2020) (6-6-8).

Leggi tutto: Vela Olimpica - Day 3 secondo giorno di regate

free joomla templatesjoomla templates
2020  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio