Il Racing Team Yacht Club Adriaco tra i protagonisti sui campi di regata di diverse classi

20190611 56Trieste, 9 giugno 2019 - Si conclude con grande soddisfazione una delle settimane agonisticamente più calde della stagione per il Racing Team Yacht Club Adriaco che, negli ultimi 10 giorni, è stato impegnato contemporaneamente su diversi campi di regata nazionali e internazionali incassando successi e risultati importanti.
Dopo l'ennesima vittoria ottenuta lo scorso fine settimana dal J70 White Hawk di Gianfranco Noè nella divisione corinthian (di cui è attuale leader della ranking italiana di categoria) sul campo di regata di Malcesine nella terza tappa del circuito italiano J70 e dopo il primo posto nella 500 x 2 in classe IRC del Pogo 30 Angelo di Federico d'Amico, l'attenzione si è spostata tutta sul campo di regata del Campionato del Mondo Orc di Sebenico, conclusosi ieri, in cui hanno regatato quattro team di armatori dell'Adriaco e diversi soci.
Obiettivo centrato per lo Yacht Club Adriaco che voleva una medaglia per una delle imbarcazioni con il proprio guidone e l'ha ottenuta grazie a una grande prestazione di Lady Day 998 di Corrado Annis che ha chiuso questa sfida con il bronzo nella divisione corinthian del gruppo C, lo stesso in cui erano presenti anche il J109 modificato Sagola 60 di Massimo Minozzi e l'X35 Mimosa di Giulio Tarabocchia. Un filo di rammarico per Rebel di Manuel Costantin che è rimasto ai piedi del podio, per un solo punto, dopo una combattutissima lotta nel gruppo B.
Tra i soci Yacht Club Adriaco che hanno regatato a Sebenico andando a medaglia a bordo di scafi di armatori di altri Club il metallo più prezioso lo conquista Jacopo Ciampalini sempre nella divisione corinthian del gruppo A in cui ha trionfato con WB Seven l'XP44 del pescarese Gianclaudio Bassetti mentre un altro socio Adriaco, Filippo Simoni, si mette al collo l'argento corinthian del gruppo B dove era a bordo del Dufour 34 modificato del Northern Light Sailing Team.
Corrado Annis armatore e timoniere di Lady Day 998 – "Siamo molto soddisfatti per come abbiamo gestito questo Campionato pur se non sempre assistiti dalla fortuna come è accaduto nella regata offshore in cui potevamo fare meglio e dove abbiamo perso punti preziosi mentre i migliori parziali li abbiamo sempre ottenuti nei bastoni dove siamo stati estremamente competitivi; proprio nelle prove tecniche ci siamo espressi al meglio, regatando in attacco e riuscendo costantemente a rimontare la classifica generale fino ad ottenere questo per noi importantissimo bronzo tra i team corinthian. Chiudiamo questo Mondiale disputato su un campo di regata spettacolare, assolutamente felici e con grande entusiasmo per i prossimi impegni della nostra stagione che non è ancora conclusa e che ci vedrà, insieme agli atri armatori del Club, al via di un altro grande appuntamento in Adriatico, la Settimana Velica Internazionale 2019 nelle acque di casa di Trieste".
Negli stessi giorni di Sebenico il guidone del Club è stato presente anche sul campo di regata delle classi olimpiche nell'ultimo appuntamento della World Cup 2019 di Marsiglia con Francesca Bergamo in coppia con Alice Sinno nella classe 49FX. Giunto in medal race l'equipaggio azzurro ha centrato un ottimo sesto posto finale che permette al team Bergamo / Sinno di guardare con fiducia ai prossimi impegni della lunga stagione che, nell'anno preolimpico, culminerà con il Campionato Mondiale a Auckland (Nuova Zelanda) a fine novembre.
Nulla di fatto invece quest'oggi sul campo di regata optimist del Trofeo Baron Banfield under 15 organizzato dall'Adriaco dove il grande assente è stato il vento che non ha permesso di disputare alcuna prova.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio