Articoli

L’alta pressione ferma il campionato europeo IRC di Sanremo

20190626 59Il primo giorno del Campionato Europeo IRC, ospitato dallo Yacht Club Sanremo, si è aperto sotto un sole splendente, un caldo intenso ma pochissimo vento. Ma la bolla di alta pressione che staziona sull'Italia ha bloccato ogni minima brezza sul campo di regata della località ligure. Dopo il briefing degli equipaggi del mattino, che ha riunito al Villaggio della Vela antistante il club i velisti, i quasi cinquanta team partecipanti sono usciti in mare per tentare di dare vita alla prima prova. Ma, dopo un'attesa infruttuosa, il Comitato di Regata ha deciso di far ritornare tutti in porto a causa delle condizioni di vento quasi totalmente assente, ancora qualche ora di pazienza e infine alle 17 hanno dovuto gettare la spugna.
"Ci abbiamo provato. A un certo punto avevamo circa 6/8 nodi di vento e abbiamo tentato di lanciare una procedura di partenza. Ma poi abbiamo dovuto rinunciare, il vento era troppo leggero e instabile per poter garantire una regata del livello di un campionato europeo." Ha detto Mario Lupinelli presidente del Comitato di Regata. "Nel pomeriggio l'aria non ha mai superato i 3 nodi e non si è mai distesa sul campo. Tutto rimandato a domani quindi."
Gli organizzatori hanno deciso di anticipare il programma di domani, mercoledì 26 giugno, alle ore 9.30 nel tentativo di agganciare una possibile brezza mattutina.
Il programma della rassegna si articola su cinque giorni di regate, almeno quattro costiere o a bastone e una prova lunga di durata stimata fra le 10 e le 18 ore di navigazione. Primo appuntamento ufficiale la cerimonia di apertura, che si svolgerà nel tardo pomeriggio di oggi lunedì 24, per mercoledì 26, è prevista la cena per gli equipaggi, che si svolgerà nei locali del Casinò di Sanremo. Proprio il Casinò di Sanremo insieme ad Elior Italia sono gli sponsor dello Yacht Club per la serata. Sabato 29, invece, dopo le ultime prove in mare, il campionato si chiuderà con la cerimonia di premiazione, nei locali dello Yacht Club Sanremo.
Al termine della settimana di regate verrà assegnato un Trofeo del Sanremo European IRC Championship 2019 per ciascuna classe e un Trofeo Speciale per il primo della classifica generale, che si aggiudicherà quindi anche il titolo di Campione d'Europa IRC 2019. Un premio speciale al primo classificato Corinthian (con equipaggio non professionista) andrà al miglior classificato delle classi 3 e 4.
L'Europeo IRC avrà come partner gli sponsor istituzionali dello Yacht Club Sanremo: il Comune di Sanremo, Abate Gioielli, Gruppo Cozzi Parodi, e Hotel Royal. E, per l'occasione il Casinò di Sanremo e Elior Italia SpA.

VII Trofeo Principato di Monaco Coppa BNL-BNP Paribas Private Banking

20190626 56Il fascino intramontabile delle barche d'epoca torna a Venezia con il VII Trofeo Principato di Monaco le Vele d'Epoca in Laguna COPPA BNL-BNP PARIBAS PRIVATE BANKING, evento promosso da Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia e dalla Direzione del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco a Milano.
Per il quinto anno il Trofeo, seconda tappa della "Coppa A.I.V.E. dell'Adriatico" 2019, si rivolge alle imbarcazioni classiche ed è organizzato sotto la direzione dello Yacht Club Venezia e il Circolo Velico PortodiMare.
Due le regate da disputare, sabato 29 e domenica 30 giugno. La domenica, inoltre, il pubblico potrà assistere dalle rive a una suggestiva veleggiata nelle acque del bacino di San Marco. Alle regate, che verranno corse applicando i rating del C.I.M. (Comité International de la Méditerranée), non mancheranno celebri barche d'epoca e classiche tra le quali Santa Maria Nicopeja, costruita in Normandia nel 1901 e restaurata dal cantiere Luca Casaril di Venezia, oggi è una delle più antiche imbarcazioni ancora naviganti in Mediterraneo. La goletta di 19 metri Presque Isle, costruita negli USA negli anni Cinquanta su progetto del cantiere Herreshoff, è invece appartenuta al famoso attore Yul Brinner. Tra le barche più vittoriose c'è anche Al Na'Ir III, costruita nel 1964 dal cantiere Carlini di Rimini su progetto Sparkman & Stephens.
Serenity sarà invece la barca da battere. Serenity, un classe Sea-Serpent del 1936, corre infatti per riconquistare la Coppa stagionale AIVE dell'Adriatico, già vinta per ben tre volte nel 2016, 2017 e 2018. Presente anche Naïf, lo sloop costruito nel 1973 per Raul Gardini dal cantiere Carlini di Rimini su progetto dell'americano Dick Carter. Dal 2004 appartiene al figlio Ivan, che nel 2012 ha vinto il Trofeo Panerai di categoria. Tra le altre barche iscritte l'one tonner Mozart di Pasquale Landolfi che col nome di Brava ha ottenuto un terzo posto assoluto alla Sardinia Cup. Tra gli iscritti ci sono inoltre Silvica, Gilla, Isabella, Shahrazad, Attica e il ketch bermudiano Anatina del 1970 che in passato ha compiuto diverse traversate atlantiche e partecipa per la prima volta al Trofeo.
Novità assoluta di questa VII edizione è l'illustre partecipazione della Marina Militare con la prestigiosa imbarcazione Sagittario, uno Sciarrelli varato nel 1972 nei cantieri Mariano Craglietto di Trieste e che ha partecipato nello stesso anno alla regata Transatlantica in solitario e a diverse Middle Sea Race.
La premiazione finale di domenica si svolgerà presso il Marina Santelena. I premi, creati appositamente dalla storica vetreria muranese Barovier & Toso, saranno attribuiti ai migliori tre classificati per ciascuna delle cinque categorie presenti mentre al vincitore assoluto andrà l'Overall.

"100 Vele" sul litorale romano

20190626 54Ben 111 imbarcazioni alla veleggiata. In acqua anche i giovani con disabilità di "Noi tutti Onlus" e le ragazze de "Le vele in rosa" all'insegna del motto: "Tutti per la 100Vele"
Roma, 24 giugno - Una splendida giornata con vento ovest ha accolto ieri le 111 barche sulla linea di partenza della "100 Vele", la veleggiata organizzata dagli otto circoli velici del litorale di Ostia e Fiumicino giunta alla 23ma edizione.
Uno spettacolo di vele bianche e colorate che hanno "sfilato" dal Pontile di Ostia, fino al canale dei Pescatori per poi far ritorno verso il Porto turistico di Roma con arrivo di nuovo davanti al pontile.
In acqua barche di ogni genere, dalle piccole tavole a vela, ai Meteor fino alle barche d'altura di 16 metri con equipaggi formati da persone che per la prima volta hanno vissuto l'esperienza di andare in barca ad equipaggi più agguerriti, abituati a regatare fra le boe in competizioni agonistiche.

Leggi tutto: "100 Vele" sul litorale romano

L'Offshore Olimpico fa il suo esordio sul Garda

20190626 52GARGNANO DEL GARDA - Sul Garda continua il sogno d' Olympia. Dopo il test, ad Univela di Campione con il Mondiale del nuovo Kite Foil (il tutto documentato come in un vero reality dall'omonimo progetto-work shop degli studenti dello Stars dell'Università Cattolica di Brescia), tocca ora alla vela Offshore, formula che farà il suo esordio alle Olimpiadi di Parigi del 2024. Tra le regate internazionali di Gorla e Centomiglia, durante la prima settimana di settembre, il Circolo Vela Gargnano e il Marina di Bogliaco ospiteranno il primo Campionato Europeo del monotipo "L 30". Si correrà dal 2 al 5 settembre con l'equipaggio misto di due persone previsto dal nuovo format olimpico, mentre le stesse imbarcazioni con la doppia presenza del "misto" e dell'equipaggio al completo saranno in gara nelle due regate della 50 Miglia del Gorla, e la 69° Centomiglia, nel segno di quel legame "Olimpico" che quest'anno festeggerà i 50 anni dalla vittoria del catamarano Tornado, barche che vinse con Fabio Albarelli e Gianfranco Oradini l'edizione del giro del lago del 1969. Il Tornado entrò ai Giochi nel 1976 per poi completare il suo percorso con Pechino 2008, oggi sostituito dal Nacra 17. La Medaglia offshore con la vela d'altura farà così il suo esordio su un lago. Strano ma vero, dirà qualcuno. Non casualmente nella stagione dove l'Italiano classi olimpiche si correrà sempre lungo la riva lombarda, da Campione a Salò, compresi Gargnano e Toscolano-Maderno, appena dopo la Centomiglia. L 30 è un monoscafo di quasi 10 metri di lunghezza (9.58). E' promosso dal velista ucraino Luka Rodion, ex regatante di Laser (olimpico ad Atlanta 1996) e 49er (medaglia d'argento ad Atene 2004 e tre volte iridato), porta la firma di Andrej Justin. Nel week end Rodion era a Gargnano, tra le sale del Circolo Vela Gargnano, la piazzetta, il porticciolo di Marina di Bogliaco. L'Europeo L 30 gode, come la Centomiglia, del patrocinio di Regione Lombardia, di Sailing World, della Federazione Italiana Vela, della XIV° Zona Fiv.

Da Cala de’ Medici all’isola di Capraia, veleggiata per vele d’epoca in difesa del mare

20190617 57Una veleggiata in compagnia per yacht d'epoca, classici e tradizionali, senza obblighi di esibizione di certificati di stazza o di appartenenza all'Associazione Italiana Vele d'Epoca, ma solo con la voglia di raggiungere una delle più belle mete dell'Arcipelago Toscano, l'isola di Capraia, cercando di promuovere un messaggio di salvaguardia dell'ambiente marino, così come da fine istituzionale introdotto recentemente nello Statuto dell'AIVE. È quanto organizzato per sabato 15 giugno dall'AIVE in collaborazione con la Lega Navale Italiana Delegazione di Capraia Isola e lo Yacht Club Cala de' Medici.
Le barche iscritte verranno ospitate gratuitamente all'ormeggio dal giorno 13 giugno 2019 fino al momento della partenza dalle banchine del porto del Marina Cala de' Medici di Rosignano Solvay (LI) ed al porto dell'isola di Capraia dal momento dell'arrivo fino alle ore 24.00 di domenica 16 giugno 2019. Tra gli yacht della Marina Militare Chaplin del 1974 e Gemini del 1983, Margaret, un 8 Metri S.I. (Stazza Internazionale) del 1926 e lo sloop Ilda del 1946. La veleggiata, che segue di una settimana l'evento AIVE "Le Vele d'Epoca nel Golfo" svoltosi con grande successo alle Grazie di Porto Venere, intende riproporre una rotta già percorsa in passato e offrire agli armatori di scafi classici una magnifica opportunità di incontro.
Sabato 15 giugno, presso il Marina Cala de' Medici di Rosignano Solvay, agli equipaggi partecipanti verrà offerta una colazione presso lo Yacht Club Cala de' Medici. Dopo il briefing, alle ore 10, partirà la veleggiata verso l'isola di Capraia. Considerata la distanza di circa 27 miglia i primi arrivi sono previsti nel pomeriggio. In serata si svolgerà la premiazione e tutti gli equipaggi si tratterranno in porto per la notte. Domenica 16 giugno chi lo desidera potrà sostare in Capraia tutto il giorno, mentre chi vorrà potrà tornare in costa o riprendere il mare verso nuove destinazioni.

Ufficializzata la squadra azzurra per il Test Event “Ready Steady Tokyo”

20190626 51In occasione del Consiglio Federale 481 concluso oggi a Milano è stata ratificata la proposta delle Direzione Tecnica per la composizione della Squadra Azzurra che parteciperà al Test Event Olimpico Ready Steady Tokyo in programma a Enoshima dal 15 al 22 agosto. La FIV ha confermato la partecipazione in tutte le classi già qualificate per i Giochi di Tokyo 2020.

Gli atleti convocati sono:
Doppio Maschile 470 M
Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare)
Doppio Femminile 470 F
Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza)
Catamarano Misto Nacra 17 foiling
Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene)
Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene)
Windsurf Maschile RS:X M
Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza)
Windsurf Femminile RS:X F
Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza)
Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza)
Singolo Femminile Laser Radial
Carolina Albano (RYCC Savoia)
Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza)
Per il Singolo Maschile Laser Standard, attualmente ancora non in possesso della qualifica per Nazione, si attenderanno i risultati del prossimo Campionato Mondiale di classe in programma dal 2 al 9 luglio a Sakaiminati in Giappone.
Francesco Ettore, Presidente FIV
"Con questa convocazione si apre una pagina importante verso l'obbiettivo finale che è Tokyo 2020. Tanti atleti nelle diverse classi hanno ottenuto il posto per il test event olimpico, questo è il frutto dei risultati raggiunti dai nostri ragazzi che ribadisce la considerazione a livello internazionale che la nostra Federazione ha ottenuto in questi ultimi anni."
Michele Marchesini, Direttore Tecnico FIV
"Si è chiusa con la finale di Coppa del Mondo di Marsiglia di due settimane fa la fase valutativa per la definizione della squadra al Test Event Ready Steady Tokyo. Andiamo a Enoshima con un team solido, soprattutto in alcune classi, e siamo consapevoli dell'importanza dell'appuntamento. Da ora si inizia a giocare a carte scoperte.
Non è la prima trasferta che facciamo in Giappone ma questa ha naturalmente un significato particolare, si tratta di una regata ufficiale in flotte di dimensioni Olimpiche, sul campo di regata e nelle date delle Olimpiadi.
Come Squadra, puntiamo a confermare i risultati di alto livello dello scorso anno. Avere la possibilità e il privilegio di scendere in acqua con due equipaggi in quattro classi sulle sei tra quelle che faranno la trasferta è molto utile, sia per avere conferme sul feeling dei singoli componenti della Squadra con eventi clou e con le acqua Giapponesi, sia per integrare in maniera più completa le conoscenze del campo di regata Olimpico."

VII Trofeo Principato Monaco Vele d'Epoca in Laguna

20190617 55Venezia 13 giugno 2019. Sabato 29 e domenica 30 giugno si disputerà il VII Trofeo Principato di Monaco le Vele d'Epoca in Laguna COPPA BNL-BNP PARIBAS PRIVATE BANKING, evento promosso da Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia e dalla Direzione del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco a Milano con l'importante sostegno di BNL-BNP PARIBAS Private Banking, main sponsor della manifestazione.
Sullo sfondo della laguna più famosa del mondo le più belle imbarcazioni classiche dell'Adriatico si sfideranno sotto la direzione sportiva di Mirko Sguario, fondatore dello Yacht Club Venezia e promotore di molte celebri regate della Serenissima come la Venice Hospitality Challenge.
La scorsa edizione ha visto la partecipazione di imbarcazioni costruite in un arco di tempo compreso tra i primi del Novecento e gli anni Duemila: la vittoria Overall è andata a Serenity (1936), tra gli Yachts d'epoca primo posto per Pia (1947); per la categoria Classici 1 la vittoria è andata a Strale (1967); per i Classici 2 il successo è andato a Shahrazad (1970) mentre la Classe Libera ha visto la vittoria di Hwyl (progetto 1974).
Il Trofeo per il quinto anno consecutivo è organizzato in collaborazione con la Direzione del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco a Milano, dallo Yacht Club Venezia, dal Circolo Velico PortodiMare, dal Marina SantElena e gode del patrocinio di A.I.V.E. Associazione Italiana Vele d'Epoca. Confermato anche quest'anno il sostegno al Trofeo di marchi prestigiosi quali Diadora, Nature's e Vhernier e la Media Partnership di Radio Monte Carlo che seguirà l'evento con un'intervista a Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio