Articoli

La 46° Coppa Carnevale Trofeo Città di Viareggio è sempre più vicina

20200213 58Viareggio. Fra un mese, sabato 14 marzo prenderà il via nelle acque antistanti il porto viareggino la 46° Coppa Carnevale - Trofeo Città di Viareggio, la manifestazione che, come da tradizione, apre ufficialmente la stagione agonistica 2020 del Club Nautico Versilia e che quest'anno è classificata come Regata Nazionale valida quale prova di qualificazione al Campionato Italiano Assoluto di Vela d'Altura .
Quello del 14 e 15 marzo, infatti, sarà un week end di grande vela per le imbarcazioni d'Altura che saranno grandi protagoniste del prestigioso appuntamento organizzato, in accordo con la Fiv e l'Uvai, dal Club Nautico Versilia e dalla Lega Navale Italiana sez. di Viareggio, con il prezioso supporto della Capitaneria di Porto di Viareggio: tutte le imbarcazioni classificabili come "Regata o Regata/Crociera" in possesso di valido certificato di stazza ORC International o ORC Club regateranno per la "Coppa Carnevale - Trofeo Città di Viareggio" mentre le "Gran Crociera" si contenderanno la "Coppa Carnevale Gran Crociera".
Il Comitato Unico sarà composto dal Presidente CdR Gianluca Brambati, dal 1° membro CdR Roberta Rocca e da Benito Franco Manganelli, Matteo Chimenti, Stefano Giusti, Beatrice Bolletti e Danilo Morelli.

Leggi tutto: La 46° Coppa Carnevale Trofeo Città di Viareggio è sempre più vicina

Sesto appuntamento con il Campionato Invernale Vela d’altura del Golfo di Napoli: Trofeo Città Torre del Greco

20200213 56Si svolgerà domenica, 16 febbraio, il sesto appuntamento con il Campionato Invernale della Vela d'altura del Golfo di Napoli.
Sarà il Circolo Nautico di Torre del Greco ad organizzare la regata che assegnerà il Trofeo Città Torre del Greco.
Le partenze, programmate per le ore 10.00, saranno differenziate per le classi Orc - Gran Crociera, Orc 0-5 e Minialtura mentre l'area di regata sarà posizionata nelle acque a sud-sud est del Castel dell'Ovo ed in prosecuzione nelle acque antistanti il Porto di Torre del Greco. Due i percorsi possibili, a seconda della direzione del vento.

Il Trofeo Challenge "Città di Torre del Greco" sarà assegnato all'imbarcazione che avrà conseguito il 1° posto nel raggruppamento SPORTBOAT della classifica del Campionato Invernale.
Ai primi classificati dei restanti raggruppamenti saranno assegnati la Coppa Antonio Di Giacomo, la Coppa Nicola De Dilectis e la Coppa Mario Martinez.
Sara' assegnato, poi, alla imbarcazione classificata 1^ Overall, il 3° Trofeo Pio Monte dei Marinai.
La premiazione si svolgerà giovedì 27 febbraio alle ore 19,30 presso la sede sociale del Club Nautico di Torre del Greco.

"Ancora una volta il Circolo Nautico Torre del Greco – dichiara il presidente Gianluigi Ascione – conferma la sua centralità nell'organizzazione di manifestazioni veliche di prestigio, come avverrà per questa tappa del Campionato. Un evento sportivo che mette in moto una macchina organizzativa ormai rodata, che vedrà l'assegnazione del trofeo al primo della categoria Sportboat; inoltre, sarà assegnato il trofeo Pio Monte dei Marinai, giunto alla terza edizione, alla prima classe Orc. Il percorso sarà una regata costiera con un primo bastone con boa al vento nelle acque comprese tra Castel dell'Ovo e la Gaiola, per poi proseguire verso Torre del Greco, con arrivo nelle acque antistanti il porto. Il Circolo Nautico Torre del Greco è orientato a diventare il centro per le attività della categoria Sportboat: dal 1 al 3 maggio organizzerà il Campionato Nazionale del Tirreno e, inoltre, ospita tra i sui soci numerosi armatori delle classi meteor Este24 e J70. Altro appuntamento di prestigio è, poi, il 24 maggio con la regata Sulle Rotte dei Borbone".

Flavia Tartaglini lascia l'attività agonistica

20200207 52A 35 anni l'atleta romana delle Fiamme Gialle, medaglia sfiorata ai Giochi di Rio 2016 nella tavola a vela, oltre 20 anni di carriera sportiva intensa nel windsurf, successi giovanili e una lunga rincorsa olimpica, annuncia la fine della campagna per Tokyo 2020
"Esaurita la voglia di rivincita dopo Rio 2016, le giovani hanno più fame"
"Lo sport a volte è spietato, conta solo la medaglia. Ma è stato bello, ne è valsa la pena"
La carriera e i lampi di una grande atleta che ha dato tanto alla vela azzurra
Una decisione netta, personale, poi condivisa con la famiglia, lo staff tecnico federale e il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle. Flavia Tartaglini, 35 anni, romana, da anni atleta di punta della nazionale velica italiana, azzurra alle Olimpiadi di Rio 2016 dove fu assoluta protagonista, fuori dal podio per soli 2 punti dopo una finale nella quale era partita dal primo posto, annuncia lo stop alla campagna per Tokyo 2020 e l'addio all'attività agonistica. Lo fa nel giorno del suo compleanno, con un post social che ottiene una valanga di abbracci, saluti, ringraziamenti. E auguri per il suo futuro. Che resterà nello sport, nella vela, e con la famiglia delle Fiamme Gialle.

Queste le prime parole con le quali Flavia ha spiegato la sua decisione: "Dopo Rio 2016 avevo voglia di rivincita, ho lavorato con questa motivazione in testa. Sono stati tre anni in sali e scendi di emozioni, il mio target era arrivare a fine 2019 e capire le potenzialità di puntare a una medaglia. Così alla fine mi sono guardata intorno: le rivali per il podio olimpico hanno quindici anni meno di me e il doppio della mia fame. E un'Olimpiade per onore di firma non rientra nei miei piani. Ho preferito una scelta consapevole e tutta mia."

Leggi tutto: Flavia Tartaglini lascia l'attività agonistica

Domenica di nuovo in acqua per il Campionato Invernale di Roma

20200207 51Sabato l'incontro di approfondimento "Boat tuning: come ottimizzare la barca per renderla più competitiva". Domenica si scende di nuovo in acqua in vista del trofeo Porti Imperiali
Ultime tre giornate di regate per la XXXIX edizione del Campionato Invernale d'altura di Roma - Trofeo Città di Fiumicino, organizzato dal Circolo Velico Fiumicino sotto l'egida della Federazione Italiana Vela e con il patrocinio dell'Amministrazione comunale. Contrariamente a quanto preannunciato nei giorni scorsi, sabato 8 febbraio non si svolgerà la giornata di recupero: le previsioni meteo di vento leggero della giornata hanno spinto gli organizzatori a mantenere le regate nella sola data di domenica 9 febbraio, che assegneranno anche il Trofeo Air Fire al migliore di ciascun raggruppamento, ed a organizzare per sabato pomeriggio alle 17.00 un nuovo incontro di approfondimento gratuito. Gli oltre 80 equipaggi partecipanti alla kermesse sportiva e i tanti marinai interessati sono invitati all'incontro tenuto da Pino Stillitano e Riccardo Iacchini dal titolo "Boat tuning, come ottimizzare una barca a vela da regata e renderla più competitiva". Accorgimenti, indicazioni dei nostri esperti che permetteranno di migliorare la messa a punto della vostra barca per renderla più veloce in navigazione.
Domenica 9 febbraio, invece, si torna in acqua dopo l'amaro in bocca lasciato durante l'ultima giornata, quando il vento ha improvvisamente abbandonato il campo di regata consentendo solo a 4 concorrenti di tagliare regolarmente il traguardo e non permettendo al Comitato di regata di effettuare tempestivamente la riduzione di percorso. Poi ancora due domeniche di Campionato (salvo possibili giornate di recupero) prima dell'appuntamento con il "Trofeo Porti Imperiali", dal 27 al 29 marzo, regata velica sulle boe che inaugura la stagione sportiva agonistica sul litorale romano. E' questo infatti il primo evento velico dopo il campionato invernale che segna, di fatto, l'inizio delle regate nazionali che animeranno per tutta la stagione primaverile ed estiva la nostra costa.
"E' diventato un appuntamento classico di grande partecipazione e con un alto livello agonistico - ha detto il presidente del Circolo Velico Fiumicino, Franco Quadrana - tanto da essere riconosciuto dall'Unione Vela d'Altura italiana come evento nazionale di qualificazione per il Campionato italiano Assoluto ORC. L'evento, inoltre, concorre ai fini dell'assegazione del Trofeo Città di Fiumicino - Armatore dell'Anno 2020".

LE PROSSIME DATE DEL CAMPIONATO INVERNALE DI ROMA
Domenica 9 Febbraio 2020
Domenica 23 Febbraio 2020
Domenica 8 Marzo 2020
Qualora nel corso della stagione di dovessero presentare condizioni meteo avverse, il Comitato di Regata potrà decidere ulteriori recuperi nelle giornate di sabato precedenti la regata.

Tornano i tre Mondiali spettacolo a Geelong (AUS) dal 10 al 15 febbraio

20200206 52Inizia un grande febbraio di vela olimpica in Australia. Circa due mesi dopo i tre Mondiali spettacolari di Auckland in Nuova Zelanda (dicembre 2019), tornano i World Championships delle discipline olimpiche acrobatiche (Skiff) 49er (maschile), 49er FX (femminile) e Nacra 17 (catamarano misto foiling), che vedranno al via oltre 320 atleti da 35 nazioni nazioni, questa volta si corre a Geelong (Australia), nella baia di Port Philip, a circa 70 chilometri da Melbourne.
Anche stavolta i Mondiali sono stati preceduti dai Campionati dell'Oceania, benché privi del valore di qualifica olimpica continentale come nel 2019. Buone le sensazioni a questo test dagli unici tre equipaggi azzurri presenti: nel Nacra 17 registriamo il 4° posto di Ruggero Tita e Caterina Banti (quattro primi e un secondo di manche), e il 13° di Vittorio Bissaro e Maelle Frascari. Nel 49er FX uniche azzurre presenti Margherita Porro e Sveva Carraro (18).
Il programma del Mondiale di Geelong prevede dal 10 al 12 febbraio tre giorni con regate di Qualifica, quindi dal 13 al 15 altri tre giorni con regate di Finale (flotte Gold e Silver) e sabato 15 le tre Medal Race tra i primi dieci delle rispettive classifiche, per assegnare i titoli e i podi.
Il campo di regata di Geelong è particolare e dal punto di vista tecnico molto lontano dalle condizioni che sono attese a Enoshima, per le regate olimpiche di Tokyo 2020: Port Phillip è una baia protetta, come un grande lago, quindi c'è prevalentemente acqua piatta e onde corte, vento oscillante perché quasi sempre da terra, e sono segnalate molte alghe che richiedono un supplemento di attenzione durante le gare.
Sembrano risolti del tutto i problemi di inquinamento dell'aria seguiti all'emergenza incendi che ha colpito lo stato del Victoria nel sud dell'Australia nelle prime settimane dell'anno.

CLASSE PER CLASSE
la situazione, gli azzurri e le aspettative della nostra squadra

NACRA 17 (CATAMARANO MISTO FOILING)
L'Italia arriva al Mondiale da detentore del titolo, per la seconda volta consecutiva: ad Auckland due mesi fa la vittoria di Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre) e Maelle Frascari (Aniene), ha fatto seguito a quella del 2018 ad Aarhus (Danimarca) di Ruggero Tita (Fiamme Gialle) e Caterina Marianna Banti (Aniene). Anche questo Mondiale è uno degli eventi osservazione per la scelta degli equipaggi olimpici da parte della Direzione Tecnica. Gli azzurri sono guidati dal tecnico Gabriele Bruni.

La flotta al via di questo Mondiale è piuttosto ridotta, solo 37 barche da 17 nazioni, ma sono presenti praticamente tutti i più forti e pretendenti al podio, a cominciare dalle medaglie olimpiche in carica di Rio 2016: gli argentini Santiago Lange e Cecilia Carranza, gli australiani Jason Waterhouse e Lisa Darmanin, e gli austriaci Thomas Zajac e Barbara Mats.

Da tenere d'occhio poi i due equipaggi britannici: John Gimson e Anna Burnet (che la federazione inglese ha da poco selezionato per Tokyo), e i rivali di sempre (nonché iridati 2017) Ben Saxton e Nicola Boniface. Giocheranno in casa e sono quinti da inserire tra i favoriti gli altri australiani Nathan Outteridge (ex di Coppa America e due volte sul podio olimpico in 49er) e la sorella Haylee.

Tra i favoriti d'obbligo i francesi Quentin Delapierre e Manon Audinet, molto veloci ad Auckland e a loro volta già scelti dalla federazione transalpina per i Giochi, preferendoli a sorpresa ai fuoriclasse Billy Besson e Marie Riou. Da scoprire i neozelandesi che hanno fatto un rimpasto di prodieri: Gemma Jones sarà con Josh Porebsky, mentre Olivia MacKay avrà Jason Saunders. Infine saranno osservati speciali gli spagnoli Tara Pacheco e Florian Trittel, e gli statunitensi Riley Gibbs e Anna Weis, rivelatisi molto veloci con le condizioni di Geelong nel warm-up Oceania.

49er (DOPPIO ACROBATICO MASCHILE)
Una flotta di 80 barche da 27 nazioni, che riunisce molti fuoriclasse, a cominciare dai super-kiwi Peter Burling e Blair Tuke, freschi vincitori dell'ennesimo titolo ad Auckland, protagonisti al massimo livello velico (oro olimpico a Rio 2017, la Coppa America vinta nel 2017 e la partecipazione alla Volvo Ocean Race 2017-2018).

Da segnalare il ritorno dei fratelli croati Sime e Mihovil Fantela, il timoniere medaglia d'oro a Rio 2016 nella classe 470, con il fratello a prua già campioni mondiali 2018, che avevano saltato il Mondiale di Auckland per un problema fisico. Presenti ben 17 equipaggi australiani, che oltre a giocare in casa avranno il compito di guadagnarsi l'ultimo posto olimpico tra i paesi dell'Oceania, missione che a questo punto sembra scontata.

Tra gli equipaggi più in vista i tedeschi Eric Heil e Thomas Plossel (bronzo a Rio 2016), gli inglesi Dylan Fletcher-Scott e Stuart Bithell (non a caso secondi e terzi all'ultimo Mondiale di Auckland alle spalle dei super-kiwi), i fratelli argentini Yago e Klaus Lange, figli d'arte velica di Santiago, che tuttavia sono clamorosamente fuori dai Giochi, avendo esaurito le prove di qualifica del Sud America, gli spagnoli Diego Botin e Iago Lopez Marra (quarti a Auckland), nonché la solita squadra francese sempre temibile.

INFORTUNIO PER VALERIO GALATI: A GEELONG LO SOSTITUISCE LEONARDO CHISTE'
Un infortunio piuttosto serio costringe il prodiere Valerio Galati (LNI Trani) a rinunciare al Mondiale in Australia. A Cagliari durante un allenamento, nella caduta seguita a una scuffia, Valerio ha urtato violentemente sul fiocco, la risonanza magnetica ha evidenziato la rottura di un tendine pettorale. L'atleta sarà operato nei prossimi giorni e dovrebbe recuperare per la prova di Coppa del Mondo a Genova, ultima qualifica olimpica. A Valerio sono giunti i messaggi di sostegno e vicinanza di tutti i compagni di squadra.

Al Mondiale di Geelong sarà sostituito dal gardesano Leonardo Chistè, 20 anni, un passato di successi sulle classi giovanili O'Pen Skiff e 29er, che da poco ha iniziato a navigare sul 49er olimpico come prodiere di Guido Gallinaro.

Gli azzurri guidati dal tecnico Gianfranco Sibello saranno dunque Uberto Crivelli Visconti (Marina Militare) e Gianmarco Togni (Aniene), che al Mondiale australiano chiedono nuove certezze dopo la delusione di Auckland, seguita da due mesi di allenamenti intensi, e l'inedita coppia Simone Ferrarese (CV Bari) e Leonardo Chistè (CV Arco).

49er FX (DOPPIO ACROBATICO FEMMINILE)
Tre barche e sei veliste italiane presenti al Mondiale australiano nel 49er FX, obiettivo dichiarato misurare l'efficacia degli allenamenti invernali e rifinire la preparazione in vista degli appuntamenti di primavera, soprattutto la World Cup di Genova, ultima possibilità per qualificare l'Italia ai Giochi in questa classe.
Con il tecnico Daniel Loperfido ancora la nostra linea verde di veliste molto giovani: Carlotta Omari (Sirena CNT) e Matilda Distefano (Triestina Vela); Maria Ottavia Raggio (CV La Spezia) e Jana Germani (Sirena CNT); Margherita Porro (CV Arco) e Sveva Carraro (Aeronautica Militare); Alexandra Stalder (CN Bardolino) e Silvia Speri (FV Peschiera).
Le azzurre del doppio acrobatico formano un gruppo che ha basi solide di importanti risultati giovanili: Maria Ottavia Raggio e Alexandra Stalder hanno all'attivo ciascuna un titolo Mondiale Junior in questa classe, Margherita Porro un Mondiale Giovanile World Sailing in 29er, Carlotta Omari un Mondiale 420, e Sveva Carraro ha corso a Rio 2016 sul 470 a prua di Elena Berta.
La flotta vede al via tutte le stelle della classe: le olandesi Annemiek Bekkering e Annette Duetz, recenti mondiali a Auckland (bis iridato del 2018) ed europee in carica, le brasiliane Martine Grael e Kahena Kunze, oro a Rio 2016, le neozelandesi Alex Maloney e Molly Meech, argento a Rio 2016, le danesi Ida Nielsen e Marie Olsen, terze all'ultimo Mondiale di Auckland.

STAFF TECNICO
Lo staff tecnico presente in Australia è guidato dal DT Michele Marchesini, affiancato da Gabriele Bruni (Nacra 17), Gianfranco Sibello (49er), Daniel Loperfido (49er FX), Luca Depedrini, e per la parte fisioterapica Giacomo Cappè. Il presidente federale Francesco Ettorre si unirà alla squadra ed è atteso da sabato 8 a Geelong. La squadra italiana anche per questa occasione avrà la collaborazione del meteorologo neozelandese Roger Badham, che ogni giorno farà delle previsioni personalizzate per gli azzurri.

MEDIA
Il fuso orario di Geelong è +10 ore sull'ora italiana. La comunicazione sui Mondiali di Geelong coprirà quotidianamente l'evento in tutti i giorni di regata. Da martedi 11 febbraio sono previste news al mattino (ora italiana) sul sito FIV (www.federvela.it) e comunicati stampa a metà mattina con una selezione di foto, e una guida alle immagini video.

I siti ufficiali con le info sui Mondiali
49er - 49er FX: https://49er.org/event/2020-world-championship/?event_id=19973
Nacra 17: https://nacra17.org/events/2020-world-championship/#results

NOTA MONDIALE LASER STANDARD
Sempre in Australia, dall'11 al 16 febbraio a Melbourne si corre il Mondiale del singolo olimpico maschile Laser Standard, con 6 italiani al via. Verranno emessi comunicati stampa distinti per questo evento, dalla presentazione della vigilia a seguire per tutti i giorni di regata.

Tutta sul Garda la stagione Protagonist

20200206 53SALO' (Brescia) – In occasione della tappa della "Autunno Inverno 2019-20" la classe Protagonist 7.5, monotipo di 7 metri e mezzo disegnato da Gigi Badinelli, ha anticipato a stampa, web e Tv presenti, i principali appuntamenti del 2020. L'evento clou sarà il Campionato Italiano che si correrà a Riva di Trento dall' 11 al 14 giugno con base alla Fraglia Vela. Ad illustrare le manifestazioni è stato l'attuale presidente Massimiliano Docali. Le altre regate, tutte sul Garda, si correranno a Toscolano, Salò , Acquafresca di Brenzone, Gargnano, Castelletto di Brenzone, Portese per poi finire nuovamente a Salò, alla Canottieri Garda con le prime due tappe della Autunno-Inverno 20-21, manifestazione, che nelle prossime settimane, prevede la chiusura con gli appuntamenti del 16 febbraio e dell'8 marzo (Recupero). E il 22 marzo a Gargnano avrà inizio la stagione primaverile-estiva con la Mini Long Distance del "42° Trofeo Roberto Bianchi". Tutte le gare verranno corse sotto l'egida della Federazione Italiana Vela, rappresentata nell'incontro salodiano con la stampa da Rodolfo Bergamaschi, presidente della XIV° zona Fiv.

Aperte le iscrizioni al Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving 2020

20200206 51Partirà dallo Yacht Club Italiano di Genova - il club velico più antico d'Italia e uno dei più antichi del Mediterraneo- l'edizione 2020 del Circuito dedicato ai giovanissimi timonieri che fanno le prime esperienze veliche e agonistiche sulla classe Optimist, alcuni dei quali già affermati campioncini, che rappresentano il vivaio della vela nazionale. Il festoso "popolo Optimist" rallegrerà infatti le banchine della zona fieristica di Genova, il 14 e 15 marzo in occasione della I Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving, la regata organizzata dallo Yacht Club Italiano in collaborazione con i circoli velici genovesi, per cui sono già state aperte le iscrizioni on line. Genova darà così lo start all'edizione 2020 di questa manifestazione promossa dall'Associazione Italiana Classe Optimist che, in collaborazione con Kinder Joy of Moving e i circoli affiliati FIV coinvolti, richiama ogni anno centinaia di regatanti, ormai assestati in almeno 3-400 per ogni singola tappa. Previste due categorie: gli Agonisti (11-15 anni) e Pre-Agonisti (9-10 anni).

Tra gli obbiettivi della Classe Optimist, in sintonia con Federazione Italiana Vela e Kinder Joy of moving, la formazione di tanti giovanissimi a cui trasmettere non solo l'amore per la barca a vela, ma soprattutto la passione e il rispetto per il mare, tanto che proprio da quest'anno sarà promossa con grande impegno la diminuzione della dispersione della plastica, sensibilizzando partecipanti, coach e genitori per un rispetto a 360° dell'ambiente. Stop quindi agli adesivi sugli scafi per evitare di disperderli anche involontariamente in acqua; saranno fornite a tutti i partecipanti pettorine e borracce personalizzate. Oltre a questo importante messaggio educativo con la vela si vuole trasmettere anche l'importanza dello spirito di squadra, anche quando è una disciplina individuale come nelle classi cosiddette singole: una condivisione di valori e rispetto, che vale sia per le squadre di circolo, che di Zona FIV, fino alla massima rappresentativa nazionale, che all'estero ha l'onore di portare alto il nome dell'Italia.

Leggi tutto: Aperte le iscrizioni al Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving 2020

free joomla templatesjoomla templates
2020  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio