J/70 European Championship, a Malcesine si inizia in slow motion: Calvi Network è settimo

20190626 60Malcesine, 25 giugno 2019 - Che Peler e Ora fossero in vena di capricci lo si sapeva sin da ieri: i bollettini meteo erano infatti concordi nell'ipotizzare una Malcesine strozzata dall'afa, avara di brezza e, di conseguenza, di emozioni in vela. Così è stato: l'apertura del J/70 European Championship, evento organizzato dalla Fraglia Vela Malcesine in collaborazione con la Classe Italiana J/70 che conta sulla presenza di ben centoventicinque equipaggi, ha dovuto scendere a patti con una timida brezza da sud, inconsistente al punto da permettere lo svolgimento di due prove, la prima delle quali accorciata addirittura alla seconda boa di bolina.
Condizioni complicate, che hanno visto issarsi al comando della provvisoria un sorprendente Alice (Eulisse-Benussi, 4-1), mai così competitivo tra le boe della classe, seguito da J-Curve (Roversi-Weiller, 1-6) e dagli spagnoli di Marnatura 1 (Bugallo-Basadre, 7-1).
Calvi Network (Alberini-Hmeljak, 8-7), apparso un po' in affanno durante le fasi iniziali di entrambe le prove, vanta parziali tali da farlo attestare all'ottavo posto della classifica provvisoria: un risultato incoraggiante, specie se valutato alla luce di quanto visto tra le boe, dove l'equipaggio di Carlo Alberini è stato abile e costante nel recuperare svariate posizioni.
Il Campionato Europeo J/70 riprenderà domani alle 13 con la seconda e ultima giornata di qualificazione: a seconda del numero di prove disputate si scoprirà se da giovedì si ripartirà con la classifiche azzerate o se i team si porteranno nelle Gold e Silver Fleet i risultati sin lì maturati.
A Malcesine, a bordo di Calvi network regatano Carlo Alberini, Karlo Hmeljak, Stefano Cherin e Sergio Blosi.
La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Calvi Network, Titanium International Group, TiFast, Lift-Tek, Ilva Glass, Iconsulting, Mureadritta, Officine Belletti e Meteomed.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio