Articoli

Nasce la Citizen Scienze sul mare, accordo tra Università di Padova e Darsena Le Saline

20190705 54Con la presente sono ad inoltrare il comunicato stampa emesso dall'Università di Padova in merito all'accordo sottoscritto tra lo stesso ente e Darsena Le Saline per promuovere attività di informazione e sensibilizzazione per i diportisti sul tema della conservazione del mare e della sua biodiversità.
La Citizen science è un'attività scientifica condotta da un pubblico in collaborazione con scienziati o sotto la direzione di scienziati professionisti e istituzioni scientifiche. L'idea è quella di permettere a semplici cittadini di porre domande, fornire risposte su importanti questioni scientifiche, ma anche di indirizzare l'attenzione pubblica su questioni ambientali.
L'accordo - della durata di quattro anni - consiste in visite al museo di Zoologia Adriatica Giuseppe Olivi, conferenze, produzione di materiale informativo per promuovere non solo l'adozione di buone pratiche per vivere il mare senza danneggiarlo, ma anche contribuendo alla sua conservazione attraverso attività di collaborazione.
Il coinvolgimento diretto dei diportisti in attività di collaborazione nella raccolta di dati e informazioni sul mare e sugli organismi che lo abitano, attività comunemente chiamate di Citizen science, promuoverà ulteriormente la consapevolezza della responsabilità di ognuno di noi nella conservazione del mare
In allegato il comunicato stampa emesso dall'ufficio stampa dell'Università di Padova ed alcune foto utilizzabili a fini editoriali libere da diritti. Restando a Vs più completa disposizione colgo l'occasione per inviare i miei più Cordiali Saluti,
Alessandro Pavanati - Comunicazione

Presentata la 19esima Regata Internazionale Civitanova – Sebenico

20190705 53Civitanova Marche, 3 luglio 2019. Mentre il team LIV (Lega Italiana Vela) del CV Portocivitanova (Alessandro Battistelli, Gabriele Giardini, Paolo Mangialardo, Michele Regolo) è in partenza per San Pietroburgo, dove lo attende la Sailing Champions League 2019, a Civitanova è già partito il count down per un altro grande evento di vela: mancano infatti 24 ore alla partenza della Regata Internazionale "Civitanova - Sebenico" che compie 19 anni e rimarca il millenario legame culturale e commerciale fra le coste Est e Ovest del Mare Adriatico.
Un legame ancor più importante per i due paesi comunitari, la Croazia e l'Italia, visto che durante la presentazione della kermesse velica, svoltasi questa mattina presso il Comune di Civitanova Marche, i magnifici rettori degli atenei di Macerata e Sebenico, Ivan Malenica e Francesco Adornato, hanno siglato un protocollo d'intesa per la realizzazione di un Erasmus in ambito giuridico. Firma che è avvenuta al cospetto delle due delegazioni accademiche e degli amministratori di entrambe le città: il Prof. Stefano Pollastrelli, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Macerata, il prof. Fabrizio Marongiu Buonaiuti, ordinario di Diritto internazionale e Co-delegato all'Erasmus, alla Ricerca e internazionalizzazione del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Macerata, il prof. Alessio Bartolacelli, Co-delegato all'Erasmus e alla Ricerca e internazionalizzazione Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Macerata, il dott. Ljubo Ruijć in rappresentanza del magnifico rettore di Sebenico.
Partiranno come sempre alle 15 di giovedì 4 luglio prossimo, dallo specchio d'acqua antistante il Club Vela Portocivitanova, organizzatore dell'evento insieme alla CV Val di Sebenico, i 22 iscritti che si daranno battaglia sulle 100 miglia marine di percorso, tagliando in parti uguali il Mare Adriatico. Due le categorie ammesse: le imbarcazioni di serie regateranno a compensi secondo la stazza ORC International (Gruppi A e B), che dopo la partenza dovranno girare un disimpegno davanti alla foce del Musone prima di mettere la prua sulla fortezza dalmata, e le classi "Libera", che faranno da subito rotta sul traguardo.
Dalle prime ore di venerdì 5 sono attesi gli arrivi mentre sabato è prevista una regata costiera fra le isole che farà punteggio ai fini della classifica generale. Oltre ai premi per tutti gli scafi a podio, la regata assegnerà anche quest'anno il Trofeo "Città di Civitanova Marche", riservato alla prima barca prima in tempo reale e il Trofeo "Città di Sebenico", per il primo assoluto in tempo compensato.
Fra le favorite "MP30+10" del Pierdomenico Sailing Team, vincitrice lo scorso anno, e la velocissima "Freccia del Chienti" di Piero Paniccia, entrambe protagonisti di un derby tutto civitanovese, e il sambenedettese "Adrenalina" di Bruno Bucciarelli che si è iscritto all'ultimo minuto. Da segnalare infine gli arrivi dai lidi più lontani, come i veneziani "Super Atax" di Marco Bertozzi (CV Portodimare) e "Overwind" di Lorenzo De Facc (CDV Venezia) nonchè "City of Sibenik" portacolori del CV Val.
"Con l'arrivo a Civitanova della delegazione del Comune di Sebenico, che ogni anno ci onora della sua presenza, diamo inizio alla partenza della regata internazionale, che suggella il gemellaggio sottoscritto tra le nostre due città nel 2002 – la dichiarazione di Maika Gabellieri, Assessore al Turismo e allo Sport del Comune di Civitanova Marche - Teniamo molto a questi incontri istituzionali perché sono occasioni preziose di scambio durante le quali vengono ideati nuovi progetti volti a rafforzare la crescita culturale, turistica e commerciale delle due realtà costiere. Civitanova deve molto anche allo sport, un settore che ci sta regalando immense soddisfazioni e vittorie. Nella nostra tradizione e nel nostro cuore c'è il Club Vela con tanti anni di storia alle spalle, regate e traguardi prestigiosi, uno dei club più attivi e vivi dell'Adriatico. Il mare che ci unisce è culla di tante opportunità, che l'Amministrazione comunale vuole cogliere ed arricchire di nuovi contenuti".
La "Civitanova – Sebenico", già valida per il Campionato Italiano Offshore e per il "Trofeo Masserotti - Armatore dell'anno", fa parte del circuito "Adriatic Trophy", una serie di regate tecniche e long distance che combina lo spessore della vela d'alto mare con la valorizzazione dei patrimoni artistici e naturali delle coste adriatiche.

XXI edizione Prosecco’s Cup del Circolo Nautico Santa Margherita

20190628 61La Prosecco's Cup, la storica regata riservata alle derive organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con il Comune di Caorle, compie ventun anni.
Da sempre sostenuta da Cantina Colli del Soligo, Modulo Tecnica e Dial Bevande, quest'anno si disputerà in due giornate molto importanti per il vino prosecco.
Le colline trevigiane del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, dove si producono le bollicine amate in tutto il mondo, sonostate infatti raccomandate dal Governo per essere inserite nella Lista del Patrimonio Mondiale come Paesaggio culturale.
E mentre il World Heritage Committee dell'Onu, il 7 luglio a Baku (Azerbaijan) si riunirà per esaminare e promuovere la candidatura, in Spiaggia di Levante a Caorle presso la Base a Mare CNSM, lederive saranno protagoniste di un appuntamento classico e irrinuncibile con il divertimento e l'agonismo.
La XXI edizione della Prosecco's Cup si diputerà sabato 6 e domenica 7 luglio su un percorso a trapezio, posizionato in uno dei più pittoreschi tratti di mare di Caorle, ben visibile anche per il pubblico dalla scogliera e dalla spiaggia.
La prima prova in programma è previstaterà sabato 6 luglio alle ore 14.00, domenica invece si partirà alle ore 13.00 con l'obiettivo finale delle sei prove da disputare nel corso del week end, che stando alle previsioni meteo, dovrebbe essere favorevole a tutte le classi.
Anche quest'anno la Prosecco's Cup è aperta a derive singole e doppie.
Per i 470 la Prosecco's Cup sarà valida come prova di selezione zonale, parallelamente sarà possibile correre la regata anche con altre derive singole o doppie, nel numero minimo di cinque per costituire classe, che correranno con il sistema di compensi RYA. Al via di questa edizione non mancheranno i campioni 2018, l'imbattibile coppia Roberto e Renzo Zaina con il loro 470 e molti altri agguerriti avversari, provenienti dai maggiori circoli di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige.
I vincitori, in attesa di conoscere le sorti del prosecco, festeggeranno come di consueto con i Magnum "Trofeo Soligo" e "Trofeo Modulo Tecnica Master" messi a disposizione dalla Cantina Colli del Soligo di Solighetto (TV).

Dinghy a Chioggia per il Trofeo dell'Adriatico

20190628 60CHIOGGIA, 27 giugno 2019 - Sabato 28 e domenica 29 giugno va in scena a Chioggia, sotto al regia del Circolo Nautico Chioggia, la 52ª edizione del Trofeo dell'Adriatico per la classe Dinghy. Classe velica che proprio in riva alla laguna trova una delle flotte storiche, da sempre tra le più attive e numerose nel panorama velico nazionale.
Appuntamento quindi con la tradizione: il Trofeo dell'Adriatico è uno dei primi trofeo challenge istituiti dal sodalizio velico chioggiotto, che proprio quest'anno festeggia i 70 anni di attività, ma che è anche senza alcun dubbio una delle più antiche regate della Classe su tutto il territorio nazionale. Istituito per la prima volta nel 1968 - a nemmeno 20 anni di distanza dalla fondazione del Circolo stesso - è stato puntualmente organizzato e corso ogni anno, ad eccezione del 2009 e del 2017.
La manifestazione vanta un albo d'oro con nomi di tutto rispetto che nel tempo si sono susseguiti sul gradino più alto del podio: dai campioni di case come l'indimenticato Ezio Donaggio, che vanta il record assoluto di vittorie, ad Egidio Zambonin e Roberto Ballarin. Ma anche il campione del mondo Fabrizio Brazzo, Massimo Schiavon ed il Monfalconese Sergio Michel.

Leggi tutto: Dinghy a Chioggia per il Trofeo dell'Adriatico

Navigare, perdita di 20 milioni per Napoli

20190628 52Napoli, 26 giugno 2019 – "Napoli rischia di perdere oltre cinque milioni di euro per indotto turistico, la filiera nautica campana oltre 13-14 milioni, ma soprattutto sarà una brutta figura per la nostra città". L'affermazione è di Gennaro Amato, presidente dell'Associazione Nautica Regionale Campana, che ad ottobre prossimo dovrebbe organizzare il salone nautico sul lungomare di Napoli, ma che al momento è "ingessato" dal parere della Soprintendenza di Napoli.
Il termine ultimo per avviare la macchina organizzativa era stato fissato al 30 maggio scorso e poi fatto slittare al 30 giugno, per risolvere alcune richieste progettuali indicate dall'ente conservatore di territorio.
"A dicembre del 2018, dopo aver presentato il progetto ed incassato il parere favorevole del sindaco de Magistris e dell'intera giunta comunale, oltre quella del presidente dell'Autorità Portuale, Pietro Spirito e persino quello della Regione Campania, attraverso l'adesione della Commissione delle Attività Produttive presieduta da Nicola Marrazzo, abbiamo avuto la fortuna di essere supportati nell'iter burocratico dalla Delegata al Mare del Comune, Daniela Villani – racconta Gennaro Amato -. Proprio grazie alla dottoressa Villani siamo riusciti, a gennaio, ad avere un tavolo dei servizi per dare esecutività al progetto dove però la referente della Soprintendenza non partecipò per problemi personali gravi. Una riunione ad hoc successiva, per capire se il progetto incontrasse il parere favorevole della Soprintendenza, servì a modificare in parte i contenuti del salone che presentammo, successivamente, aggiustati secondo direttive indicate. Ancora una modifica, su altri aspetti, ci costrinse ad effettuare ulteriori variazioni di progetto per evitare che gli stand alterassero la visuale del golfo a chi passeggia sulla Promenade cittadina. Superata la questione a terra, giungendo a marzo, abbiamo affrontato quella relativa l'esposizione in mare, con alcuni interventi per evitare che l'accensione di motori in mare delle barche ai pontili galleggianti, inquinasse lo specchio d'acqua della rotonda Diaz e pure questo è stato messo a punto. Ora però siamo in attesa da oltre 30 giorni, dopo aver presentato tutti i progetti aggiustati e relazioni tecniche di specialisti, del definitivo ok, ma il tempo stringe e la scadenza oltre il 30 giugno non ci consente i tempi tecnici organizzativi".
I conti sono ben chiari, il salone nautico Navigare prevedrebbe un afflusso, in dieci giorni, di circa 40mila visitatori e tra questi almeno 10mila giungerebbero da fuori regione. Considerando un costo medio degli "stranieri" pari a circa 300 euro al giorno (alberghi, trasporti, pasti, shopping, etc.) la cifra complessiva è pari a 3 milioni di euro ai quali vanno aggiunti almeno altri 2 milioni di euro per indotto degli altri 30mila visitatori di Napoli e provincia. Se poi oltre l'economia per indotto si considera quello che perderebbe la filiera nautica allora i conti davvero non tornano.
"Tra barche, accessori e servizi lo studio di fattibilità realizzato dallo studio Management Service del dottore commercialista Alberto Bruno, indica un potenziale di vendita del prodotto nautico per circa 13/14 milioni di euro – sottolinea Gennaro Amato – con una vendita di circa 100/110 imbarcazioni tra i 6 e 15 metri e considerando che tra incassi di gestione si prevede una cifra pari a quanto dovremmo spendere, circa 250 mila euro (occupazione suolo, allestimenti, alaggi e trasporto barche, pontili galleggianti, investimento promozionale in comunicazione, personale, permessi, etc.), appare ovvio che l'azione è tutta rivolta alla produttività della nautica in Campania e non certo a fare lucro organizzativo dell'evento".
Insomma le lancette girano e le speranze diminuiscono oltre che rischiare anche di fare una brutta figura per la città di Napoli che vede, con certe istituzioni, sempre più il mare come una barriera invece di una risorsa economica.

Il programma della Transbenaco 2019

20190628 58Ad un mese dalla Transbenaco, la cruise race più lunga del lago di Garda, in programma il 26 e 27 luglio e organizzata dal Circolo Nautico Portese in collaborazione con Federazione Italiana Vela, XIV Zona FIV, Limone Garda Sailing, Circolo Vela Torbole e Circolo Vela Toscolano Maderno, e prima della presentazione ufficiale che si terrà venerdì 28 giugno all'Hotel Villa Galeazzi a Barbarano (Salò), è stato pubblicato il programma della manifestazione. La regata, unica cruise race di 20 miglia per tratta da Portese a Torbole, passando da Limone e ritorno, per l'edizione numero 33 riserva alcune importanti novità, che saranno annunciate venerdì. Intanto il programma ufficiale prevede a Portese, la sera prima della partenza e quindi venerdì 26 luglio, "Aspettando la Tranbenaco", un momento di festa e ritrovo al Circolo Nautico Portese, prima della regata prevista nei due giorni successivi. E infatti la mattina dopo, sabato 27 luglio alle ore 9:00, è prevista la partenza della prima tappa, che da Portese, e dopo il passaggio della boa di Limone, arriva a Torbole, nella parte più a nord del lago di Garda, nella parte trentina, dopo aver toccato i tratti lombardi e veneti. Presso il Circolo Vela Torbole sabato sera è prevista la festa, con musica dal vivo e ospitalità nel porticciolo del circolo. Domenica 28 luglio, di primo mattino alle ore 8:30, la flotta ripartirà alla volta di Portese per la seconda tappa, che inizialmente dovrebbe essere caratterizzata da vento da nord e quindi da una bella "impoppata". Attendendo dunque la presentazione ufficiale e le principali novità per questa edizione della cruise race più lunga del Garda con le sue 40 miglia totali, si iniziano a formare gli equipaggi per una Transbenaco sicuramente da ricordare: chi in modalità crociera, chi invece in modalità più agonistica e "tirata"; per tutti un'ulteriore occasione per vivere il lago di Garda in tutta la sua bellezza e completezza.

L’alta pressione ferma il campionato europeo IRC di Sanremo

20190626 59Il primo giorno del Campionato Europeo IRC, ospitato dallo Yacht Club Sanremo, si è aperto sotto un sole splendente, un caldo intenso ma pochissimo vento. Ma la bolla di alta pressione che staziona sull'Italia ha bloccato ogni minima brezza sul campo di regata della località ligure. Dopo il briefing degli equipaggi del mattino, che ha riunito al Villaggio della Vela antistante il club i velisti, i quasi cinquanta team partecipanti sono usciti in mare per tentare di dare vita alla prima prova. Ma, dopo un'attesa infruttuosa, il Comitato di Regata ha deciso di far ritornare tutti in porto a causa delle condizioni di vento quasi totalmente assente, ancora qualche ora di pazienza e infine alle 17 hanno dovuto gettare la spugna.
"Ci abbiamo provato. A un certo punto avevamo circa 6/8 nodi di vento e abbiamo tentato di lanciare una procedura di partenza. Ma poi abbiamo dovuto rinunciare, il vento era troppo leggero e instabile per poter garantire una regata del livello di un campionato europeo." Ha detto Mario Lupinelli presidente del Comitato di Regata. "Nel pomeriggio l'aria non ha mai superato i 3 nodi e non si è mai distesa sul campo. Tutto rimandato a domani quindi."
Gli organizzatori hanno deciso di anticipare il programma di domani, mercoledì 26 giugno, alle ore 9.30 nel tentativo di agganciare una possibile brezza mattutina.
Il programma della rassegna si articola su cinque giorni di regate, almeno quattro costiere o a bastone e una prova lunga di durata stimata fra le 10 e le 18 ore di navigazione. Primo appuntamento ufficiale la cerimonia di apertura, che si svolgerà nel tardo pomeriggio di oggi lunedì 24, per mercoledì 26, è prevista la cena per gli equipaggi, che si svolgerà nei locali del Casinò di Sanremo. Proprio il Casinò di Sanremo insieme ad Elior Italia sono gli sponsor dello Yacht Club per la serata. Sabato 29, invece, dopo le ultime prove in mare, il campionato si chiuderà con la cerimonia di premiazione, nei locali dello Yacht Club Sanremo.
Al termine della settimana di regate verrà assegnato un Trofeo del Sanremo European IRC Championship 2019 per ciascuna classe e un Trofeo Speciale per il primo della classifica generale, che si aggiudicherà quindi anche il titolo di Campione d'Europa IRC 2019. Un premio speciale al primo classificato Corinthian (con equipaggio non professionista) andrà al miglior classificato delle classi 3 e 4.
L'Europeo IRC avrà come partner gli sponsor istituzionali dello Yacht Club Sanremo: il Comune di Sanremo, Abate Gioielli, Gruppo Cozzi Parodi, e Hotel Royal. E, per l'occasione il Casinò di Sanremo e Elior Italia SpA.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio