La Videoconferenza In Diretta Social Del Presidente Fiv Francesco Ettorre.

20200506 02I dettagli del Protocollo FIV per ripartire in sicurezza e con le misure sanitarie per velisti e circoli velici. Le cautele e il riferimento alle diverse norme di Governo, Regioni, Comuni e Capitanerie di Porto. Le possibili fasi del ritorno in acqua per atleti e appassionati I tempi diversi per le regate e la vela d'altura. Nei prossimi giorni il lancio del Progetto Scuole Vela FIV estive

"La Vela vuole ripartire, perché è uno sport sicuro e nella natura ma lo farà rispettando tutte le regole e con la massima cautela, perché il bene primario di tutti resta la salute e questa si garantisce solo tutti insieme. Sì alla nostra passione, ma anche prudenza e responsabilità."

Lo ha detto il Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre aprendo martedi sera la sua affollata videoconferenza in diretta social.

Oltre 25 giornalisti accreditati e intervenuti online, più di 46.000 utenti e 13.000 visualizzazioni sulle tre pagine social della FIV (Facebook, Youtube e Twitter): la diretta del Presidente FIV sulle modalità di ripresa dello sport della vela nella Fase 2 e oltre, ha avuto un notevole riscontro da parte dei media e del popolo dei velisti; affiliati, tesserati e appassionati.

In copertina il Protocollo varato dalla FIV con le misure di contenimento e sicurezza sanitaria previste per i circoli velici, per il graduale ritorno in acqua per gli allenamenti degli atleti e le uscite di tutti gli appassionati. Questo Protocollo, pubblicato sul sito FIV e sui social ha infatti validità fino al 17 maggio, data entro la quale, secondo il Presidente FIV, potrebbero esserci novità, si spera positive, sulle possibilità di praticare la vela tra gli altri Sport.

Nel suo intervento iniziale Ettorre ha evidenziato il delicato rapporto tra le varie norme emanate da Governo, Regioni, Comuni e Capitanerie di Porto, nel quale si inserisce anche il Protocollo tecnico FIV con le specifiche per lo sport velico. La Federvela segue gli sviluppi normativi anche per informare correttamente i propri tesserati e affiliati sulle regole per la ripresa.

Sono stati annunciati accordi con fornitori di dispositivi sanitari, di protezione e sanificazione (termoscanner, mascherine, dispenser di gel, liquidi di sanificazione, etc.), in modo da poterli offrire ai circoli in convenzione, e garantendo che i prodotti siano certificati e in regola con le normative. I Circoli Velici non dovranno avere problemi in tal senso, in caso di controlli.

Dei tempi più lunghi per le regate e l'altura. Per continuare con accenni, sollecitati dalle domande dei giornalisti, anche all'imminente lancio del Progetto Scuole Vela FIV, al piano di aiuti finanziari ai circoli affiliati, e alle prospettive della preparazione olimpica verso gli auspicati Giochi di Tokyo 2020 nell'estate del 2021.

Sulla ripresa degli allenamenti, Ettorre ha chiarito che i tecnici hanno pronte le liste di atleti di interesse federale che potranno allenarsi già nei prossimi giorni, chiarendo però che la prevista impossibilità per gli atleti di spostarsi fuori dalle rispettive regioni comporterà la scelta di location nelle rispettive Zone, in Circoli e centri federali già usati in passato, e con attività di ripresa graduale e progressiva, visto che la ripresa delle regate è ancora lontana.

Rispondendo a una domanda sulle regate e sulla vela d'Altura, Ettorre ha detto: "Nella seconda metà di luglio possibile ripresa di alcune attività agonistiche, per l'altura abbiamo creato un gruppo di studio per il problema reale di distanziamento. A fine maggio avremo indicazioni in più, stiamo studiando dispositivi e regole per far riprendere le uscite su barche d'altura. Per le regate i tempi saranno più lunghi, perchè il problema maggiore riguarda l'organizzazione, le persone coinvolte, le occasioni di assembramento, ben oltre la navigazione in mare. Stiamo ripensando alla ripresa della vela a 360°. Nei prossimi Protocolli valuteremo anche le situazioni degli Istruttori, degli Ufficiali di Regata e tutta la Formazione. Per forza di cose dovranno cambiare le Normative che regolano il nostro sport."

Rispondendo ai giornalisti, Ettorre si è soffermato sulle iniziative di sostegno e aiuto agli affiliati, già dettagliate in un'altra comunicazione: "In questo momento non potevamo lasciare soli i Circoli Velici, abbiamo messo in campo un impegno forte e con cifre senza precedenti, cercando di venire incontro a esigenze immediate e a più media e lunga scadenza. Senza dimenticare che come tutte le Federazioni Sportive del CONI siamo in attesa dei promessi aiuti dal Governo e da Sport e Salute destinate allo sport di base."

A una domanda sulle Olimpiadi, il Presidente FIV ha chiarito che sullo svolgimento di Tokyo 2020 nelle nuove date fra un anno, non è possibile un altro rinvio: "Se le Olimpiadi non si potessero fare nel 2021 sarebbero definitivamente cancellate perché sarebbe un problema preparare due campagne olimpiche in soli due anni, considerando anche che la Vela ha previsto alcuni cambi nelle discipline olimpiche."

In chiusura, Ettorre ha anticipato il lancio, nelle prossime settimane, di un intenso Progetto di sostegno alle Scuole Vela FIV estive. Una sorta di mobilitazione: corsi per tutti aperti anche ad agosto, mese nel quale solitamente le scuole vela erano chiuse, idee originali per il coinvolgimento delle famiglie con genitori e figli insieme a vela, kit tecnici e pubblicazioni gratis per i circoli, voucher, campagne di promozione sui media, e naturalmente molta attenzione alla sicurezza e ai protocolli sanitari. La vela, secondo il report del Politecnico di Torino, è lo sport a minor rischio di contagio: da questa certezza si vuole ripartire.

A margine della conferenza, e visto il grande successo di partecipazione sui social, è stata annunciata l'apertura di una pagina sul sito FIV con domande e risposte ai principali dubbi.

A cura dell'Ufficio Stampa FIV

La video conferenza in diretta social sulla Fase vela per ripartire insieme: sicurezza nella riapertura per ripartire tutti in serenità.

20200506 01Grande successo di partecipazione alla interessante video conferenza in diretta social sulla “Fase vela per ripartire insieme” voluta dal Presidente Fiv, Francesco Ettorre e perfettamente gestita ieri sera da Fabio Colivicchi. Un’ottima iniziativa  che speriamo possa essere ripetuta presto.

“Vogliamo ripartire per fare attività non per fare le regate che si faranno, ma in un secondo tempo.” ha ripetuto più volte il Presidente Francesco Ettorre che, nel corso dell'interessante e partecipata video conferenza in diretta social sulla “Fase vela per ripartire insieme”, ha spiegato come non sia verosimile pensare alle regate o all’attività Zonale prima della fine di giugno, primi di luglio. 

Inoltre, se per il mondo delle Derive, i Campionati Nazionali Giovanili in singolo previsti a Cagliari e quelli in doppio a Dervio, così come il CICO di Follonica, sembrano confermati (anche se con ovvie modifiche logistiche), più complessa sembra essere la situazione dell’Altura sottoposta a diverse problematiche per il rispetto del distanziamento sociale. “Si sta comunque pensando a trovare delle soluzioni per riprendere l’attività dalla fine di agosto con prescrizioni specifiche- ha spiegato il Presidente Ettorre -Per adesso, le principali manifestazioni internazionali previste in Italia sono state ricollocate nel 2021 o cancellate.

Leggi tutto: La video conferenza in diretta social sulla Fase vela per ripartire insieme: sicurezza nella...

I massimi esponenti istituzionali della vela d'altura a confronto grazie alla regia del NARC

20200505 06Grazie al Narc (north adriatic rating circuit), importante dibattito con le istituzioni della vela d’altura. Si e’ calato il poker con i maggiori esponenti della vela: ospiti i presidenti di federazione italiana vela, orc (offshore racing congress) e uvai (unione vela altura italiana) che si sono confrontati sulla ripartenza della vela, disciplina sportiva a minor rischio contagio.

In queste settimane lontani dal mare, dalla natura, dalle barche, il NARC (North Adriatic Rating Circuit) ha riunito attorno al suo tavolo virtuale i massimi esponenti della vela internazionale e nazionale con una serie di incontri tecnici, che hanno offerto l’occasione per uno scambio di opinioni relative a temi, per cui il NARC è nato: coinvolgimento e preparazione degli equipaggi per avere un team vincente, preparazione e studio delle barche, delle vele, del rigging, senza dimenticare quell'attenzione e osservazione della natura, nei suoi aspetti legati al meteo, fino ad analizzare i dettagli legati a Regolamenti, Normative, che disciplinano l’affascinante mondo della vela, in particolar modo d’altura. 

L’apice degli incontri è forse stato raggiunto mercoledì sera, con il coinvolgimento dei massimi esponenti istituzionali della vela d’altura: Fabio Colivicchi, direttore di Saily.it, ha moderato il dibattito intervistando Francesco Ettorre, Presidente della Federazione Italiana Vela, Bruno Finzi, Presidente dell’ORC - Offshore Racing Congress (riferimento mondiale della vela d’altura per il rating), Fabrizio Gagliardi, Presidente dell’UVAI, Unione Vela Altura Italiana, l’Associazione che riunisce gli armatori italiani della vela d’altura, Donatello Mellina Consigliere federale con delega per l’Altomare. Sono stati affrontati temi di scottante attualità per la vela, come il ritorno in barca e alle regate, con riferimenti anche al diporto nautico, attualmente non rappresentato da alcuna organizzazione. Non sono mancati riferimenti ai rapporti con World Sailing (la Federazione Internazionale della Vela) e all’innovazione nella vela, argomenti trattati da tutti gli ospiti, alternati a domande che arrivavano live dal numeroso pubblico on line e abilmente gestite da Fabio Colivicchi, che in proposito ha così sintetizzato la serata:"Occasione molto importante per approfondire tematiche sia legate all’emergenza e ai cambiamenti che impone, nei programmi e negli approcci organizzativi alla vela d’altura, e sia di riflessione piu’ ampia sul futuro dell’altomare tra le boe e offshore. Vista la presenza dei massimi responsabili istituzionali della FIV, dell’UVAI e dell’ORC, c’e’ stata anche l’opportunità di avere indicazioni sul calendario della possibile ripresa dell’attività velica e sulle regate, tra annullamenti, rinvii e attese di nuove date. C’e’ un vasto pubblico interessato alla vela d’altura che credo abbia avuto spunti dall’incontro. Queste conferenze in diretta online, alle quali si può partecipare comodamente da casa, sono una delle sorprese positive che questo periodo difficile ci lascerà in eredità, e per questo credo e spero che continueremo a farle anche quando torneremo in barca e in mare".

L’interesse è stato talmente alto, che tutti hanno convenuto di riproporre un altro incontro live dalla pagina facebook NARC tra le Istituzioni della vela d'altura, sempre più vicine ai tesserati grazie all’opera instancabile del Presidente FIV Francesco Ettorre, solitamente presente sui campi di regata e in queste settimane connesso con più istituzioni, tra cui quelle importantissime del CONI e del Ministero Sport e Salute. La sua presenza in diretta è stata fondamentale per chiarire alcuni aspetti e poter coinvolgere attivamente tutti gli altri ospiti, che Il NARC naturalmente ringrazia. Intervenuto nel finale anche il Presidente della XIII Zona FIV Adriano Filippi (Friuli Venezia Giulia), che ha portato i saluti del collega della XII Zona FIV Veneto, anch’essa coinvolta con alcuni circoli velici nel Circuito proposto da NARC; Filippi ha detto che nell’attuale situazione alcuni importanti progetti legati ai giovani e alla vela d’altura non si riusciranno purtroppo a realizzare, ma con lo spunto avuto da alcuni interventi in diretta ha commentato:”pensando ai doppi e all'altura, quest’anno qualcosa si potrà organizzare a livello amatoriale in Zona, dato che abbiamo circa 50-60 barche in grado di partecipare ad una regata X 2. Anche a livello tecnico potrebbe essere interessante affrontare degli aggiornamenti focalizzati alle regate ad equipaggio ridotto, in attesa di tornare naturalmente ad una situazione di normalità”.

È possibile rivedere dalla pagina ufficiale facebook NARC tutti i Webinar andati in onda finora, nonchè seguire i prossimi appuntamenti, primo dei quali in onda venerdì 1 maggio ore 18:30, con tema “ORC Scoring” - Come fare le classifiche in tempo compensato.

 

Rivedi la diretta organizzata dal NARC “La parola alle Istituzioni”: http://www.saily.it/it/article/diretta-facebook-sulla-vela-daltura

 

NARC: https://www.sailnarc.com

Il Team NARC (North Adriatic Rating Circuit), nasce dall’esperienza ben riuscita di collaborazione, avvenuta durante il Campionato Italiano Assoluto d’Altura 2017. Sinergia tra i Circoli dell’Alto Adriatico (nella XIII Zona FIV Yacht Club Adriaco, Yacht Club Hannibal, Yacht Club Lignano, Società Velica Oscar Cosulich, Società Triestina della Vela, Nautica Laguna, Polisportiva San Marco, Porto di Mare (XII ZONA FIV), nonchè Yacht Club Portoroz in Slovenia e Yacht Club Vega, a Pola-Croazia), grande attenzione alle esigenze degli armatori, sessione di allenamenti ad inizio stagione agonistica, professionalità nella conduzione delle regate, trasparenza nella compilazione delle classifiche, IdR comuni per tutti gli eventi, innovazione tecnologica per la gestione ed il rilevamento del vento in campo di regata, particolare attenzione per gli eventi a terra nel dopo regata. Queste le caratteristiche fondamentali del Narc e non da ultimo, la disponibilità ad uscire dai confini nazionali  per una apertura anche a circoli ed armatori di diverse nazionalità europee.

FIV: http://www.federvela.it

XIII Zona FIV: http://xiii-zona.federvela.it

UVAI: http://uvai.it

 

Costal Boat presenta il Maxy46

20200505 05La sintesi è un’alta operazione mentale. E nel caso dell’ultimo nato in casa Coastal Boat, il Maxy, l’adagio ha trovato la sua espressione massima grazie al sapiente design di Francesco Guida che ha ideato un modo unico di godere le giornate di mare con un 14 metri che accontenta i più esigenti sia dal punto di vista delle prestazioni che delle comodità.

Sono tre le motorizzazioni: entrobordo, fuoribordo ed entro fuoribordo fino a 1.400 cavalli. Carena monoedrica con un V profondo, tubolari portanti e un’ottima visibilità dal posto guida sono i punti di forza di questo gommone, che consentono a chiunque conduca il Maxy di Coastal di godere il mare tra grande comfort e strabilianti performance.

Il Maxy46 ha attirato tanta attenzione all’ultimo Salone Nautico di Cannes, dove è stato presentato, distinguendosi rispetto gli altri Rib per il complesso delle sue caratteristiche. Nessun dettaglio è lasciato al caso: laddove la maggior parte degli altri battelli si è fatta notare solo per le prestazioni, il Maxy46 ha destato interesse perché a queste unisce un design minimalista ed elegante, unito a un ottimo sfruttamento degli spazi in coperta, tipico delle barche progettate dall’ingegner Guida.

Tutto questo rimanendo pur sempre un gommone per la semplicità d’uso della categoria, un walk around che offre due aree poppa e prua separate da comodi passaggi laterali entrambi con dinette e prendisole, oltre una cabina con bagno arredata con stile.

Un Maxy Rib perfetto per girare le isole del Mediterraneo.

Marco Caiazzo

 

Sergio Caramel, skipper di Arkanoé by Montura, in top ten al Velista dell'Anno

20200418 53Padova, 18 marzo 2020 - Ora toccherà alla giuria scelta dal Giornale della Vela scegliere il vincitore del titolo di Velista dell'Anno Tag Heur, ma non vi è dubbio che l'entrata nella top ten di Sergio Caramel rappresenta un traguardo di prestigio assoluto.
Con la chiusura della fase riservata al voto del pubblico, infatti, il giovanissimo skipper del Melges 24 Arkanoé by Montura si è ritrovato a superare brillantemente il primo sbarramento, che ha sfoltito notevolmente i cento aspiranti al titolo selezionati dalla nota testata dedicata al mondo della vela e delle regate.
Sergio Caramel si è quindi segnalato tra i dieci velisti che nel corso del 2019 si sono distinti tra gli appassionati e gli addetti ai lavori in virtù di risultati e imprese degne di nota. Nel caso dello skipper padovano, da sempre in equipaggio con un gruppo di coetanei con i quali ha condiviso contestualmente la scuola superiore prima e l'esperienza universitaria poi, vanno ricordati il successo ottenuto al Campionato Europeo Sportboats e le notevoli performance prodotte tra le boe della classe Melges 24, culminante con la vittoria in una delle prove del Mondiale di Villasimius e con l'ottenimento del podio in due tappe del circuito 2019.
Più in generale è la consacrazione di un lungo percorso di crescita e di vita, iniziato ormai da oltre un lustro. Stagioni che hanno visto i ragazzi di Arkanoé by Montura, instradati da Claudio Caramel, padre di Sergio e grande appassionato di vela e navigazione, diventare indipendenti e competitivi nell'ambito di un cammino improntato al rispetto dell'avversario, alla cura del dettaglio, alla costante ricerca della performance e a una dedizione nei confronti dello studio che ha permesso a tutto l'equipaggio di ottenere voti elevati senza accumulare ritardi 'accademici'.
L'appuntamento per scoprire il nome del vincitore è fissato per il prossimo 9 maggio, quando il Giornale della Vela renderà nota la classifica finale e i vincitori dei numerosi premi speciali.

Come riparte la Vela in Italia: il punto sulle date, le regole e i programmi.

Francesco EttorreCome riparte la Vela in Italia: il punto sulle date, le regole e i programmi.

 

OGGI MARTEDI 5 MAGGIO ALLE ORE 18:30

Video-conferenza in diretta social del Presidente FIV Francesco Ettorre che invita tutti su:

 

FACEBOOK: https://www.facebook.com/federvela/

YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/FederazioneVela

TWITTER: https://twitter.com/federvela

Come riparte la Vela in Italia: il punto sulle date, le regole e i programmi.

"Stiamo entrando nella Fase 2 dell'emergenza sanitaria mondiale. Tutto il Paese ha voglia di ripartire, con prudenza e rispettando le regole. Lo Sport è un mondo che ha sempre avuto la salute come valore di riferimento, e vuole fare la sua parte, con il suo ruolo sociale ed economico, e garantendo la massima sicurezza. E la Vela, che recenti studi universitari hanno riconosciuto tra le discipline sportive a minor rischio di contagio da coronavirus, si prepara con la massima cura e attenzione al momento più emozionante per molti appassionati, vecchi e nuovi: il ritorno in acqua e la navigazione nella natura. 

Per questo vogliamo chiamarla: la Fase Vela. "

Leggi tutto: Come riparte la Vela in Italia: il punto sulle date, le regole e i programmi.

"Concluso il I° Trofeo e-sailing “CoronaVela"

20200414 53Mestre - Venezia 12 aprile 2020 - Concluso il I° Trofeo e-sailing "CoronaVela" con un record di partecipazione tanto da costringere il Comitato del Gioco ad alzare il numero delle iscrizioni e portarlo, dai cento previsti, ai centotrentatre, portando al limite tutte le 7 batterie in programma.
Si sono corse in totale 35 regate per i sette match delle selezioni, sei regate per le semifinali, 3 regate per le finali e una per la Medal race.
Nota di orgoglio la presenza di nomi altisonanti come il Campione Italiano 2019 in carica Francesco Pedrotti su Pedrito 22, il Vice-Campione 2019 Mario Prodigro, Giovanni Magliulo su Iceman 26991, Marcello Nicoli su + 39 Challenge, Nicola Girardi su EscopazzosailingTeam, Davide Trani su Trappa, Stefano Vozzi su Ste_spi, Gianfranco Parretti su La GattaGnuda, Fabio Caddeo, Alfonso Palumbo, Fabio Collella Consigliere Federale, Francesco Paco Rebaudi Consigliere Federale in rappresentanza degli atleti, Matteo Micali responsabile sportivo Adriaco e tantissimi di cui non conosciamo esattamente lo storico e di cui ci scusiamo se non li abbiamo nominati.

Leggi tutto: "Concluso il I° Trofeo e-sailing “CoronaVela"

free joomla templatesjoomla templates
2020  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio