Mille Miglia 2016: vincono Andrea Vesco e Andrea Guerini

Numeri da record per la trentaquattresima rievocazione: 450 auto storiche, 900 partecipanti, oltre 230 comuni attraversati nei quattro giorni di gara. Sono stati 1800 gli operatori dei media accreditati, 200 in più rispetto all’edizione 2015

Brescia, 22 maggio. Andrea Vesco e Andrea Guerini con 51.542 punti, alla guida di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1931,  sono i vincitori della Mille Miglia 2016, la corsa su strada più celebre di ogni tempo che si è conclusa oggi sul traguardo di viale Venezia a Brescia.

Dopo 1800 km di strada, Vesco e Guerini si sono imposti nella trentaquattresima rievocazione della Freccia Rossa, precedendo in classifica Luca Patron ed Elena Scaramuzzi, giunti al secondo posto, su O.M. 665 Superba Sport 2000 CC del 1926, con 50.088 punti, e Giordano Mozzi e Stefania Biacca che si sono aggiudicati il terzo gradino del podio a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 Gran Sport del 1933, con 49.262 punti.

“Dopo il secondo posto della scorsa edizione, hanno dichiarato i vincitori Vesco e Guarini, quest’anno siamo riusciti a centrare la vittoria. E’ la legge dei grandi numeri e prima o poi doveva arrivare, siamo stati bravi e fortunati, anche grazie alla macchina che non ci ha mai dato il minimo problema. E’ stata una gara fenomenale”

La speciale classifica, riservata agli equipaggi interamente femminili, è stato vinta da Silvia Marini e Saskia Stoeckkelmann su Riley 12/4 Sprite del 1936 che si sono aggiudicate la Coppa delle Dame. Hanno preceduto gli equipaggi rosa formati da Loes e Annemarie Van De Velve, giunte al secondo gradino del podio, su Lagonda M 45 Rapide e dalle due pilote professioniste tedesche Susie Wolfe e Ellen Lohr, terze classificate su Mercedes-Benz 300 SL.

“Anche quest’anno il pubblico ha seguito Mille Miglia con affetto e entusiasmo, non solo nelle città sedi di tappa, ma soprattutto lungo il percorso, dove abbiamo visto tantissime persone di tutte le età aspettare il passaggio delle auto”, ha dichiarato Aldo Bonomi, Presidente di 1.000 Miglia S.r.l. Il successo della manifestazione ripaga tutti gli sforzi e il lavoro sostenuto dall’organizzazione, una macchina complessa che ha coinvolto migliaia di persone”.

 “Anche quest’anno la Mille Miglia ha fatto segnare numeri da record, ha dichiarato Andrea Dalledonne, Amministratore Delegato di 1000 Miglia S.r.l. Sono oltre 230, infatti, i Comuni attraversati nel corso della gara, 2.500 le persone coinvolte nell’organizzazione, 900 i partecipanti, provenienti da 38 nazioni, 450 le auto in gara,  appartenenti a 71 case automobilistiche, 65 vetture partecipanti al Ferrari Tribute To Mille Miglia e le 60 auto del Mercedes-Benz Challenge To Mille Miglia, 1.800 operatori dei media accreditati, circa 4.000 stanze di hotel prenotate per i giorni della corsa”

La gara partita da Brescia, si è svolta in quattro tappe: la prima giovedì 19 maggio con arrivo a Rimini. La seconda ha coinvolto Roma nella giornata di venerdì 20 maggio. La giornata di sabato 21 maggio ha visto la Freccia Rossa arrivare a Parma, terza sosta del percorso dell’edizione 2016 della celebre Mille Miglia. Oggi, domenica 22 maggio, l’arrivo a Brescia quarta e ultima tappa che ha visto finalmente abbassarsi la bandiera a scacchi per le 450 storiche vetture. Prima dell’arrivo al traguardo la Freccia Rossa ha disputato alcune prove cronometrate nell’Autodromo di Monza. La vittoria è andata all’equipaggio formato da Maurizio Colpani e Pietro Giuseppe Grumelli, su Bugatti T37.  Secondo posto a Tiberio Cavalleri e Cristina Meini, alla guida di Lancia Lamda terzi classificati Kioto e Junko Takemoto su Bugatti T 40. I vincitori sono stati premiati da Ivan Capelli, Presidente ACI Milano.

L’edizione 2016 della Mille Miglia ha visto per la prima volta disputarsi, tra le vie centrali di Brescia, il Trofeo Roberto Gaburri, primo Presidente di 1000 Miglia Srl., scomparso a gennaio.  Fortemente voluto dall’organizzazione il Trofeo, a ricordo della sua passione per le auto storiche e per l’impegno nel condurre la società che organizza la corsa, ha visto vincitore l’equipaggio formato dall’argentino Juan Tonconogy  e dall’italiana Barbara Ruffini su Bugatti T 40 del 1927.

La Freccia Rossa ha decretato anche altri vincitori, partecipanti al Ferrari Tribute to Mille Miglia e al Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge, riservati a vetture prevalentemente moderne delle due case automobilistiche: rispettivamente i due trofei sono stati vinti da Enzo e Elio Garelli su Ferrari F12 del 2016 con 19.128 punti e da Walter Perotto e Mauro Ellena alla guida di Mercedes-Benz 300 SL del 1957 con 19.133 punti.

“La generale soddisfazione e i tanti ringraziamenti ricevuti all’arrivo da parte dei partecipanti, è per noi la conferma del successo ottenuto dal lavoro degli uomini di 1.000 Miglia Srl, ai quali va il nostro plauso, ha affermato Pier Giorgio Vittorini, Presidente di ACI Brescia”

La premiazione dei vincitori della 34 edizione della Mille Miglia si è svolta presso il Teatro Grande di Brescia. 

Per consultare la classifica totale è possibile consultare il sito web www.1000miglia.it alla voce “classifiche”.

I vincitori delle tre ultime edizioni sono stati:

2015

1° posto: Juan Tonconogy e Guillermo Berisso, Bugatti T40 del 1927

2° posto: Andrea Vesco e Andrea Guerini, FIAT 514 MM del 1930

3° posto: Ezio Martino Salviato e Caterina Moglia, Bugatti T 40 del 1928

2014

1° posto: Giordano Mozzi e Stefania Biacca, Lancia Lambda tipo 221 Spider  Ca.Sa.Ro

2° posto: Alessandro Gamberini e Mirco Magni, Alfa Romeo 6C 1.750 GS Zagato del 1930

3° posto: Giovanni Moceri e Tiberio Cavalleri, Aston Martin Le Mans del 1933

2013

1° posto: Juan Tonconogy e Guillermo Berisso, Bugatti T40 del 1927

2° posto: Giordano Mozzi e Mark Gessler su Alfa Romeo Gran Sport del 1933

3° posto: Giovanni Moceri e Tiberio Cavalleri Aston Martin Le Mans

-----

La trentaquattresima rievocazione della Mille Miglia, la corsa su strada più celebre di ogni tempo, si disputa da giovedì 19 a domenica 22 maggio 2016. Rispettando la tradizione nata nel 1927, il percorso prende il via e termina a Brescia, attraversando in quattro tappe mezza Italia, prima e dopo il giro di boa a Roma. Con la sua capacità di coniugare tradizione, innovazione, creatività, eleganza, bellezze paesaggistiche, la Mille Miglia rappresenta un simbolo dell’eccellenza italiana nel mondo.

Dal 2013, la manifestazione è gestita da 1000 Miglia srl, società totalmente partecipata dall’Automobile Club di Brescia che l’ha appositamente creata nel 2012. Presieduta da Aldo Bonomi, affiancato dal vice presidente Franco Gussalli Beretta, 1000 Miglia srl ha chiuso l’ultimo bilancio con un incremento del 34% del fatturato rispetto all’anno precedente.

UFFICIO STAMPA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mille Miglia: Paolo Mazzetti, Mattia Mazza  

Sec Relazioni Pubbliche e Istituzionali: Gianluca Castelli, Marco Albanesi, Silvia Rocchi, Fausta Tagliarini

www.1000miglia.it

 

MILLE MIGLIA 2016 LA TERZA TAPPA SI STA CONCLUDENDO A PARMA

La carovana accolta da una folla festosa in una piazza Duomo gremitissima

In testa alla classifica provvisoria ancora Vesco e Guerini, con un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1931

Brescia, 21 maggio 2016 – Anche la terza tappa della trentaquattresima rievocazione della Mille Miglia è ormai prossima alla conclusione. La carovana è infatti arrivata a Parma, con le prime vetture che stanno raggiungendo la passerella posizionata di fronte al Duomo.

La giornata di oggi è stata caratterizzata dal bel tempo, che ha fatto dimenticare ai concorrenti il maltempo che aveva accompagnato i primi due giorni di gara, consentendo loro di ammirare appieno le bellezze paesaggistiche lungo il percorso della tappa odierna.

Da Roma, la carovana ha toccato Ronciglione, il Lago di Vico e Viterbo, fino a raggiungere la rocca di Radicofani, per poi tuffarsi nel cuore della Toscana. Dopo il Controllo di Piazzale Michelangelo a Firenze, la Mille Miglia a superato i Passi della Futa e della Raticosa, per poi raggiungere Bologna, Modena, Anzola dell’Emilia, Reggio Emilia, e Parma, conclusione della tappa.

Suggestivo il passaggio sui passi della Futa e della Raticosa, dove erano assiepati migliaia di appassionati di motori, cui si sono aggiunti quelli arrivati al Mugello per il GP di Motociclismo, che hanno incitato calorosamente il passaggio delle auto storiche.

Ancora tutta italiana la testa della Mille Miglia. In prima posizione Andrea Vesco e Andrea Guerini, con 42.920 punti, alla guida di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1931, mentre in seconda troviamo Luca Patron ed Elena Scaramuzzi, alla guida di una O.M. 665 Superba Sport 2000 CC del 1926, con 41.833 punti. Terza posizione invece per Ezio Martino Salviato e Maria Caterina Moglia, alla guida di una Bugatti T 40 del 1928, con 40.624. In quarta posizione l’equipaggio di Alessandro Gamberini e Gaetano Derosa, a bordo di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1930, con 40.238 punti. Quinta posizione, infine, per Giordano Mozzi e Stefania Biacca, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 Gran Sport del 1933, con 40.053 punti.

“Anche oggi, lungo il percorso della Mille Miglia i concorrenti hanno visto sfilare davanti ai loro occhi uno scenario d’arte e storia, attraversando alcune tra le più belle e suggestive località italiane, ha commentato Aldo Bonomi, presidente di 1000 Miglia Srl, Tutta la carovana Mille Miglia ha potuto ammirare le bellezze naturali della campagna toscana, dell’appennino tosco-emiliano e dell’Emilia Romagna, confermando la Mille Miglia come mezzo per la conoscenza, la promozione dei valori e delle bellezze del territorio italiano”.

L’ultima tappa - Quella di domani sarà una giornata molto intensa per gli equipaggi, che raggiungeranno Brescia attraversando Cremona e Lodi per andare poi a disputare una serie di prove nell’Autodromo Nazionale di Monza; dal circuito brianzolo le vetture toccheranno Bergamo, la Franciacorta e, infine, Brescia.

E sempre domani, durante il passaggio a Chiari, nel parco di Villa Mazzotti a tutti i concorrenti verrà donato il libro dedicato all’ideatore della Mille Miglia, Franco Mazzotti.

La realizzazione del volume è stata curata da Paolo Mazzetti, con il contributo di Franco Robecchi e Claudio Baroni. Edito dalla Compagnia della Stampa, è stato realizzato con la collaborazione del Club Mille Miglia “Franco Mazzotti”, di ACI Brescia, di 1000 Miglia Srl, del Museo Mille Miglia, del Comune di Chiari, della Camera di Commercio di Brescia e di Confartigianato.

Da domenica il libro sarà disponibile anche nelle librerie specializzate e sul sito dell’editore www.lacompagniamassetti.it

La trentaquattresima rievocazione della Mille Miglia, la corsa su strada più celebre di ogni tempo, si disputa da giovedì 19 a domenica 22 maggio 2016. Rispettando la tradizione nata nel 1927, il percorso prende il via e termina a Brescia, attraversando in quattro tappe mezza Italia, prima e dopo il giro di boa a Roma. Con la sua capacità di coniugare tradizione, innovazione, creatività, eleganza, bellezze paesaggistiche, la Mille Miglia rappresenta un simbolo dell’eccellenza italiana nel mondo.

Dal 2013, la manifestazione è gestita da 1000 Miglia srl, società totalmente partecipata dall’Automobile Club di Brescia che l’ha appositamente creata nel 2012. Presieduta da Aldo Bonomi, affiancato dal vice presidente Franco Gussalli Beretta, 1000 Miglia srl ha chiuso l’ultimo bilancio con un incremento del 34% del fatturato rispetto all’anno precedente.

Dopo il Controllo di Piazzale Michelangelo a Firenze, la Mille Miglia percorrerà i Passi della Futa e della Raticosa, per poi raggiungere Parma, conclusione della tappa.

 

 MILLE MIGLIA 2016 PARTITA LA TERZA TAPPA DA ROMA A PARMA

In testa alla classifica Vesco e Guerini, a bordo di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1931

Dopo due giorni di maltempo, oggi splende il sole sul corteo di auto storiche

Brescia, 21 maggio 2016 - È partita questa mattina da Roma la terza tappa della Mille Miglia 2016, la corsa su strada più celebre di ogni tempo. Dopo la partenza sotto la pioggia battente di giovedì a Brescia e il clima invernale che ha caratterizzato la tappa di ieri fino all’arrivo a Roma, oggi è arrivato il sole a salutare la partenza della terza tappa che, risalendo il Lazio e La Toscana, porterò il corteo fino a Parma.

Da Roma le auto hanno raggiunto prima la Tuscia, passando per Ronciglione, per poi raggiungere Viterbo, la splendida città dei Papi. Come da tradizione, a Viterbo le scuole hanno lasciato che gli studenti assistessero al passaggio della Mille Miglia, che hanno salutato festanti, sventolando le caratteristiche bandierine con la freccia rossa. Ora le auto viaggiano alla volta della Toscana, dove è previsto il passaggio a Radicofani, nella Val D’Orcia, e a Buonconvento, nella Valle dell’Ombrone. Poi attraverseranno Siena, per raggiungere Firenze, via Poggibonsi.

Da li le auto risaliranno l’appenino attraverso il Passo della Futa e poi di nuovo in Emilia Romagna, dove prima dell’arrivo a Parma le auto Mille Miglia potranno essere ammirate a Bologna, in Piazza Maggiore, ad Anzola nell’Emilia, Modena e Reggio Emilia. In ogni città, il passaggio della Mille Miglia viene salutato dall’entusiasmo del pubblico, come già accaduto nelle prime due tappe, nonostante il clima avverso.

In serata l’arrivo a Parma: le auto transiteranno prima in via Mazzini per il controllo orario, per poi dirigersi verso il Parco Ducale, dove sosteranno per la notte, prima della partenza verso il traguardo bresciano.

“Il percorso di questa terza tappa è decisamente gratificante, per la bellezza dei panorami e il piacere di guida che alcune strade sanno regalare” ha dichiarato Aldo Bonomi, presidente di 1000 Miglia Srl. Ma soprattutto, è stato l’arrivo del sole che ha reso magico e speciale il passaggio tra alcuni dei territori più belli del paesaggio italiano. Ronciglione e il Lago di Vico, Viterbo, Radicofani, Siena e Poggibonsi, così come i centri emiliani attraversati dalla tappa odierna offriranno momenti di grande emozione agli equipaggi di questa trentaquattresima rievocazione”.

Tutta italiana la testa della classifica. Fino a questo momento, la classifica provvisoria è infatti guidata da Andrea Vesco e Andrea Guerini, con 31.009 punti, alla guida di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1931, seguiti da Giordano Mozzi e Stefania Biacca, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 Gran Sport del 1933, con 30.428 punti. In terza posizione sono piazzati Luca Patron ed Elena Scaramuzzi, alal guida della loro O.M 665 Superba Sport 2000 CC del 1926, con 29.861 punti. Quarta posizione per Ezio Martino Salviato e Maria Caterina Moglia, alla guida di una Bugatti T 40 del 1928, con 29.681 punti, e in quinta l’equipaggio di Alberto Riboldi e Paolo Sabbadini, con 29.660 punti, a bordo di una O.M. 665 Superba Torpedo 2000 CC, costruita nel 1926.

 

MILLE MIGLIA 2016 PARTITA LA SECONDA TAPPA DA RIMINI A ROMA

Tre equipaggi italiani in testa alla classifica, prima posizione per l’Alfa Romeo 6C 1500 Gran Sport degli italiani Mozzi e Biacca. Stasera passerella romana lungo via Veneto

Brescia, 20 maggio 2016 - È partita questa mattina da Rimini la seconda tappa della Mille Miglia 2016, la corsa su strada più celebre di ogni tempo.

Dopo avere lasciato Rimini, gli equipaggi si sono diretti verso San Marino, per la prima volta le vetture storiche hanno attraversato il Titano, insolitamente avvolto da una fitta coltre di nebbia. Una seconda tappa della Mille Miglia praticamente in versione quasi scozzese, e anche la Rocca – la più antica e la più grande delle tre costruiter a San Marino – era avvolta dalla nebbia, offrendo uno scenario particolarmente suggestivo ai concorrenti.

Da San Marino la carovana ha poi proseguito verso le Marche, alla volta di Roma. La carovana di splendide auto storiche toccherà alcuni tra i centri più suggestivi e paesaggisticamente rilevanti della regione. Da Senigallia a Loreto fino a Recanati, per poi passare a Macerata, Civitanova Marche , Fermo e San Benedetto del Tronto.

Da li, le auto rientreranno poi verso l’interno, dove sono previsti passaggi a Antrodoco e Rieti, prima di arrivare in serata al traguardo romano di Villa Borghese, dove è prevista la consueta passerella lungo via Veneto.

La classifica provvisoria vede al momento tre equipaggi italiani in testa alla corsa: prima in prima posizione troviamo infatti l’equipaggio composto da Giordano Mozzi e Stefania Biacca, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 Gran Sport del 1933, con 12.475 punti. In seconda posizione per Ezio Martino Salviato e Maria Caterina Moglia, alla guida di una Bugatti T 40 del 1928, con 12.052 punti, seguiti da Andrea Vesco e Andrea Guerini, con 12.005 punti, alla guida di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1931. In quarta posizione l’equipaggio italo tedesco di Giuliano Canè e Klaus Peter Reichle, che alla guida di una Bugatti T 37 del 1927, hanno totalizzato 11.808 punti.  A seguire, con 11.748 punti, Sergio Sisti e Anna Gualandi, a bordo di una Lancia Lambda Tipo 221 Spider del 1929.

“Siamo impazienti di seguire gli sviluppi della gara e l’evolversi della classifica in questa seconda giornata di gara, che prevede numerose prove cronometrate che metteranno alla prova non solo i concorrenti, ma anche le loro vetture”, ha dichiarato Andrea Dalledonne, amministratore delegato di 1000 Miglia Srl.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio