Vela Olimpica: Kiel Week Day 4, 3,2 e 1 - Finale Azzurro Vivo

20200914 09Conclusa la Kieler Woche 2020 in versione autunnale causa Covid: vela azzurra positiva. Vittoria netta per Ruggero Tita e Caterina Banti sul catamarano Nacra 17. La bella sorpresa di Jana Germani e Giorgia Bertuzzi, 6° nell'acrobatico 49er FX. Chi sono le giovanissime sorprese della vela. Nel Laser Standard bene Alessio Spadoni (8°), Giovanni Coccoluto (11°), Marco Gallo (13°). Le dichiarazioni dei protagonisti

Kiel si chiude con un gran finale sinfonico della vela azzurra, che torna a casa con una vittoria schiacciante sul catamarano misto foiling Nacra 17 grazie a Ruggero Tita (Fiamme Gialle) e Caterina Marianna Banti (CC Aniene), tornati la coppia imprendibile vista in gran parte del quadriennio, e con ottimi piazzamenti nella classe acrobatica femminile 49er FX grazie alla bella sorpresa delle giovanissime Jana Germani (Sirena) e Giorgia Bertuzzi (FV Malcesine), seste; e infine nel singolo maschile Laser Standard, con l'8° posto finale di Alessio Spadoni.

Nacra 17 catamarano misto foiling (25 equipaggi)

Sono tornati i dominatori del quadriennio: Ruggero Tita e Caterina Banti (Fiamme Gialle-Aniene) (3-1 di giornata) volano più e meglio, collezionano 7 primi su 12 prove e annichiliscono con una prova di anticipo tutti i fortissimi rivali, tra i quali due delle tre medaglie olimpiche di Rio 2016 e i campioni mondiali inglesi John Gimson e Anna Burnet, alla fine secondi. Terzi i tedeschi Paul Kohlhoff e Alica Stuhlemmer, molto in crescita. Quarto l'oro di Rio 2016 Santiago Lange e Cecilia Carranza (ARG), quinti il bronzo di Rio Thomas Zajac e Barbara Matz (AUT). Importante il 6° posto finale degli altri azzurri Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (Fiamme Azzurre-Aniene) (4-2 di giornata), campioni del mondo 2019.

Solo 5 punti fuori dalla top-10 i giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma), 11° (9-13 di giornata) penalizzati dal ritiro di ieri per la rottura del bompresso.

PARLA CATERINA BANTI - La prodiera di Ruggero Tita raggiunta telefonicamente al termine del consueto controllo anti-doping al rientro dalle regate, ha detto: "Sicuramente siamo molto contenti, perchè era la prima regata internazionale dopo il lunghissimo periodo di stop, e perchè le ultime due regate lo scorso inverno dall'altra parte del mondo non erano state molto positive. Significa che il lavoro fatto in questi mesi ha dato i suoi frutti e siamo sulla strada giusta.

Non sono state condizioni facili, Kiel è un campo di regata difficile, ma ci siamo divertiti cercando di fare il nostro meglio, ed è andata bene.

Il livello della regata è stato molto alto, noi ci siamo allenati per un mese e mezzo in Italia con l'inglese Gimson che è arrivato secondo, con Santiago Lange, quarto e con gli austriaci, quinti.

Adesso torniamo in Italia e la prossima settimana saremo al CICO (Campionato Italiano Classi Olimpiche) a Follonica. Poi avremo un appuntamento importante a fine settembre, il campionato europeo in Austria."

49er FX doppio acrobatico femminile (52 equipaggi)

Vittoria tedesca con Tina Lutz e Susann Beucke, seconde le statunitensi Stephanie Roble e Maggie Shea, terze le inglesi Charlotte Dobson e Saskia Tidey, tutte atlete abituate al vento forte. Sontuosa la firma finale delle giovanissime azzurre Jana Germani e Giorga Bertuzzi (Sirena-FV Malcesine), che con vento teso e acqua piatta hanno regatato d'autorità con due secondi posti nelle regate finali, e mandando agli archivi un brillante 6° in generale. Le altre italiane: 13° Alexandra Stalder e Silvia Speri (Marina Militare) (19-22 di giornata), 19° Carlotta Omari e Matilda Distefano (Fiamme Gialle-Triestina Vela) (15-19).

JANA GERMANI E GIORGIA BERTUZZI, LA BELLA SORPRESA - Nell'acrobatico 49er FX femminile è arrivato un altro bellissimo piazzamento, in buona parte inatteso. Alla vigilia di Kiel, su questo stesso campo di regata, si erano messe in evidenza Alexandra Stalder e Silvia Speri, vincendo il warm-up. Ma nei giorni della Kieler Woche sono salite alla ribalta altre due veliste azzurre, giovanissime, che hanno regatato con autorevolezza, restano in zona podio e chiudendo alla fine al 6° posto.

La triestina Jana Germani, 21 anni (CNT Sirena), e la gardesana Giorgia Bertuzzi, 19 (Fraglia Vela Malcesine) hanno stupito tutti regatando senza timore reverenziale contro equipaggi fortissimi, hanno battuto tra le altre le campionesse mondiali Tamara Echegoyen e Paula Barcelò.

CHI SONO JANA E GIORGIA - Jana e Giorgia navigano insieme da pochi mesi, questa di Kiel è stata la prima regata internazionale e la seconda in assoluto dopo una nazionale ad Arco.

Emergono dettagli singolari: Giorgia quest'anno ha avuto l'esame di maturità, già reso particolare dal momento sanitario complicato, per la quale ha chiesto e ottenuto di spostare la data, in modo da poter partecipare a uno dei raduni della squadra olimpica sul Garda.

Jana ha iniziato la vela sull'Optimist, e poi è stata quattro anni sul 420 al timone, ottenendo due qualifiche ai Mondiali. Anche Giorgia ha fatto un percorso analogo: Optimist e 420, col ruolo di prodiera. Prima di incontrare Giorgia, Jana ha navigato un paio di anni sul 49er FX a prua di Maria Ottavia Raggio.

PARLANO LE AZZURRE - Jana Germani: "Siamo venute a Kiel senza aspettative particolari, non avevamo neanche idea del nostro livello al cospetto con le altre, tutte più esperte. Un'altra incognita era il mio stare al timone in regate con una flotta numerosa, era la prima volta. Poi abbiamo visto che le scelte tattiche si rivelavano giuste, siamo state contente della velocità con vento. Ora sono felice, ho sempre voluto stare al timone, è il ruolo nel quale mi riconosco, con Giorgia ci siamo trovate al momento giusto. Torniamo a casa con molta umiltà, sappiamo che dobbiamo imparare ancora tantissimo."

Giorgia Bertuzzi: "Siamo felici, sorprese, sinceramente non ci aspettavamo un risultato come questo, dopo appena poche decine di uscite insieme sul 49er FX."

Laser Standard maschile (totale 105 iscritti)

Finisce con la vittoria dell'idolo di casa, il tedesco Philipp Buhl davanti a due inglesi, Elliott Hanson e Michael Beckett. Positivo anche se con un leggero aggiornamento in negativo delle classifiche il bilancio dei timonieri italiani: Alessio Spadoni (CC Aniene) chiude all'8° posto (12-11 di giornata), e Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle) all'11° (15-32). Cresce nel finale anche Marco Gallo (Fiamme Gialle), 13° finale (10-8). I piazzamenti finali degli altri italiani: 21° Gianmarco Planchesteiner (Fiamme Gialle), 27° Dimitri Peroni (FV Malcesine), 50° Matteo Paulon (YC Cannigione).

Laser Radial femminile (46 iscritte)

Sorpasso finale della danese Anne-Marie Rindom sull'olandese Marit Bouwemeester (sono rispettivamente l'argento e l'oro di Rio). Terza l'ungherese Maria Erdi. Le azzurre: 16° posto per Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) (13-12 di giornata), ), 21° Joyce Floridia (Fiamme Gialle) (11-14), 22° Carolina Albano (Fiamme Gialle) (26-23) 36° Francesca Frazza (FV Riva) (25-40).

49er doppio acrobatico maschile (56 equipaggi)

Vittoria danese con Jonas Warrer e Jacob Precht Jensen, secondi con rimonta finale gli spagnoli Diego Botin e Iago Lopez Marra, terzi i francesi Lucas Roual e Emile Amoros.

Gli azzurri in Finale con la flotta Gold chiudono quasi appaiati in classifica al 17° posto Uberto Crivelli Visconti e Leonardo Chistè (Marina Militare-FV Riva) (15-15 di giornata), 18° Simone Ferrarese e Jimmy Togni (CV Bari-Marina Militare) (3-13).

Nella flotta Silver 31° Matteo Barison e Nicola Torchio (FV Malcesine-SG Salò), 33° Marco Anessi e Edoardo Gamba (AN Sebina-FV Malcesine).

IL COMMENTO DEL DT - Il Direttore Tecnico della vela olimpica azzurra Michele Marchesini, dopo gli appelli alla concentrazione, ha commentato brevemente il risultato alla Kieler Woche: "Era la prima regata, inseguita, voluta, una verifica delicatissima dopo la lunga sosta. Possiamo dire di aver lavorato bene durante il lockdown. Sono stati bravi gli atleti, i tecnici, nel gestire lo stop senza fermarsi mai, e abbiamo scelto i tempi e i modi giusti per riprendere gli allenamenti della squadra."

VELA OLIMPICA: KIEL WEEK DAY 3

Penultimo giorno di regate per le classi olimpiche a Kiel (GER): vento forte e azzurri ok. Ruggero Tita e Caterina Banti allungano in testa nel catamarano Nacra 17. Alessio Spadoni (6°) e Giovanni Coccoluto (8°) entrambi nella top-ten dei Laser.Jana Germani e Giorgia Bertuzzi, tengono duro: sono al 7° posto nell'acrobatico 49er FX. Il DT Michele Marchesini: "Altra giornata difficile e positiva. Restiamo concentrati”. Arriva il vento forte a Kiel, dai 15 nodi delle prime regate si è arrivati fino a 25 con raffiche a 30 nodi sul finire del programma. Una giornata ricca di prove che ha regalato fatiche e soddisfazioni ai velisti e spettacolo al pubblico, che sta seguendo sulla rete le regate in diretta streaming.

Continua il buon comportamento dei velisti azzurri presenti a Kiel: con una sola giornata di regate ancora da disputare, abbiamo cinque equipaggi nella top-10 delle classifiche in tre classi. Si rafforza il primato in testa alla classifica del catamarano misto foiling Nacra 17 per Ruggero Tita e Caterina banti (Fiamme Gialle - CC Aniene), mentre nel singolo Laser Alessio Spadoni (6) e Giovanni Coccoluto (8) sono tra i primi dieci, e infine nell'acrobatico 49er FX femminile le giovani Jana Germani e e Giorga Bertuzzi (Sirena-FV Malcesine), si difendono alla grande nella giornata di ventone, e pur perdendo il posto sul podio mantengono un ottimo 7° posto.

Anche il DT azzurro Michele Marchesini alla fine della terza giornata della Kieler Woche, resta prudente e ripete la massima di ieri: "Un'altra giornata difficile, e ancora positiva per noi. Restiamo concentrati."

Nacra 17 catamarano misto foiling (25 equipaggi), 3 team italiani

Quattro regate corse, tre delle quali vinte trionfalmente: Ruggero Tita e Caterina Banti (Fiamme Gialle-Aniene) sembrano tornati la coppia imprendibile vista in gran parte del quadriennio. La tripletta che ha chiuso la loro giornata (7-1-1-1) ha lasciato a distanza tutti i fortissimi rivali (comprese due delle tre medaglie olimpiche di Rio 2016). I primi inseguitori degli azzurri sono gli inglesi Gimson e Burnet, secondi staccati di 12 punti. Terzi i tedeschi Kohlhoff-Stuhlemmer a 21 punti. Su alti livelli anche Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (Fiamme Azzurre-Aniene), che sono al 6° posto (11-4-5-4 i piazzamenti di giornata) a soli 16 punti dal podio.

Sfortunati nel finale di giornata i giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma), costretti al ritiro nella terza prova per la rottura del bompresso, avaria che gli ha impedito anche di partire per la quarta e ultima manche del giorno. Sono al 12° posto e solo questo contrattempo impedisce di vedere tutti e tre i catamarani italiani nei primi 10 della classifica.

Laser Standard maschile (totale 105 iscritti), 9 timonieri italiani

La grande flotta di Laser ha iniziato le finali con cinque dei sei timonieri azzurri promossi nella categoria Gold (i migliori 40 dopo le qualifiche). Tre prove molto fisiche in condizioni dure che hanno ridisegnato la classifica. In testa ora c'è l'inglese Beckett, davanti al tedesco Buhl e all'altro inglese Hanson, tutti in soli 5 punti. Una grande giornata (4-8-2 di manche) consente ad Alessio Spadoni (Aniene) di scalare la classifica dal 13° al 6° posto assoluto. Più dura con il vento forte per Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle) che però si difende (13-24-18) e chiude la giornata all'8° posto. 16° Marco Gallo (Fiamme Gialle) (17-16-15 di giornata), 20° Gianmarco Planchesteiner (Fiamme Gialle) (24-17-17), 27° Dimitri Peroni (FV Malcesine) (18-27-30). Unico in flotta Silver è Matteo Paulon (YC Cannigione), 54° assoluto (17-15-7 di flotta)

49er FX doppio acrobatico femminile (52 equipaggi), 4 team italiani

Quattro regate impegnative anche per le ragazze della deriva acrobatica, con tutti e tre gli equipagi italiani in flotta Gold. Volano in testa le tedesche Lutz e Beucke, appena davanti alle statunitensi Roble e Shea, grandi protagoniste di giornata con due primi e un secondo e alle inglesi Dobson e Tidey, tutte atlete abituate al vento forte. Le giovani azzurre Jana Germani e Giorga Bertuzzi (Sirena-FV Malcesine) che erano terze, non sono crollate e hanno retto il confronto, superando anche un brutto inizio di giornata senza farsi condizionare e restando regolari (26-7-7-7), e adesso sono al 7° in generale a 13 punti dal podio. Per loro Kiel resta molto positiva. Appena fuori dalla top-ten (11°) Alexandra Stalder e Silvia Speri (CN Bardolino-FV Peschiera) (14-11-6-10 di giornata). Si difendono anche Carlotta Omari e Matilda Distefano (Fiamme Gialle-Triestina Vela), specialiste con vento leggero, che sono al 18° posto (13-12-26-13).

Laser Radial femminile (57 iscritte), 4 timoniere italiane:

Terzetto di testa con piccoli aggiustamenti: sempre prima Marit Bouwemeester, seconda la danese Anne-Marie Rindom che supera l'ungherese Maria Erdi, terza. Le azzurre: 17° posto per Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) che resta in ombra (20-36-25 di giornata), 20° Carolina Albano (Fiamme Gialle) più in palla (13-16-21), 22° Joyce Floridia (Fiamme Gialle) (22-24-18) e sempre 36° Francesca Frazza (FV Riva) (42-42-36).

49er doppio acrobatico maschile (56 equipaggi), 4 equipaggi italiani

Sempre primi i danesi Jonas Warrer e Jacob Precht Jensen, secondi gliolandesi Lambriex e Vugt e terzi i francesi Roual e Amoros.

Due dei quattro equipaggi azzurri in Finale con la flotta Gold dei migliori: al 18° posto Uberto Crivelli Visconti e Leonardo Chistè (Marina Militare-FV Riva) con prove in miglioramento (21-16-14-10), 21° Simone Ferrarese e Jimmy Togni (CV Bari-Marina Militare) (24-15-17-11).

Nella flotta Silver (due sole prove disputate) i due equipaggi giovani alle prime esperienze internazionali: 28° Matteo Barison e Nicola Torchio (FV Malcesine-SG Salò) (2-7), e 36° Marco Anessi e Edoardo Gamba (AN Sebina-FV Malcesine) (13-RET).

Domenica 13 settembre la Kieler Woche 2020 chiude con due prove in programma per tutte le classi, il programma parte dalle 9:30 per la classe 49er FX, quindi alle 10:00 sarà la volta dei Laser Standard maschili e Radial femminili, poi alle 10:30 tocca ai Nacra 17 e alle 11:00 ai 49er maschili.

VELA OLIMPICA: KIEL WEEK DAY 2

Secondo giorno di regate per le classi olimpiche a Kiel (GER): tre zone podio per gli azzurri. Ruggero Tita e Caterina Banti primi nel Nacra 17; Giovanni Coccoluto terzo nei Laser. Grande giornata per Jana Germani e Giorgia Bertuzzi, terze nell'acrobatico 49er FX. Il DT Michele Marchesini: "Giornata difficile, giornata positiva”.

Kiel prosegue con vento imprevedibile, oggi ha soffiato da terra con intensità variabile e soprattutto con molti cambi di direzione che hanno reso le regate spesso delle vere e proprie lotterie. I salti di vento, del resto, sono il bello della vela agonistica, i migliori velisti sono quelli capaci di interpretare al meglio il suo umore, insieme a tutte le infinite variabili che si trovano sul campo di regata. Il day 2 di Kiel è stato in fondo una grande festa per gli atleti della vela olimpica, tornati a confrontarsi dopo mesi di sosta forzata.

I velisti azzurri presenti a Kiel confermano quanto di buono avevano fatto nella prima giornata, e a metà della serie occupano tre posizioni in zona podio. Ruggero Tita e Caterina banti (Fiamme Gialle - CC Aniene) sono sempre leader sul catamarano Nacra 17; Giovanni Coccoluto cede il primo posto ma resta ottimo terzo nel singolo Laser; infine super giornata per le giovani Jana Germani e e Giorga Bertuzzi (Sirena-FV Malcesine), che si siedono in un prestigioso terzo posto dopo 6 prove complessive nella classe acrobatica 49er FX.

Il Direttore Tecnico della vela olimpica azzurra Michele Marchesini alla fine della seconda giornata della Kieler Woche, la kermesse in Germania che vede finalmente il ritorno in regata per le classi veliche a cinque cerchi, è criptico ed ermetico: "E' stata una giornata molto difficile, per le condizioni del vento da terra. E una giornata molto positiva per i nostri velisti."

Ecco il dettaglio delle classi.

Nacra 17 catamarano misto foiling (25 equipaggi), 3 team italiani

Ruggero Tita e Caterina Banti (Fiamme Gialle-Aniene) conservano il comando della classifica con quattro prove tra attacco e difesa (1-7-9-7) che si sommano a 1-3-1 del primo giorno.

Si avvicinano al secondo i tedeschi Kohlhoff-Stuhlemmer, oggi più costanti, e al terzo gli inglesi Gimson-Burnet, miglior score di giornata. Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (Fiamme Azzurre-Aniene), sono al 6° posto (10-2-17-11) tallonati a pari punti dai bravissimi giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma), campioni del mondo Juniores, autori di una giornata notevole (6-13-3-10).

Laser Standard maschile (totale 105 iscritti), 9 timonieri italiani

Dopo 6 prove in due giorni (quattro solo oggi) il triestino Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle) (2-8-5-4 i piazzamenti nel secondo giorno), scende appena dal primo al terzo posto, superato dal norvegese Tomasgaard, oggi ispiratissimo (1-6-1-2) e dal britannico Beckett. Tra gli altri azzurri risale forte Marco Gallo (Fiamme Gialle) adesso ottimo 8° in generale (9-5-6-10 di gionata), poi 13° Alessio Spadoni (Aniene) (7-10-8-6 di giornata), 19° Gianmarco Planchesteiner (Fiamme Gialle) (3-7-11-11), 30° Dimitri Peroni (FV Malcesine) (10-13-19-14), 55° Matteo Paulon (YC Cannigione) (17-36-21-25).

49er FX doppio acrobatico femminile (52 equipaggi), 4 team italiani

Giornata da incorniciare per la timoniera triestina Jana Germani con la prodiera gardesana Giorga Bertuzzi (Sirena-FV Malcesine), con due primi posti, un secondo e un 15°, che le fa balzare sul terzo gradino del podio (9-5-7-1-1-2-15 nelle sei prove in due giorni), alle spalle delle campionesse del mondo, le spagnole Tanara Echegoyen e Paula Barcelò, e delle tedesce Tina Lytz e Susann Beucke. Le azzurre sono a soli 4 punti dalle prime e a 2 dalle seconde, anche se sono a pari punti con le quarte, le fortissime inglesi Charlotte Dobson e Saskia Tidey. Si preannuncia un gran bel finale nelle due giornate che mancano alla conclusione.

Le altre coppie azzurre: 15° posto per Alexandra Stalder e Silvia Speri (CN Bardolino-FV Peschiera) comunque costanti (9-8-7-9) e 19° per Carlotta Omari e Matilda Distefano (Fiamme Gialle-Triestina Vela) che comunque vincono la penultima prova del giorno (12-16-1-10). 

Laser Radial femminile (57 iscritte), 4 timoniere italiane:

Duello stellare per il primo posto tra la fuoriclasse olandese Marit Bouwemeester e la ungherese Maria Erdi, divise da 1 solo punto, terza la danese Anne-Marie Rindom. Le azzurre: 13° posto per Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) con un buon finale di giornata (14-18-7-6), 22° Carolina Albano (Fiamme Gialle) (21-14-26-25), 23° Joyce Floridia (Fiamme Gialle) (15-24-18-15) e 36° Francesca Frazza (FV Riva) (29-31-28-42).

49er doppio acrobatico maschile (56 equipaggi), 4 equipaggi italiani

Sempre primi i danesi Jonas Warrer e Jacob Precht Jensen, secondi i polacchi Przybytek e Kolodzinski, e terzi i francesi Roual e Amoros.

Risalgono al 15° posto Uberto Crivelli Visconti e Leonardo Chistè (Marina Militare-FV Riva) con una giornata volitiva (8-4-5-25), poi al 21° Simone Ferrarese e Jimmy Togni (CV Bari-Marina Militare) altalenanti (3-18-12-3), mentre scivolano al 27° posto Marco Anessi e Edoardo Gamba (AN Sebina-FV Malcesine) (21-17-7-20), e restano 30° Matteo Barison e Nicola Torchio (FV Malcesine-SG Salò) (15-16-9-14), team giovani qui per fare esperienza internazionale.

VELA OLIMPICA: KIEL WEEK DAY 1

Primo giorno di regate per le classi olimpiche a Kiel (GER): bene gli azzurri. Ruggero Tita e Caterina Banti primi nel Nacra 17 dopo tre prove. Giovanni Coccoluto in testa nella classe Laser Standard

Nacra 17 catamarano misto foiling (25 equipaggi), 3 team italiani

Avvio super per Ruggero Tita e Caterina Banti (Fiamme Gialle-Aniene), in testa alla classifica con tre manche d'autore (due primi e un terzo), davanti ai tedeschi Kohlhoff-Stuhlemmer e agli inglesi Gimson-Burnet. Ottimi quinti anche Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (Fiamme Azzurre-Aniene), vincitori di una prova (8-1-15), davanti all'oro di Rio 2016 Santiago Lange e Cecilia Carranza. Nella top ten con l'8° posto anche i giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma) (13-6-9).

Laser Standard maschile (totale 105 iscritti), 9 timonieri italiani

Due prove per le due batterie da 40 barche ciascuna. Partenza super per l'azzurro Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle) (1-4 nelle due manche), che precede il tedesco Philipp Buhl (2-5) e il britannico Elliot Hanson (6-2). Gli altri azzurri: 13° Alessio Spadoni (Aniene) (2-19), 24° Gianmarco Planchesteiner (Fiamme Gialle) (13-15), 28° Dimitri Peroni (FV Malcesine) (15-20), 34° Marco Gallo (Fiamme Gialle) che dopo una squalifica per partenza anticipata ha vinto la seconda prova (BFD-1), 46° Matteo Paulon (YC Cannigione) (23-21).

Laser Radial femminile (57 iscritte), 4 timoniere italiane:

Subito prima l'olandese Marit Bouwemeester, oro di Rio 2016, davanti alla danese Anne-Marie Rindom e alla ungherese Maria Erdi. Le azzurre: 16° posto dopo due prove per Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) (14-17), 17° Carolina Albano (Fiamme Gialle) (15-18), 33° Joyce Floridia (Fiamme Gialle) (32-32), 34° Francesca Frazza (FV Riva) (34-31).

49er doppio acrobatico maschile (56 equipaggi), 4 equipaggi italiani

La flotta è divisa in due batterie da 26 barche ciascuna. In testa dopo le tre prove del primo giorno i danesi Jonas Warrer e Jacob Precht Jensen, davanti ai polacchi Przybytek e Kolodzinski, e ai tedeschi Tim Fischer e Fabian Graf.

Un ottimo avvio a Kiel per Marco Anessi e Edoardo Gamba (AN Sebina-FV Malcesine), che sono al 12° posto in generale con tre prove volitive (9-17-3). Gli altri azzurri Uberto Crivelli Visconti e Leonardo Chistè (Marina Militare-FV Riva) sono al 21° posto (11-11-8), 29° per Simone Ferrarese e Gianmarco Togni (CV Bari-Marina Militare) (17-6-21), 31° Matteo Barison e Nicola Torchio (FV Malcesine-SG Salò) (18-10-15).

49er FX doppio acrobatico femminile (52 equipaggi), 4 team italiani

In testa le spagnole Tamara Echegoyen e Paula Barcelò, davanti alle olanesi Bekkering e Duetz e alle tedesche Lutz-Beucke.

Ottimo avvio per i giovani equipaggi azzurri: al 7° posto ci sono Alexandra Stalder e Silvia Speri (CN Bardolino-FV Peschiera) con due belle manche di giornata e una terza meno brillante (7-2-15). Al 14° posto troviamo Jana Germani e Giorga Bertuzzi (Sirena-FV Malcesine) (9-5-7), e al 19° Carlotta Omari e Matilda Distefano (Fiamme Gialle-Triestina Vela) (6-8-21). 

 

  

 

free joomla templatesjoomla templates
2020  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio