Conclusa con 10 prove la regata Open skiff al Circolo Vela Arco, la prima nazionale FIV post-covid

20200723 01Nina Tripepi, Luigi Veniero e Matteo Lubrano Lavadera i vincitori delle categorie Under 13 Prime, Under 13 e Under 17. Vento da nord e tre ulteriori regate nell’ultimo giorno.

Lido di Arco (TN) - Il Garda Trentino ha regalato altre tre fantastiche giornate alla sessantina di giovani velisti arrivati da tutta Italia per partecipare alla regata nazionale FIV del singolo Open Skiff, manifestazione organizzata dal Circolo Vela Arco, su delega della Federazione Italiana Vela, per bambini e ragazzi dagli 8 ai 17 anni, impegnati su questa barca veloce, acrobatica e divertente. Dopo le prime due giornate in cui si è regatato nel classico orario dalle 13 alle 17 circa disputando 7 regate (4+3), mercoledì, ultimo giorno in programma, le condizioni sono state opposte dato che è stata data partenza alle 8:30 con il vento da nord, più rafficato e con acqua piatta rispetto all”ora” del pomeriggio. Condizioni che hanno fornito un range di prove diverse tra loro e dato la possibilità a tutti di mostrare il valore tecnico in campo con ulteriori tre regate per un totale di 10 prove e l’applicazione di 2 scarti. Il campo di regata è stato posizionato con le nuove boe elettriche del Consorzio Garda Trentino Vela, che hanno mantenuto la posizione GPS con una facilità di utilizzo tale da rendere efficace e rapida la comunicazione tra Comitato di Regata e posaboe, che hanno dovuto velocemente adeguarsi a questi nuovi mezzi, la vera novità delle regate sul Garda Trentino, tratto di lago che ha profondità che arrivano anche oltre i 200 metri. Da segnalare che anche la pilotina di partenza ha mantenuto la posizione governata da segnale GPS, sincronizzato con motore elettrico installato a prua.

Le regate, i podi

Nelle categorie Under 13 Prime e Under 17 la classifica è rimasta invariata rispetto al secondo giorno, con vittoria confermata rispettivamente della giovanissima atleta del Circolo Vela Arco e arcense Nina Tripepi e Matteo Lubrano Lavadera dall’Isola di Procida (Lega Navale Procida). Per quanto riguarda la categoria dei più piccoli (8-9 anni), Nina ha mantenuto fin dal primo giorno la testa della classifica, finendo dopo 10 regate davanti a Edoardo Savoldini (AN Sebina). Anche negli under 17 Matteo Lubrano Lavadera (LNI Procida), dopo esser passato in testa nel secondo giorno non ha mollato la presa sugli inseguitori, Manuel De Felice (CN Monte Procida) e Rebecca Orsetti (LNI S. Benedetto del Tronto), che è riuscita a condurre una regata in recupero riuscendo con l’ultima giornata a superare De Felice e aggiudicarsi la seconda posizione generale, grazie ad un 2-1 rispettivamente di regata 6-7 e infine 8-9. De Felice ha dato il massimo nel finale, chiudendo con la vittoria della decima ed ultima regata, finendo ad un solo punto di distacco dalla Orsetti. “Siamo la prima classe velica ad aver organizzato un evento nazionale FIV dopo il lockdown” - ha annunciato alla premiazione la segretaria generale della classe Open Skiff Laura Pennati - Ringrazio il Circolo Vela Arco e il suo Presidente Carlo Pompili per aver organizzato così meravigliosamente questo evento in così poco tempo; sono state tre giornate molto impegnative, ma che hanno permesso di vedere realizzato un evento bellissimo. Grazie a tutti i genitori, coach, ragazzi e Ufficiali di Regata della Federazione Italiana Vela, per aver permesso tutto questo!”.

Prossimo appuntamento con le regate al Circolo Vela Arco sarà all’insegna della velocità e delle barche acrobatiche dal 28 al 30 luglio con la  Nazionale 29er, Nacra 15, 49er e 49er FX per poi proseguire con la regata clou “Ora Cup Ora” della classe Optimist in programma dal 7 al 9 agosto.

photo credit: Elena Giolai©

CLASSIFICHE: http://www.circolovelaarco.it/images/FINALI_REGATA_NAZIONALE_OPEN_SKIFF_2020_at_Circolo_Vela_Arco_2020.pdf

Ufficiali di Regata FIV Federazione Italiana Vela

Presidente CDR Eugenio Valsecchi

Eros Angeli

Alessandra Pompili

Arbitri:

Luigi Bertini

Federico Osti

Mercoledì la conclusione della regata nazionale Open Skiff, con le ultime prove previste la mattina

Martedì realizzate altre tre regate con vento sui 14 nodi in calare sul finale; cambio al vertice tra gli under 17 con Matteo Lubrano Lavadero passato primo, mentre Alice Caronna passa in testa negli under 13. 

Ancora prima tra gli "under 13 Prime” la portacolori del Circolo Vela Arco, nonchè arcense, Nina Tripepi

Lido di Arco (TN) - Un avvio di stagione perfetto per la sessantina di giovani regatanti presenti al Circolo Vela Arco, sul Garda Trentino, che in questo inizio settimana stanno trovando condizioni di vento ideali per la loro età e abilità, in occasione della prima regata nazionale della deriva semi-acrobatica "Open Skiff". Se lunedì sono state disputate quattro regate con vento piuttosto forte sui 14-16 nodi, oggi si è ripetuta la situazione soprattutto nella prima prova di giornata, mentre nelle successive il vento è andato via via calando, permettendo così anche ai più leggeri e a quelli meno esperti di navigare con più convinzione e sicurezza. La flotta, che in situazioni normali avrebbe dovuto iniziare con la prima regata a marzo, bisogna dire che in queste prime due giornate al Circolo vela Arco è stata ripagata della lunga, inusuale, nonchè pesante attesa, perchè finora il Garda Trentino ha regalato condizioni davvero bellissime per il tipo di barca e per l’età dei partecipanti. 

Con le ulteriori tre regate disputate martedì la situazione al vertice della classifica generale è leggermente cambiata con un cambio di testimone nella categoria under 13 e under 17: tra i più piccoli c’è stato un sorpasso “in rosa” ad opera della palermitana del Circolo Vela Sicilia Alice Caronna, che con due primi e un quarto di giornata è passata in testa con due punti di vantaggio sul concittadino Luigi Veniero (Vela Club Palermo). Ad un solo punto grazie ad un’ottima giornata (2-3-1) segue Matteo Attolico (LNI Procida). 

Grinta da vendere per la giovanissima arcense Nina Tripepi, in testa tra gli under 13 Prime (8-9 anni).

Tra gli under 17 De Felice (CN Monte Procida) dopo il poker di lunedì ha sofferto il vento più leggero e con tre sesti ha dovuto cedere la leadership a Matteo Lubrano Lavadera (LNI Procida). Ora sono 2 i punti che separano i due timonieri, che però sono tallonati da Rebecca Orsetti (LNI S. Benedetto del Tronto), che dopo il “DNF” (do not finish) di lunedì si è ripresa con un 5-2-1, che l’ha portata ad 1 solo punto dal secondo. Dopo la terza prova di giornata è arrivato un temporale, che ha rinfrescato la giornata piuttosto calda e ha costretto il Comitato di Regata FIV Federazione Italiana Vela a fermare le regate a tre sulle 4 possibili. Proprio per il cambiamento del tempo, mercoledì -ultimo giorno di regate in programma - è stato deciso di dare la partenza la mattina alle 8:30, considerando il fatto che facilmente ci sarà vento da nord mattutino. In tutte le categorie il podio è tutto da decidere.

Sport e turismo: mai così importante l’impegno dei circoli velici nell’organizzazione di regate

Dopo il week end appena trascorso in cui due circoli dell’Alto Garda hanno coinvolto regatanti, accompagnatori, famiglie e coach per l'Italiano Melges 24 e il Campionato Interzonale Techno 293, il Circolo Vela Arco è andato oltre, organizzando la sua prima regata, riservata ai giovanissimi, durante la settimana. Un fatto non di poco conto se si pensa alle attività commerciali e ricettive collegate, che si trovano le tanto attese presenze settimanali, grazie alle regate. Per i circoli velici, che sono tornati da poco  operativi nell’organizzazione di eventi, d’ora in poi sarà un impegno continuo tra regate nazionali e internazionali e corsi di vela, oltre all’ospitalità di tante squadre, dagli Optimist alle Classe Olimpiche, che stanno tornando sul Garda per allenarsi.

a cura di Elena Giolai

free joomla templatesjoomla templates
2020  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio