Pharmanutra spa nuovo partner della Federazione Italiana Vela

La casa farmaceutica toscana PharmaNutra S.p.A., leader nel settore dei complementi nutrizionali a base di ferro, quotata al Mercato AIM Italia, entra a far parte della grande famiglia della Federazione Italiana Vela.
L'azienda fondata nel 2003 dai fratelli Andrea e Roberto Lacorte, presente nel mondo dello sport con importanti partnership legate al brand Cetilar® - con il ParmaCalcio, di cui è main sponsor in Serie A, con il team Cetilar® Racing, unica scuderia italiana impegnata nei prototipi alla 24 Ore di Le Mans e nel Mondiale Endurance FIA WEC, con il progetto Obiettivo 3 di Alex Zanardi, numerosi eventi di running e regate come la 151 Miglia-Trofeo Cetilar® - ha infatti siglato un accordo di sponsorship e di medical partnership con la FIV e nello specifico con la Squadra Nazionale diretta da Michele Marchesini, in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020.
Attraverso il brand Cetilar®, PharmaNutra accompagnerà quindi la Squadra Nazionale nella stagione agonistica di preparazione alle Giochi di Tokyo, fornendo supporto agli atleti e allo staff con la sua linea di prodotti a base di Esteri Cetilati, disponibile nelle versioni Cetilar® Crema e Cetilar® Patch.
Cetilar® è un prodotto di successo unico e brevettato, che aiuta la capacità articolare e di movimento nelle affezioni articolari, riducendo la sintomatologia dolorosa, e contribuisce al recupero delle funzionalità in seguito a traumi sportivi, molto apprezzato in ambito sportivo per le sue caratteristiche innovative.
Il presidente Francesco Ettorre:
"Siamo molto contenti che PharmaNutra entri a far parte della grande famiglia della Federazione Italiana Vela. Con la firma di questa partnership abbiamo raggiunto un nuovo importante obiettivo che premia l'impegno dei nostri atleti.
La collaborazione con PharmaNutra ci indica che la Federazione sta lavorando nella giusta direzione, che il mondo della vela può contare su partner solidi e competenti con i quali attivare sinergie efficaci in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020."
"Con la nostra azienda siamo da sempre vicini al mondo dello sport e la vela è una delle nostre passioni, quindi la partnership con la FIV è del tutto naturale e sono sicuro che darà grandi soddisfazioni ad entrambi", spiega Roberto Lacorte, Vicepresidente e AD di PharmaNutra S.p.A. "Vogliamo affiancare al meglio gli azzurri della vela nella loro corsa verso Tokyo e siamo ben contenti di farlo anche attraverso il nostro know how specifico e i nostri prodotti."

Regata d'altura Fiumicino - Giannutri - Fiumicino

20190528 54Lo scorso weekend 25/26 maggio si è tenuta la 5° edizione della Fiumicino-Giannutri-Fiumicino, regata di altura di 120 miglia, organizzata dal Circolo Velico Fiumicino in collaborazione con Nautilus Marina e CS Yacht Club che ha registrato una larga partecipazione richiamando armatori da altri porti. Le pessime previsioni meteo iniziali hanno in parte scoraggiato i regatanti e dei 26 iscritti alla fine 22 partenti ma altamente qualificati all'insegna di una regata di altura che stà conquistando gli animi degli appassionati.
Il segnale di avviso, puntualmente dato dal CdR presieduto da Massimo Pettirossi, alle 10:00 di sabato. Buona partenza delle imbarcazioni partecipanti che, grazie a una brezza da sud di 7 nodi, si sono messe subito in rotta 300° diretta su Giannutri navigando sotto spinnaker. Durante la giornata il vento ha mantenuto la direzione e ha permesso alle barche di arrivare all'isola con un solo bordo ma, in prossimità di Giannutri, è calato di intensità con salti di direzione che hanno messo in difficoltà i tattici per circumnavigare le aree protette di Giannutri. Da rilevare che a sud dell'isola alcune barche hanno pagato un calo improvviso dell'aria prima del cambio della direzione del vento che è girato da terra aumentandone le difficoltà.
"Nelle 60 miglia di ritorno- commenta Massimo Pettirossi- la navigazione all'altezza di Civitavecchia è stata particolarmente tecnica ed accompagnata da una pioggia costante che ha consegnato a Fiumicino equipaggi completamente zuppi, ma soddisfatti della navigazione effettuata"
Prima in tempo reale l'imbarcazione Raggio di Sole 3 di Luciana Fiumara, che quindi si aggiudica il Trofeo Città di Fiumicino, tagliando l'arrivo dopo 25 ore 26 minuti e 56 secondi dalla partenza, lontano dal record della manifestazione che appartiene all'imbarcazione Nuova del duo Donato/Mazzoli con 20 h e 16 m (2016).
Nei due raggruppamenti previsti con compensi ORC e IRC stessi piazzamenti e il podio è andato rispettivamente:
1)No Fix di Stefano Colabucci Circolo Velico Fiumicino
2) Sly Fox di Pino Raselli Circolo Velico Fiumicino
3) Raggio di Sole 3 di Luciana Fiumara
Grazie al punteggio acquisito No Fix ha conquistato la testa della classifica provvisoria dell'Armatore dell'anno 2019 CVF in attesa delle prossime regate 30+trenta e Trofeo Incarbona.
Nella classifica degli equipaggi X 2 grande evidenza di Pino e Marco Raselli (padre e figlo) con Sly Fox che si aggiudicano il relativo titolo, ottenendo anche un secondo posto su tutti.
Le facce un po' provate mostravano comunque la soddisfazione per la navigazione conclusa e per tutti un arrivederci alla 30+Trenta in programma il 15 e 16 giugno

Al via il week end che precede la 151 Miglia-Trofeo Cetilar 2019

20190525 71Pisa, 24 maggio 2019 – Inizio ad alto tasso di adrenalina per le Cetilar M32 European Series, le regate riservate ai catamarani M32 di scena oggi (fino a domenica) al largo di Marina di Pisa, nell'ambito del week end che precede la 151 Miglia-Trofeo Cetilar 2019. Oggi gli otto equipaggi in rappresentanza di 6 Nazioni, tra cui gli italiani Vitamina Veloce di Andrea Lacorte (con a bordo il Campione del Mondo match race in carica, l'australiano Torvar Mirsky) e CV Sunset di Marco Radman, sono scesi in acqua per la prima delle tre giornate di regata, disputando un totale di sei prove, sotto l'attenta supervisione dello staff dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa e della classe M32.
Vela spettacolo, a tutti gli effetti, tra l'altro comodamente visibile dal lungomare di Marina di Pisa visto che le regate si svolgono a ridosso della costa, che hanno subito evidenziato la netta supremazia dell'equipaggio inglese di GAC Pindar dello skipper Ian Williams, ex iridato match race, che ha ottenuto cinque primi e un terzo posto, nonché la leadership nella classifica provvisoria davanti ai francesi di Spindrift di Xavier Revill e agli svizzeri di Section 16 di Richard Davies.
Al quarto posto, l'equipaggio di casa del Vitamina Sailing dello skipper Andrea Lacorte, in regata con la nuova livrea Cetilar, che ha ottenuto due terzi posti parziali di giornata, all'ottavo l'equipaggio del CV Sunset di Marco Radman.
"Ci siamo divertiti molto, perché gli M32 sono barche che anche in condizioni di vento leggero regalano velocità ed emozioni, anche se potevamo fare qualcosa di meglio per quanto riguarda il risultato", ha raccontato Andrea Lacorte appena rientrato a terra. "A parte questo, vedere ben otto catamarani M32 in acqua qui a Marina di Pisa, con campioni del calibro di Ian Williams o del nostro Torvar Mirsky, è una vera soddisfazione. Invito tutti gli appassionati di sport a venire a Marina di Pisa nel week end. Domani, tra l'altro, oltre alle regate degli M32, qui al Porto sono previsti altri importanti eventi, quindi sarà una vera festa in attesa della partenza di una super edizione della 151 Miglia".
L'appuntamento al Porto di Pisa è per domani, con la seconda giornata di regate delle Cetilar M32 European Series e come già anticipato, con una serie di eventi che precedono la 151 Miglia, la regata offshore che partirà nel pomeriggio di giovedì prossimo: 151 Bimbi a Vela, giornata dedicata alla promozione della vela tra le nuove generazioni, e la 15.1 Run, una corsa podistica su tre distanze (3, 7 e 15.1 km, con partenza alle 17:30) organizzata dallʼASD Leaning Tower Runners con ricavato devoluto in beneficienza allʼAssociazione per Donare la Vita onlus di Pisa.

Con la Federazione Italiana Vela e la II Zona Fiv, l’Arno è al centro della vita dei fiorentini

20190525 70Firenze. In attesa del Vela Day che si svolgerà in tutta Italia nelle giornate di sabato 1 e domenica 2 giugno e che la II Zona della Federazione Italiana Vela celebrerà con tante coinvolgenti iniziative nei numerosi circoli velici toscani, umbri e della provincia di La Spezia, venerdì 31 maggio è prevista a Firenze, sul Lungarno Anna Maria Luisa dè Medici, la II Coppa Ponte Vecchio, una manifestazione nata dalla collaborazione fra il Circolo Nautico Mugello, l'Associazione Nazionale Classe Dinghy 12', l'Associazione Vele Storiche di Viareggio, la storica Società Canottieri Arno e, ovviamente, la II Zona Fiv che, ancora una volta, si conferma sensibile e attenta non solo alle attività di promozione, alle Scuola Vela e alle manifestazioni veliche (oltre 500, per un totale di oltre 750 giorni di sport con il coinvolgimento di circa 33mila atleti, ufficiali di regata, persone di supporto e indotto coinvolto) ma anche all'ambiente e all'ecologia.
Oltre alla regata (partenza ore 15) sono previsti numerosi eventi collaterali fra i quali un aperitivo di benvenuto (ore 12.30), la presentazione di Francesco Gandolfi e Roberto Franzoni del libro-biografia"L'età d'oro delle regate d'altura" di Dick Carter (ore 14), la presentazione dell'Istituto Geografico Militare dell'edizione speciale della rivista "Universo" sul fiume Arno (ore 14.30), e la premiazione conclusiva con aperitivo di saluto (ore 18)
Ed è proprio il Presidente del Comitato Interregionale della Federazione Italiana Vela, Andrea Leonardi, ad illustrare le caratteristiche di questa suggestiva manifestazione.
Perché una regata della Federazione Italiana Vela a Firenze, in Arno?

Leggi tutto: Con la Federazione Italiana Vela e la II Zona Fiv, l’Arno è al centro della vita dei fiorentini

Trofeo Città di Fiumicino

20190525 59A tre giorni dal via della Fiumicino Giannutri Fiumicino cresce l'interesse e le iscrizioni per la regata di altura di 120 miglia complice il miglioramento delle previsioni meteo previste per i due giorni di navigazione.
Al momento sono iscritte 26 barche che dovranno confrontarsi con una navigazione particolarmente tecnica con salti di vento e continui cambi di direzione e di intensità che mettono in evidenza l'abilità dei tattici". La circumnavigazione dell'isola di Giannutri rappresenta un ulteriore difficoltà dovuta passaggio obbligato fuori dalle zone protette.
Raggio di Sole 3 il Salona 41 di Luciana Fiumara dovrà difendere il Trofeo Città di Fiumicino assegnato all'imbarcazione prima in tempo reale conquistato nella passata edizione con il tempo di 27 ore 5 minuti.
Il record appartiene a Nuova di Andrea Sergio Donato e Mazzoli con 20 ore e 16 minuti registrato nell'edizione del 2016 nel raggruppamento X2.
Non mancano i fedelissimi di questa competizione, la flotta degli X332 con No Fix di Stefano Colabucci, Sly Fox di Giuseppe Raselli ai quali si aggiunge il nuovissimo X362 di Francesco Del Conte e molte altre barche agguerrite come Consalvo Banker il Gran Soleil 40 di Roberto Cimini, Livia V Gran Soleil 52 di Giannandrea Cesaroni e non ultime le vecchie glorie il Comet 12 Race Margherita II di Pompili/ D'Alema, Tsunami il Canard 41 dell'Accademia del Mare e molti altri.
In considerazione del numero degli iscritti e del punteggio doppio previsto per la classifica dell'Armatore dell'anno CVF 2019 i primi classificati potranno godere di un buon bottino, oltre 50 punti, per scalare posizioni o consolidare il primato.

Universiade, presentati i due team della vela

20190525 62Sono stati presentati nei Saloni del Reale Yacht Club Canottieri Savoia di Napoli i due team italiani che parteciperanno alle regate della 30^ Summer Universiade Napoli 2019. L'Italia con Spagna e Singapore partecipa con due squadre, una scelta dai Circoli velici nazionali, l'altra espressione della prestigiosa tradizione velica partenopea e campana. Fanno parte della prima compagine sportiva: Dimitri Peroni, Rocco Cislaghi, Matilda Di Stefano e Ludovica Anzellati. Il secondo team è composto invece da Sara Scotto e Giorgio Orofini del Circolo Posillipo, Guido D'Errico della Lega Navale, Vittoria Barbiero del Circolo Savoia, tutti sportivi universitari iscritti a facoltà mediche delle università partenopee, nati tra il 1994 e il 2001.
Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente del Circolo Savoia, Fabrizio Cattaneo della Volta, la campionessa olimpionica di windsurf, dal 2017 Vicepresidente del CONI, Alessandra Sensini, il Commissario Straordinario di Napoli 2019, Gianluca Basile, il presidente della V Zona della Federvela, Francesco Lo Schiavo. Nel fare gli onori di casa Fabrizio Cattaneo della Volta ha sottolineato la lunga tradizione della vela partenopea e campana esprimendo la propria soddisfazione per essere riusciti, Napoli e la Campania, ad ospitare una grande manifestazione sportiva come l'Universiade.
"Non ho mai partecipato purtroppo ad un'Universiade – ha commentato Alessandra Sensini –. Si tratta di un evento bello e importante, che crea nelle località ospitanti un indotto notevole anche in termini turistici. È un grosso impegno per Napoli e per la Campania, che sono certa verrà assolto con grande professionalità". Gianluca Basile nel corso del suo intervento ha voluto rimarcare la forte collaborazione tra il Comitato Organizzatore Napoli 2019 e i Circoli della Vela. "Faremo bella figura durante l'evento di luglio se riusciremo a fare squadra", ha detto, invitando tutti a mettere in campo ogni sforzo per garantire un'accoglienza adeguata alle migliaia di persone che parteciperanno alla manifestazione, mentre Francesco Lo Schiavo ha ringraziato l'Agenzia Regionale per l'Universiade per "l'opportunità di entrare nella competizione velica con due team". Le regate si svolgeranno a Napoli al Circolo del Remo e della Vela Italia, su un campo di gara di 900 metri, dall'8 al 12 luglio. Ci saranno fino a 12 regate al giorno, a partire da mezzogiorno. I primi 8 classificati accederanno alla finale.
Il formato delle regate è a batteria, con 16 team, formati da 64 atleti provenienti da 13 Nazioni, espressione di tre Continenti: Europa, Asia, Oceania. Le gare avranno la durata di circa 15 minuti ciascuna, e si svolgeranno con 8 barche RS 21 di sei metri l'una, varate nel gennaio 2018. Le barche, il cui acquisto è stato finanziato dalla Regione Campania nell'ambito dei 130 milioni investiti nell'Universiade per il rinnovamento dei circa 60 impianti della Campania, saranno, successivamente alla manifestazione, nella disponibilità dei ragazzi napoletani e campani che frequentano i Circoli velici della regione.

Circolo Remo e Vela Italia verso le Universiadi dopo i successi alla Rolex

20190525 57Napoli, 21 maggio 2019 – Conclusa la Rolex Capri Sailing Week, al Circolo del Remo e della Vela Italia si lavora agli impegni futuri. A luglio il sodalizio rossoblu sarà la sede delle Universiadi per la vela, ma il programma ambizioso per il 2020 vedrà il CRV "Italia" organizzare il Campionato Europeo Orc del prossimo anno, previsto a metà maggio, con i partner dello YC Italiano e YC Capri.
Archiviata la gestione e co-organizzazione della Rolex Capri Sailing Week, con YC Italiano e YC Capri, alla quale ha partecipato una flotta di 27 maxi e oltre 100 barche della ORC, e durante la quale sono stati assegnati il Maxi Yacht Capri Trophy a Caol Ila R di Alex Shaerer (già trionfatore del line honours nella 65.maregata lunga dei Tre Golfi), la Mylius Cup, conquistata da Oscar 3 di Aldo Parisotto, oltre ai titoli del Campionato Nazionale del Tirreno a sette equipaggi delle classi ORC, si guarda al futuro.
E' stata un'edizione memorabile per il CRV Italia, lo yacht club che ha conquistato il maggior numero di podi durante la settimana velica, aggiudicandosi la coppa messa in palio dello YC Italiano e consegnata, dal vice presidente Jean Dufour, alla premiazione nella piazzetta di Capri.
Un altro prestigioso premio è stato quello vinto da Riccardo Pavoncelli armatore Rosbeg, uno dei 3 orologi Submariner che la Rolex assegna ai vincitori della combinata dell'evento. Una vittoria da sempre sognata dall'armatore dello Swan 651 che aveva in equipaggio altri due soci del CRV Italia il presidente Roberto Mottola di Amato, olimpionico e campione mondiale Tempest nel '75 e Lars Borgstrom il trimmer napoletano protagonista di ben 4 Coppe America.
Anche alla 65° Tre Golfi c'è stato un successo rossoblù ed anche determinante. Alex Schaerer armatore di Caol Ila R vincitore in tempo reale, è salito sul podio con il suo tattico, Francesco de Angelis, socio benemerito del Circolo Italia, ringraziandolo per la vittoria.
Altro trofeo da mettere in bacheca al circolo di Santa Lucia e quello conquistato dal vicepresidente Maurizio Pavesi con Le Coq Hardì che ha vinto il titolo di Campione nazionale del Tirreno in classe 1 "cruiser-racer" con al timone un altro socio "Italia", Picchio Milone olimpionico e campione mondiale classe Tempest.
Podio anche nella Tre Golfi Classica, tra gli yacht d'epoca, Kiwi di Fabio Ratti, ha conquistato la piazza d'onore per il circolo "Italia".
Nei piani del CRVI c'è ora l'Universiade della vela. La sede del sodalizio a Santa Lucia, infatti, accoglierà i team delle nazioni impegnate nelle regate, offrendo così la base operativa per la manifestazione mondiale dedicata agli atleti universitari.
"Abbiamo deciso con l'intero direttivo del Circolo – racconta il presidente Roberto Mottola di Amato – di concedere la nostra sede per l'occasione accogliendo una richiesta di collaborazione del comitato organizzatore partecipando così alla valorizzazione dell'immagine propositiva e fattiva della nostra città. Un ruolo sociale e sportivo che non poteva non vederci operativi per Napoli".
Dopo le regate delle Universiadi che si concluderanno il 9 luglio, si tornerà a lavorare alla prossima edizione della Rolex Capri Sailing Week con particolare attenzione al Campionato Europeo ORC, previsto nell'ambito della settimana velica a metà maggio, che la Federazione Internazionale della Vela ha assegnato al Circolo Remo e Vela Italia.
"Sarà un importante appuntamento sportivo che porterà nel golfo di Napoli molti equipaggi internazionali contribuendo così ad alzare la qualità dei partecipanti e degli armatori alla prossima RCSW – conferma Mottola – e che allo stesso tempo aumenterà la flotta degli iscritti per il 2020".

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio