Articoli

Yoann Richomme announced as Skipper for Mirpuri Foundation Racing Team

20200205 57Yoann Richomme announced as Skipper for Mirpuri Foundation Racing Team's 2021 The Ocean Race campaign
• French sailor Yoann Richomme (36) to skipper 2021 Mirpuri Foundation Racing Team Ocean Race entry
● Round the world race one of the toughest tests of human endeavour
● Ocean Race welcomes more than 2.5 million visitors to race villages and attracts over 6 billion viewers globally
● Entry backed by The Mirpuri Foundation and Hi Fly Airline to take message of sustainability – Racing for the Planet – around the world
● Team continues to set preparation benchmark for 2021-22 race
● Recommended to the Mirpuri Foundation by team advisors and reigning Ocean Race winners, Bruno Dubois and Charles Caudrelier
● Richomme described by Bruno Dubois as 'the most exciting sailor on the market'
● Sailors invited to apply for 2020 testing and practice race programme ahead of 2021 race start
● For more information, visit www.mirpurifoundation.org/
● Watch the official video here: https://youtu.be/Af74U3oIzm8

Tuesday 4th February 2020, Lisbon, Portugal

The Mirpuri Foundation Racing Team has today announced that Yoann Richomme will skipper the team's 'Racing for the Planet' boat in the 2021 edition of The Ocean Race, the world's longest and toughest sporting event.

Lasting for over nine months and spanning the breadth of the globe, the Ocean Race is a truly international event and has caught the imagination of sailors, adventurers and sportsmen for the past five decades. In recent years the race has taken up the mantle as an award-winning force for change on sustainability issues, with the Mirpuri Foundation acting as the official sustainability partner on the previous edition as part of a global movement against plastic pollution.

A highly-regarded sailor in the French ocean racing scene, Richomme's recent victories include the 2018 Route du Rhum and his second La Solitaire du Figaro triumph in June 2019.

Richomme started his career in crew racing while studying naval architecture at the University of Southampton. He raced with a student team in the Tour de France à la voile for the four years of his study before returning to his native France.

Moving to Lorient; the spiritual home of French ocean racing, Richomme fully immersed himself in the culture of French offshore racing which has produced legends of the sport including Eric Tabarly, Loïck Peyron, Jérémie Beyou, and previous Ocean Race winners Franck Cammas and Charles Caudrelier.

With his winning reputation secured in the world of single and double-handed racing, Richomme now returns to crewed racing in pursuit of the greatest prize the sport has to offer – victory at the Ocean Race.

The Ocean Race is renowned as the toughest sporting event in the world, with the best sailors on the planet battling the elements in a test of teamwork, skill and individual endurance.

The start of the race in the Autumn of 2021 kicks off nine months and 45,000 nautical miles of the closest, with sailors experiencing lack of sleep, physical exertion, fear, no fresh food, no privacy - it provides a unique test of human endurance.

Last edition, The Ocean Race visited 12 iconic Host Cities on six continents – welcoming more than 2.5 million visitors to Race Villages around the world and attracted over 6 billion viewers globally.

Richomme (36) was recommended for the role by reigning Ocean Race champions, Bruno Dubois and Charles Caudrelier, who are advisors to Paulo Mirpuri and the Mirpuri Foundation Racing Team.

Bruno Dubois said: "I knew right away that Yoann was top of my list for the next race. Yoann's recent race wins speak for themselves. From his base in Lorient, he is racing in the ocean up to 200 days of the year. He has the natural feel for how to make a boat fast and also the technical skill to make best use of the data and manage his team. He is without a doubt the most exciting sailor on the market right now."

Richomme will take the helm of the 'Racing for the Planet' VO65 entry of the Mirpuri Foundation Racing Team. Class rules dictate that all VO65 entries be identical, bringing the skill and daring of the sailors to the forefront of the racing.

Yoann Richomme said: "I am very proud to be appointed to skipper the Mirpuri Foundation Racing Team in the Ocean Race. Winning this race has been a goal of mine for a long time and I am ready to take on this challenge."

"I have great respect for the message that the Mirpuri Foundation Racing Team is bringing around the world. As a father, I want to pass this beautiful planet on to my daughter and the next generation. We are racing for the planet and each small step forward can make a big difference."

"We have one of the greatest assets that any successful team needs – time. With the boat already in the water, 2020 will be our year to trial different sailors and team configurations in order to select the very best team. We will also enter some practice races this year and begin our preparations in earnest, so we know we will arrive at the start line with a team capable of winning the race"

Having tested the waters in 2018 with involvement in the Turn the Tide on Plastic entry, 2021 marks the first full team entry for the Mirpuri Foundation in a race which is respected by fans around the world as the pinnacle of crewed offshore racing.

Paulo Mirpuri, Mirpuri Foundation Racing Team Owner said: "I am delighted to welcome Yoann to the Mirpuri Foundation Racing Team. We are fortunate to have Bruno and Charles advising us on how to build the very best team. Their knowledge and insight is the best in the world and I tasked them with finding a skipper who can take our boat and lead it to victory in 2021."

"In Yoann, they have seen someone who has the rare balance of a skilled sailor and patient leader with an eye for the finest detail. I am already impressed with his approach and his mindset. We will do all we can to empower him to assemble a race-winning team and to lead the way in bringing our message, 'Racing for the Planet' around the globe."

With its skipper secured, the team begins its 2020 sailing programme in earnest. The team is inviting resumés from sailors around the world who believe they have what it takes to compete in the toughest race in the world. The team will begin testing potential team members in the coming months before embarking on their practice race outings before the end of the year.

The Ocean Race torna ad Auckland

20191206 51Mentre The Ocean Race si avvicina al suo cinquantesimo anniversario, annuncia che tornerà ad Auckland per la dodicesima volta. Ciò significa che la regata ha visitato la città neozelandese conosciuta proprio come la City of Sails in tutte le edizioni, salvo una.
"E' un gran piacere per me confermare che The Ocean Race tornerà ad Auckland nell'edizione 2021-22." Ha dichiarato Richard Brisius, Race Chairman di The Ocean Race.
"Consideriamo Auckland come la culla, la casa spirituale della regata con una lunga storia costruita grazie a velisti kiwi leggendari e vincitori della regata come Sir Peter Blake e Grant Dalton, e che ora brilla per giovani del calibro di Peter Burling, Blair Tuke e Bianca Cook.
Ogni volta che torniamo qui, vediamo i fan neozelandesi che celebrano con così tanta passione i migliori velisti del mondo, il grande lavoro che fanno per realizzare i loro sogni e le loro ambizioni nella The Ocean Race, e a loro volta i velisti apprezzano la calda ospitalità che ricevono ad Auckland, prima di ripartire per affrontare una delle più grandi sfide: la navigazione negli oceani meridionali."
Lo stopover di Auckland infatti anticipa una delle tappe più dure della regata. La flotta esce dalle acque protette del Golfo di Hauraki per spingersi a sud, passando fra l'Antartide e il Sud America, con il celeberrimo Capo Horn.

Leggi tutto: The Ocean Race torna ad Auckland

Città del Capo torna come sede di tappa della Ocean Race per la dodicesima volta

20191127 01The Ocean Race torna a Città del Capo

The Ocean Race tornerà a visitare Città del Capo per la dodicesima volta quando la grande sfida del giro del mondo a vela farà nuovamente tappa in Sud Africa nell’edizione 2021-22

Città del Capo è stata una sede iconica della regata fin dalla prima edizione nel 1973, avendo accolto la flotta in ogni edizione, salvo in due occasioni. Nessun’altra località ha questo record e la prossima sarà l’ottava volta consecutiva per Città del Capo, che rappresenta il cancello di entrata per le tappe del grande sud.

Guardate il video 

“E’ un annuncio molto positivo da fare.” Ha detto Johan Salen, Managing Director di The Ocean Race. “I nostri fan, i team, i velisti e tutti gli stakeholder considerano a tappa di Città del Capo una delle loro preferite. La città ha una lunga storia nella Ocean Race ed è sempre stata la porta verso gli oceani meridionali, un posto ideale per prepararsi alle dure tappe del sud, che sono il vero cuore pulsante della regata.”

La città di Città del Capo accoglie con entusiasmo il ritorno di The Ocean Race.  “La Ocean Race è uno degli eventi più prestigiosi del mondo e siamo molto felici che torni a Città del Capo.” Ha dichiarato il sindaco Dan Plato. “Essere sede di tappa della regata non solo mette in luce la bellezza naturale della nostra città, ma ci permette anche di mettere in evidenza un altro aspetto: una industria nautica di successo che crea migliaia di posti di lavoro con un significativo impatto economico, che rende Città del Capo una tappa perfetta. Speriamo di ricevere i partecipanti al meglio, quando dovranno ricaricare le batterie prima delle successive, impegnative tappe.”

Leggi tutto: Città del Capo torna come sede di tappa della Ocean Race per la dodicesima volta

Itajaí torna come sede di tappa The Ocean Race

20191021 51The Ocean Race 2021-22 farà tappa a Itajaí, in Brasile. Sarà la quarta volta consecutiva che la località della costa di Santa Catarina ospiterà il giro del mondo a vela in equipaggio.
Nell'edizione 2017-18, Itajaí è stato uno degli stopover più visitati con oltre 440.000 persone presenti nel Race Village alla conclusione della tappa dell'Oceano Meridionale.
E i fan avevano una ragione in più per essere presenti in massa, dato che l'olimpionica brasiliana Martine Grael partecipava per la prima volta al giro del mondo.
"E' fantastico tornare a Itajaí, dopo tre tappe di successo nelle edizioni precedenti," ha detto Richard Brisius, presidente di The Ocean Race. "Nel 2018, vedere il calore con cui gli appassionati locali hanno accolto Martine Grael ci ha ricordato cosa la vela, e The Ocean Race rappresentino per i nostri fan in Brasile."
"Sono molto felice di sapere che The Ocean Race tornerà a Itajaí. E' una bellissima notizia per i velisti brasiliani e per i fan della regata." Ha dichiarato Torben Grael, il brasiliano cinque volte medaglia olimpica che condusse alla vittoria Ericsson 4 nell'edizione 2008-09 di The Ocean Race, e che ora fa parte del comitato esecutivo della federazione mondiale della vela World Sailing.
Nel 2018 Grael, che è l'atleta olimpico brasiliano più decorato della storia, fu uno dei primi ad accogliere nel Race Village la figlia Martine all'arrivo della tappa dell'oceano meridionale, toccando con mano la passione generata dalla regata. "Con un possibile team brasiliano nella prossima regata, l'interesse potrebbe crescere ulteriormente." Ha dichiarato Torben Grael, che fu anche skipper di Brasil 1 nella regata 2005-06.
"The Ocean Race è diventata una delle maggiori attrattive per Itajaí, non solo per i visitatori locali, ma anche a livello nazionale e internazionale." Ha spiegato Volnei Morastoni, sindaco di Itajaí."L'impatto economico generato dalla scorsa edizione è cresciuto del 28% rispetto alle precedenti e faremo in modo di continuare su questa strada."
Itajaí aderì alle politiche di sostenibilità ambientale della regata contro l'uso di plastica monouso, evitando il consumo di 300.000 bicchieri di plastica nel Race Village e successivamente ha applicato misure simili ad altri eventi nella città e nella regione, creando un'eredità sostenibile duratura.
"E' una fonte di ispirazione vedere che le nostre iniziative di sostenibilità durano nel tempo, creando un impatto lungo e significativo." Ha detto Johan Salén, Managing Director di The Ocean Race.
La prossima edizione di The Ocean Race partirà dal porto spagnolo di Alicante, nell'autunno del 2021 e si concluderà a Genova nel giugno 2022, una prima volta storica per l'Italia. La rotta completa sarà confermata nelle prossime settimane. Itajaì in Brasile va ad aggiungersi ad Aarhus in Danimarca, a L'Aja in Olanda come sede di tappa insieme a Capo Verde che sarà la prima località dell'Africa occidentale nella storia a ospitare la regata.
Carla Anselmi

Sarà Genova a ospitare il Gran Finale di The Ocean Race 2021-22

20190924 55Genova sarà sede della finale della prossima edizione di The Ocean Race. Sarà dunque la prima volta che il giro del mondo, la più dura regata in equipaggio del pianeta, visiterà l'Italia, come annunciato oggi in un'affollata conferenza stampa.
La scelta di Genova, una delle città italiane dalla più lunga e ricca tradizione marittima per ospitare il Gran Finale di The Ocean Race nel giugno 2022, consentirà alla regata di arrivare a un nuovo pubblico. Fin dall'epoca precedente a Cristoforo Colombo, Genova, è stata considerata come uno dei porti più importanti d'Europa, e continua ad essere la capitale velica italiana.
"Portare la Ocean Race in Italia è molto significativo e rappresenta un'opportunità di coinvolgere il pubblico di tutti i paesi del sud Europa, che seguono con grande passione eventi sportivi di alto livello." Ha detto Richard Brisius, presidente di The Ocean Race. "Nella città di Genova abbiamo trovato un partner che condivide la nostra stessa ambizione di creare un futuro sostenibile e molti dei valori della regata, come il lavoro di squadra e la tecnologia, rispettando al tempo stesso il suo grande patrimonio marittimo."

Leggi tutto: Sarà Genova a ospitare il Gran Finale di The Ocean Race 2021-22

The Ocean Race 2021-22 farà tappa a Itajaí, in Brasile.

20191018 05

Itajaí torna come sede di tappa The Ocean Race. La località brasiliana ospiterà ancora la flotta di The Ocean Race nel 2021-22

Sarà la quarta volta consecutiva che la località della costa di Santa Catarina ospiterà il giro del mondo a vela in equipaggio. 

Nell’edizione 2017-18, Itajaí è stato uno degli stopover più visitati con oltre 440.000 persone presenti nel Race Village alla conclusione della tappa dell’Oceano Meridionale.

E i fan avevano una ragione in più per essere presenti in massa, dato che l’olimpionica brasiliana Martine Grael partecipava per la prima volta al giro del mondo.

“E’ fantastico tornare a Itajaí, dopo tre tappe di successo nelle edizioni precedenti,” ha detto Richard Brisius, presidente di The Ocean Race. “Nel 2018, vedere il calore con cui gli appassionati locali hanno accolto Martine Grael ci ha ricordato cosa la vela, e The Ocean Race rappresentino per i nostri fan in Brasile.“

“Sono molto felice di sapere che The Ocean Race tornerà a Itajaí. E’ una bellissima notizia per i velisti brasiliani e per i fan della regata.” Ha dichiarato Torben Grael, il brasiliano cinque volte medaglia olimpica che condusse alla vittoria  Ericsson 4 nell’edizione 2008-09 di The Ocean Race, e che ora fa parte del comitato esecutivo della federazione mondiale della vela World Sailing.

Nel 2018 Grael, che è l’atleta olimpico brasiliano più decorato della storia, fu uno dei primi ad accogliere nel Race Village la figlia Martine all’arrivo della tappa dell’oceano meridionale, toccando con mano la passione generata dalla regata. “Con un possibile team brasiliano nella prossima regata, l’interesse potrebbe crescere ulteriormente.” Ha dichiarato Torben Grael, che fu anche skipper di Brasil 1 nella regata 2005-06.

“The Ocean Race è diventata una delle maggiori attrattive per Itajaí, non solo per i visitatori locali, ma anche a livello nazionale e internazionale.” Ha spiegato Volnei Morastoni, sindaco di Itajaí.“L’impatto economico generato dalla scorsa edizione è cresciuto del 28% rispetto alle precedenti e faremo in modo di continuare su questa strada.”

Itajaí aderì alle politiche di sostenibilità ambientale della regata contro l’uso di plastica monouso, evitando il consumo di 300.000 bicchieri di plastica nel Race Village e successivamente ha applicato misure simili ad altri eventi nella città e nella regione, creando un’eredità sostenibile duratura.

“E’ una fonte di ispirazione vedere che le nostre iniziative di sostenibilità durano nel tempo, creando un impatto lungo e significativo.” Ha detto Johan Salén, Managing Director di The Ocean Race.

La prossima edizione di The Ocean Race partirà dal porto spagnolo di Alicante, nell’autunno del 2021 e si concluderà a Genova nel giugno 2022, una prima volta storica per l’Italia. La rotta completa sarà confermata nelle prossime settimane. Itajaì in Brasile va ad aggiungersi ad Aarhus in Danimarca, a L’Aja in Olanda come sede di tappa insieme a Capo Verde che sarà la prima località dell’Africa occidentale nella storia a ospitare la regata.

 

Aarhus confirmed as Host City for The Ocean Race 2021-22

20190901 52The Ocean Race will come to Aarhus, Denmark during the spring of 2022, following a popular 'Fly-By' of the city during the final leg of the 2017-18 edition of the Race.
The success of the Fly-By, where the fleet raced into the inner harbour of Aarhus port and around a turning mark in front of tens of thousands of fans, cemented the popularity of The Ocean Race in Denmark and made Aarhus a natural choice as the first ever Danish Host City for the next race.
Richard Brisius and Johan Salén, co-owners of The Ocean Race, see long-term opportunities for all stakeholders with the selection of Aarhus as a Host City.
"The Ocean Race has long had significant ties to Denmark, with sailors, race and team partners and sponsors and of course, the successful Fly-By in the last race," said Richard Brisius. "We now have an opportunity to strengthen those bonds even further going forward. The passion of the people of Aarhus, combined with the city's experience of organising international events, will create the perfect atmosphere for the best sailors in the world.
"Aarhus is a modern, innovative city, with strong historical ties to the ocean and to sailing – as we saw when this same facility hosted the Sailing World Championships last year. Through the talent of great young sailors like Nicolai Sehested and Jena Mai Hansen, who competed in the last edition of the Race, plus veterans such as Jens Dolmer and Stig Westergaard, Denmark has long played an important role in the Race."
"As the partnership with The Ocean Race demonstrates beyond a shadow of a doubt, Aarhus has achieved an absolutely unique position as a world-class arena for international sailing events," said Jacob Bundsgaard, the Mayor of Aarhus. "When The Ocean Race docks in Aarhus in 2022, we can look forward to an epic sporting event for maritime Denmark and a fantastic celebration on the waterfront in Aarhus for everyone."
The Mayor of Sports, Culture and Citizens' Services, Rabih Azad-Ahmad, said: "It is absolutely amazing that The Ocean Race is coming to Aarhus. It is an event that is followed worldwide and is a great opportunity to showcase our beautiful city and bay. I am sure that The Ocean Race in Aarhus will set the stage for a huge maritime celebration with exciting experiences for the city's citizens and guests. We will use the opportunity to focus on sustainability and increase awareness of this important matter."
Lars Lundov, CEO of Sport Event Denmark, the national sporting event organisation that partners with major events across Denmark, added: "Aarhus has marked itself as Denmark's leading Host City for major international sailing events. Last summer, the very successful World Sailing Championships for all Olympic classes were held here, and now we look forward to The Ocean Race in 2021-22, where we will continue to focus on sustainability."
For The Ocean Race, sustainability has long been a core value and has become an even bigger focus for the event looking forward. In 2017-18, the Race helped to spark a global movement against plastic waste, and a comprehensive sustainability initiative aims to educate and inspire millions around the world to make positive changes.
"In the last edition of the Race, our groundbreaking and award-winning Sustainability Programme set new standards for how a sporting event can engage its fans and stakeholders in attacking the problem of plastic pollution and restoring ocean health," said The Ocean Race's Johan Salén.
"I believe that by working in partnership with our Host Cities like Aarhus, as well as all of our stakeholders, we will be able to raise the bar even higher to ensure that our sport retains a leadership role in this critical area."
Aarhus joins the Start Port of Alicante, Spain as confirmed Host Cities of The Ocean Race 2021-22, with more announcements expected in the coming weeks.

free joomla templatesjoomla templates
2020  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio