Leopoldo Sirolli & Edoardo Paci, gli "acrobati" della vela giovanile

20190529 52E' stata una tappa sofferta quella del Campionato laziale dell'imbarcazione giovanile 29er che si è disputata domenica al Tognazzi Marine Village, sul litorale romano, all'altezza del Villaggio Tognazzi. Dopo un primo rinvio per maltempo due settimane fa, domenica le condizioni meteo hanno reso incerta la disputa della regata fino all'ultimo; poi, poco dopo le 14.00, si è alzato un vento leggero, sufficiente a consentire ai ventiquattro atleti la disputa di due delle tre prove in programma. La barca acrobatica giovanile, con due persone d'equipaggio, rappresenta un "doppio" in forte espansione grazie alle sue qualità di barca planante, in grado di garantire il massimo divertimento per chi vie è a bordo.
La sfida in acqua ha visto gli equipaggi nelle prime tre posizioni contendersi sino all'ultimo la vetta della classifica. Ad avere la meglio nella prima prova di giornata è stata la coppia del Tognazzi Marine Village ASD con Diletta Polverini al timone ed Eleonora Di Silvio a prua, seguite dai formiani Flavio Rossetti e Pierpaolo Zaccaria. I fratelli romani Tommaso e Leonida Zullo (Centro Velico 3V) hanno tagliato il traguardo in terza posizione, lasciandosi alle spalle i padroni di casa Leopoldo Sirolli e Edoardo Paci. Questi ultimi sono riusciti a portare meglio l'imbarcazione acrobatica nella seconda prova di giornata in cui hanno sbaragliato i concorrenti, effettuando per primi il percorso di regata e aggiudicandosi cosi la tappa del circuito regionale, ad un solo punto dalle compagne di squadra Polverini-Di Silvio che hanno portato a casa l'argento e il premio per il primo equipaggio femminile. Rossetti e Zaccaria si sono così dovuti accontentare del bronzo, seppure abbiano chiuso la classifica a pari punti con l'equipaggio secondo classificato. Il Campionato regionale promosso dal Comitato FIV IV Zona Lazio proseguirà il prossimo 29 giugno nelle acque del Golfo di Formia.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio