Articoli

Russian Bogatyrs si conferma campione della Russian Cup

20190912 51Malcesine (Verona), 8 settembre 2019 - Si è conclusa quest'oggi sul campo di regata di Malcesine l'edizione 2019 della Russian Cup, evento che fa da prologo alla settimana dedicata al Campionato Europeo per la flotta Melges 20.
L'unica prova odierna disputata in un meteo quasi invernale stravolge la classifica generale: Russian Bogatyrs di Igor Rytov agguanta un prezioso secondo posto nella prova vinta dal connazionale Pirogovo e, al contempo, si aggiudica la vittoria finale nella Russian Cup confermando il titolo conquistato lo scorso anno a Cagliari.
Il team di Igor Rytov aggiunge così un'altra perla alla propria ormai infinita collezione di successi, il tutto in una stagione che lo ha visto dominare la serie europea della Melges World League e detenere tutt'ora il numero 1 della ranking mondiale.
Russian Bogatyrs si presenta così al via dell'atteso Melges 20 European Championship nel modo migliore per provare a difendere anche la corona continentale conquistata due anni fa sul campo di regata di Sebenico.
Molto buoni i segnali che arrivano dalla flotta azzurra che sfiora il successo con il veterano Camay di Lauro Bonora (pt. 15), secondo in classifica a solo un punto dal vincitore. Il gradino più basso del podio va al team russo di Alex Team di Alexander Mikhaylih (pt. 17) mentre la top five è completata da altri due team russi: Meduza di Pavel Grachev (pt. 19) e Russotrans di Yuri Morozov (pt.20).
Tutti gli eventi europei Melges World League contano sul supporto di Helly Hansen, North Sails, Tiirenia, Quantum Sails, Garmin Marine, La Thuile, Rocket Performance, Revi Trento Doc, Loison Pasticceri dal 1938, Rigoni di Asiago, Dai Dai, Norda, XPouf, Le Formiche di Fabio Vettori, boutique hotel Rifugio Azul (Minorca) e Rifugio hotel Lilla (La Thuile) e One Ocean; nonché del contributo diretto dei Team Partners UYN grazie a Brontolo e G3Bau Sailing Team; l'Enoteca e Camarca Caffè grazie a Fra Martina Sailing Team.
Gli appuntamenti di Malcesine contano sul supporto della Fraglia Vela Malcesine, Comune di Malcesine, Falconeri, Funivia Malcesine Monte Baldo, Speck Stube, Cassa Rurale Alto Garda, Frantoi Redoro.
Melges Europe e Melges World League sostengono e promuovono fortemente il messaggio di One Ocean Foundation avendo sottoscritto il codice di comportamento della Charta Smeralda adottato in ogni ambito delle proprie attività ed eventi.

Una classifica cortissima alla Melges 20 Russian Cup

20190908 58Malcesine (Verona), 7 settembre 2019 - Si è aperta quest'oggi sul campo di regata di Malcesine la due giorni dedicata alla Melges 20 Russian Cup, regata che precede la settimana dedicata al più importante evento della stagione continentale per la flotta Melges 20: il Campionato Europeo 2019 che si disputerà la prossima settimana (dal 10 al 14 settembre) sempre sul campo di regata gardesano.
Una classifica cortissima (con i primi 7 team racchiusi in solo 5 punti) emerge dalla due prove disputate quest' oggi (una con vento da nord e una con vento opposto) che descrivono una volta di più il grande equilibrio che regna all'interno della flotta Melges 20. La vetta è attualmente occupata dal russo Meduza di Pavel Grachec (pt. 9) che si impone nella prima prova di giornata dettando così subito il proprio ritmo all'interno della flotta. Meduza precede (a paripunti) il connazionale Russottrans di Yury Morozov (4 e 5 i suoi parziali) e il detentore del titolo Russian Bogatyrs di Igor Rytov (pt. 12 con un bullet nella seconda prova) a sua volta pari punti con il primo dei "non russi", il veterano italiano Camay di Lauro Bonora (5 e 7 i parziali).
Camay interrompe per il momento il dominio della flotta russa nella top five precedendo di un solo punto Alex Team di Alexander Mikhaylik.
Domani il Melges 20 Russian Cup proseguirà con la giornata che definirà il nuovo Campione russo nonché il vincitore del titolo Open.
Tutti gli eventi europei Melges World League contano sul supporto di Helly Hansen, North Sails, Tiirenia, Quantum Sails, Garmin Marine, La Thuile, Rocket Performance, Revi Trento Doc, Loison Pasticceri dal 1938, Rigoni di Asiago, Dai Dai, Norda, XPouf, Le Formiche di Fabio Vettori, boutique hotel Rifugio Azul (Minorca) e Rifugio hotel Lilla (La Thuile) e One Ocean; nonché del contributo diretto dei Team Partners UYN grazie a Brontolo e G3Bau Sailing Team; l'Enoteca e Camarca Caffè grazie a Fra Martina Sailing Team.
Gli appuntamenti di Malcesine contano sul supporto della Fraglia Vela Malcesine, Comune di Malcesine, Falconeri, Funivia Malcesine Monte Baldo, Speck Stube, Cassa Rurale Alto Garda, Frantoi Redoro.
Melges Europe e Melges World League sostengono e promuovono fortemente il messaggio di One Ocean Foundation avendo sottoscritto il codice di comportamento della Charta Smeralda adottato in ogni ambito delle proprie attività ed eventi.

Un settembre di fuoco per la Classe Melges 20

20190908 54Malcesine (Verona), 6 settembre 2019 - Il mese di settembre si presenta come il periodo agonisticamente più infuocato per la flotta continentale Melges 20 che, nell'arco di due fine settimana consecutivi, assegnerà due titoli nonché punti pesanti per la ranking mondiale della Melges World League.
L'epilogo della stagione europea Melges 20 inizierà nella due giorni del 7 e 8 settembre sul campo di regata della Fraglia Vela Malcesine dove si regaterà nell'ambito del Russian Open 2019 sulla cui linea di partenza saranno presenti tutti i top team russi che si confronteranno con il "resto del continente"; una sfida che ha un valore particolare soprattutto sulla strada che porta all'atteso European Championship 2019 che si disputerà pochi giorni dopo (dal 11 al 14) sulla stesso campo di regata.
In entrambi gli eventi tutti gli aspiranti al successo hanno un solo nome da battere, quello di Russian Bogatyrs di Igor Rytov che si presenta al via di questo doppio fine settimana nel ruolo di vincitore dell'ultima edizione del Russian Open (Cagliari 2018) e di Campione Europeo in carica (titolo conquistato a Sebenico nel 2017). Lo stesso Rytov è anche il recente vincitore del circuito europeo della Melges World League nonché numero 1 della ranking mondiale di classe. Numeri che da soli danno la dimensione della forza e obiettivi dell'equipaggio di Rytov.
Molti i team che sono accreditati del potenziale adeguato per provare a spezzare la "magia" del team di Rytov che fa della costanza di prestazioni e grande esperienza le armi per conquistare altri successi. Il Russian Open 2019 offrirà ovviamente diversi incroci da "derby" tra i team appartenenti alla nutrita e competitiva flotta russa.
Questo evento varrà anche come warm up per il successivo European Championship dove i nomi dei pretendenti allo scettro europeo sono diversi e rispondono ai nomi del veterano e connazionale del campione in carica Nika di Vladimir Prosikhin cui si aggiungono, solo per citarne alcune, le candidature di diritto da parte di Brontolo Racing di Filippo Pacinotti (già vice campione del mondo e vincitore del circuito europeo 2018) Mascalzone Latino Jr. di Achille Onorato (anch'egli già vicecampione del mondo 2014), Boogie 2.0 dell'Argentino Pierluigi Giannattassio (una delle sorprese più esplosive della stagione in corso con il successo nella tappa di Puntaldia) così come sulla stessa linea si pongono le ambizioni del team corinthian Siderval di Marco Giannini (che si presenta la via delle regate di Malcesine con il titolo europeo corinthian da difendere ma soprattutto con il successo assoluto nell'ultima tappa Melges World League di Riva del Garda). Al Melges 20 European Championship saranno 10 le Nazioni rappresentate (Russia, Principato di Monaco, Stati Uniti, Giappone, Svezia, Repubblica Ceca, Argentina, Gran Bretagna, Polonia, Italia).
Tutti gli eventi europei Melges World League contano sul supporto di Helly Hansen, North Sails, Tiirenia, Quantum Sails, Garmin Marine, La Thuile, Rocket Performance, Revi Trento Doc, Loison Pasticceri dal 1938, Rigoni di Asiago, Dai Dai, Norda, XPouf, Le Formiche di Fabio Vettori, boutique hotel Rifugio Azul (Minorca) e Rifugio hotel Lilla (La Thuile) e One Ocean; nonché del contributo diretto dei Team Partners UYN grazie a Brontolo e G3Bau Sailing Team; l'Enoteca e Camarca Caffè grazie a Fra Martina Sailing Team.
Gli appuntamenti di Malcesine contano sul supporto della Fraglia Vela Malcesine, Comune di Malcesine, Falconeri, Funivia Malcesine Monte Baldo, Speck Stube, Cassa Rurale Alto Garda, Frantoi Redoro.
Melges Europe e Melges World League sostengono e promuovono fortemente il messaggio di One Ocean Foundation avendo sottoscritto il codice di comportamento della Charta Smeralda adottato in ogni ambito delle proprie attività ed eventi.

Russian Bogatyrs si riprende la Melges World League European Division. La tappa di Riva del Garda al team corinthian di Siderval

20190717 53Riva del Garda, 14 luglio 2019 – Si è conclusa quest'oggi, con la disputa delle ultime tre prove della tappa di Riva del Garda, la serie europea 2019 della Melges 20 World League in cui sono stati scritti due capitoli che corrispondono a due record nella storia della Classe.
Russian Bogatyrs di Igor Rytov torna a riappropriarsi dello scettro di Campione del circuito europeo (impresa mai riuscita a nessun team Melges 20 prima), dopo il successo del 2017, strappandolo di mano al detentore 2018 Brontolo Racing di Filippo Pacinotti che conclude la propria stagione confermandosi tra i top five, quarto, appena ai piedi del podio.
Questo risultato conferma la straordinaria forza dell'equipaggio di Rytov, uno dei veterani della classe, che aggiunge così una nuova perla alla propria ricca bacheca di trofei conquistati nella classe. Russian Bogaryrs consolida altresì la propria leadership nella ranking mondiale di classe con ancora 6 eventi da disputare nel corso della stagione internazionale.
L'altro record che giunge dal campo di regata di Riva del Garda è quello che appartiene a Siderval, il team tutto corinthian di Marco Giannini, Eleonora Colussi, Marco ed Enzio Savoini che si aggiudicano di forza la tappa dominata dal primo all'ultimo giorno. Un risultato storico perché nessun team corinthian, nella lunga storia della flotta, aveva mai conquistato il primo posto di una tappa Melges 20. Siderval può gioire non solo per il gradino più alto ottenuto nella tappa di Riva del Garda ma anche per uno straordinario argento finale alle spalle di Russian Bogatyrs nella classifica finale del circuito continentale che vede il team argentino di Boggie 2.0 di Pierluigi Giannattasio chiudere al terzo posto (a pari punti con Siderval).
Quarto posto per Brontolo Racing e quinto per Pirogovo di Alexandr Ezhkov.
La classifica di tappa vede sul podio, al secondo posto Russian Bogatyrs che così conclude una serie strepitosa fatta di due successi e due secondi posti nelle tappe di Villasimius (primo), Puntaldia (secondo), Marina di Scarlino (primo) mentre Brontolo Racing ottiene il terzo gradino con una regata tutta in rimonta.
Igor Rytov – " Siamo felicissimi di essere riusciti a riconquistare il titolo ottenuto nel 2017 grazie a una grande costanza di rendimento. Pensiamo che in una classe come questa sia fondamentale riuscire a regatare sempre in maniera pulita senza cercare troppi rischi perché alla fine è la costanza che premia e dà i maggior frutti. Ora il nostro obiettivo è mantenere alta la concentrazione e il livello di prestazioni raggiunte per andare a Malcesine a settembre a difendere il titolo al Melges 20 European Championship. Intanto però festeggiamo questo grande risultato che premia il lavoro e la dedizione di tutto il team".
Igor Rytov, in quanto vincitore del circuito, ha ricevuto anche il premio offerto da La Thuile Valle d'Aosta dove I'armatore sarà ospite pressol'hotel Montana Lodge per un weekend esclusivo all'insegna dell'eccellenza della località valdostana.
Marco Giannini – "Quasi non riusciamo a credere a ciò che abbiamo fatto qui a Riva del Garda che è il risultato di un lavoro che prosegue da due stagioni, con grande passione tutti insieme. Abbiamo iniziato la stagione in modo molto positivo e questo ci ha dato da subito grande carica e la consapevolezza di poter regatare alla pari con team straordinariamente forti composti da grandissimi campioni della vela che abbiamo studiato e osservato per imparare sempre qualche piccolo dettaglio in più. Oggi siamo noi quelli sul gradino più alto del podio di una tappa e il secondo posto nella Melges World League European Division vale oro e ci riempi di orgoglio e di felicità".
La Melges World League European Division ha premiato anche il miglior team esordiente della stagione, quello italiano di Caipirinha Jr. di Alessandro Agostinelli che chiude la propria stagione da rookie al tredicesimo posto della classifica generale di circuito.
Fausto Surini del team Boogie 2.0 è stato invece sorteggiato quale vincitore del soggiorno offferto dal boutique Hotel Rifugio Lilla di La Thuile.
Arianna Forelli si è invece aggiudicata un Garmin Quatix quale miglior rookie corinthian della stagione.
La flotta Melges 20 punta ora al doppio appuntamento sempre sul lago di Garda, sponda Malcesine, per il fine settimana del Russian Open Championship (7-8 settembre) che precederà l'attesissimo Melges 20 European Championship 2019 (10-14 settembre).
L'intera serie europea della Melges World League conta sul supporto di Helly Hansen, North Sails, Tiirenia, Quantum Sails, Garmin Marine, La Thuile, Rocket Performance, Revi Trento Doc, Loison Pasticceri dal 1938, Rigoni di Asiago, Dai Dai, Norda, XPouf, Le Formiche di Fabio Vettori, boutique hotel Rifugio Azul (Minorca) e Rifugio hotel Lilla (La Thuile) e One Ocean; nonché del contributo diretto dei Team Partners UYN grazie a Brontolo e G3Bau Sailing Team; l'Enoteca e Camarca Caffè grazie a Fra Martina Sailing Team.
L'evento di Riva del Garda conta sul supporto della Fraglia Vela Riva, Riva Bar, Catering Firenze, Agraria Riva del Garda, Angelini Vivai, Officina 33.
Melges Europe e Melges World League sostengono e promuovono fortemente il messaggio di One Ocean Foundation avendo sottoscritto il codice di comportamento della Charta Smeralda adottato in ogni ambito delle proprie attività ed eventi.

Dominio totale di Russian Bogatyrs nel Quantum Day della Melges 20 World League di Marina di Scarlino

20190617 59Marina di Scarlino (Grosseto), 15 giugno 2019 – Che siano regate di warm up (come ieri nel Garmin Day) o che in gioco ci siano punti pesanti per la classifica di tappa e di circuito, non cambia l'approccio alla sfida da parte di colui che, ad oggi, è indubbiamente il più forte dall'alto del proprio numero 1 nella ranking mondiale: Russian Bogatyrs.
Sul campo di regata del Club Nautico Scarlino si sono disputate quest'oggi, nell'ambito del Quantum Day (con vento di maestrale inizialmente con intensità di 13 nodi poi saliti a 18), tre prove che sono state tutte vinte dal team russo di Igor Rytov; una prestazione che resterà negli annali della flotta Melges 20.
Il racconto di questa giornata e di questa tappa, per ora a senso unico, potrebbe chiudersi qui anche se la vittoria, pur pesantemente ipotecata, è ancora da conquistare perché la partita è tenuta aperta da uno straordinario Siderval. Il team azzurro e full corinthian di Marco Giannini, secondo in classifica generale con eccellenti parziali (3,2,4) è a 6 punti dal leader provvisorio della tappa toscana. Siderval precede a sua volta, di un solo punto, l'argentino Boogie di Pierluigi Giannattasio che, dopo aver conquistato l'ultima tappa Melges World League di Puntaldia, conferma la propria maturità agonistica dimostrando di appartenere a pieno diritto all'elite della Classe Melges 20.

Leggi tutto: Dominio totale di Russian Bogatyrs nel Quantum Day della Melges 20 World League di Marina di...

Melges 20 World League, concluso il circuito in top ten, Kindako pensa all'Europeo di settembre

20190717 52Riva del Garda, 14 luglio 2019 - Se ne vanno in archivio le Melges 20 World League 2019 portando con sé i successi di Russian Bogatyrs, primo overall come già accaduto nel 2017, e di Siderval, trionfatore tra i Corinthian e secondo assoluto proprio alle spalle del forte team russo guidato da Igor Rytov. Questo, per sommi capi, l'esito di quanto avvenuto al termine delle otto prove disputate a Riva del Garda, teatro dell'ultima frazione del circuito organizzato da Melges Europe in collaborazione con la locale Fraglia Vela e dipanatosi nel corso delle tappe disputate a Villasimius, Puntaldia e Scarlino.
Tra i protagonisti dell'evento gardesano non è mancato Kindako, scafo portacolori del Lightbay Sailing Team. Capitanato da Stefano Visintin, già componente il team di Carlo Alberini in ambito Melges 32, l'equipaggio di ITA-189 ha vissuto una delle sue migliori giornate proprio sul finire della manifestazione: grazie a tre piazzamenti in top ten, Kindako ha scalato alcune posizioni in classifica generale, terminando la fatica sull'Alto Benaco in tredicesima posizione.
Un risultato che ha consentito agli uomini di Visintin di conquistare la decima piazza della classifica assoluta, tra Sease di Franco Loro Piana e Alex Team di Alexander Mikhaylik e che lascia ben sperare in vista del main event della stagione: il Campionato Europeo Melges 20 in programma a Malcesine il prossimo settembre.
A bordo di Kindako hanno regatato come sempre Stefano Visintin (timoniere), Simon Sivitz Kosuta (tattico), Enrico Turrini (trimmer) e Francesca Russo Cirillo (prodiere).
La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Calvi Network, Titanium International Group, TiFast, Lift-Tek, Ilva Glass, Iconsulting, Mureadritta, Officine Belletti, Biolab e Meteomed.

L'argentino Boogie 2.0 si laurea tra i grandi della classe Melges 20 vincendo a Puntaldia

20190528 51Puntaldia (Olbia), 26 maggio 2019 - La vittoria del giovane team dell'armatore argentino Pierluigi Giannattasio sul campo di regata sardo di Puntaldia, dove si è conclusa oggi la seconda tappa continentale della Melges 20 World League, equivale a una laurea perché ottenuta davanti e contro tutti i grandi nomi della flotta Melges 20.
Una sola prova disputata quest'oggi sotto la pioggia e ancora con vento leggero capriccioso in direzione e cambi di pressione, condizioni complicate soprattutto dal punto di vista tattico e dei nervi, una circostanza che ha esaltato l'approccio tutto all'attacco del team di Pierluigi Giannattasio coadiuvato alla tattica da Giulio Desiderato. Boogie 2.0, senza alcun timore reverenziale, ha spinto a fondo costruendo così il primo successo della giovane carriera di Pierluigi Giannattasio all'interno della classe Melges 20.
La vittoria per Boogie non è figlia di un exploit ma è stata costruita con una solida performance evidenziata già nelle tre prove di ieri che avevano proiettato l'equipaggio di Pierluigi Giannattasio in vetta, a pari punti con il leader (per migliori parziali), il super campione Russian Bogatyrs di Igor Rytov. Da questa posizione di classifica Boogie ha potuto quest'oggi tirare la zampata vincente, chiudendo al terzo posto nell'unica prova disputata (che si somma al 4,3,5 di ieri come parziali) e lasciando i restanti gradini del podio alla coppia russa composta da Russian Bogatyrs staccato di 4 punti(2,6,4,7) e da Pirogovo di Alexander Ezhkov a 9 lunghezze (3,1,14,6).

Leggi tutto: L'argentino Boogie 2.0 si laurea tra i grandi della classe Melges 20 vincendo a Puntaldia

free joomla templatesjoomla templates
2020  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio