Al RYCC Savoia la presentazione dell’Universiade della Vela

20190525 56NAPOLI, 21 Maggio 2019 – "Vela all'Universiade estiva di Napoli 2019": un'opportunità per avvicinare un numero ancora maggiore di cittadini a questo sport, far conoscere le attività sportive dei circoli nautici cittadini e riportare sotto i riflettori il Golfo più bello del mondo, a quasi sessant'anni dalle Olimpiadi di Roma.
Gli aspetti che riguardano l'organizzazione e la logistica delle regate veliche alle prossime Universiadi di Napoli (3-14 luglio 2019) saranno presentati domani, mercoledì 22 Maggio 2019 alle ore 19:00 nei saloni del Reale Yacht Club Canottieri Savoia (Banchina Santa Lucia 13, Napoli). A fare gli onori di casa, il presidente del Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Fabrizio Cattaneo della Volta, e il presidente della V Zona Fiv, Francesco Lo Schiavo. Ospiti d'eccezione il vicepresidente del Coni e Direttore Sportivo Giovanile Fiv, Alessandra Sensini; il Commissario Straordinario Aru, Gianluca Basile; il Presidente Onorario Fiv, Carlo Rolandi.
Il numero uno della Fiv Campania, Francesco Lo Schiavo, evidenzia: "La Federazione Italiana Vela ha voluto coinvolgere tutti i circoli di Napoli nell'organizzazione di questo evento, mettendo a frutto le esperienze e le capacità organizzative della vela napoletana. Siamo da tempo a lavoro su questo evento per permettere a tutti i cittadini di viverlo nel miglior modo possibile".
"Le Universiadi rappresentano una straordinaria opportunità di promozione per tutto il territorio, che abbiamo il dovere di sfruttare nel miglior modo possibile", afferma il presidente del RYCC Savoia, Fabrizio Cattaneo della Volta. "Sono convinto che i circoli nautici, forti della lunghissima esperienza nell'organizzazione di eventi velici, si faranno trovare pronti. Al resto penserà il nostro "stadio del vento", che sarà protagonista ospitando regate altamente spettacolari".

A bordo di Spirit of Europe per svelare il vero valore del team femminile

20190525 55Quindici donne a bordo di una barca a vela - ciascuna con una esperienza sportiva diversa, ma unite dalla passione per il mare e dal piacere di navigare - hanno costituito per la prima volta un "equipaggio" che, coordinate dalla team manager Cristiana Monina, ha partecipato alla Rolex Capri Sailing Week a bordo dello Swan 60 "Spirit of Europe". Un'impresa sportiva, certamente, ma che ha messo in luce alcune case history di interesse nella gestione del team e nel raggiungimento di un obiettivo, nello sport così come in qualsiasi altro contesto lavorativo e professionale.
A spiegarlo è proprio Cristiana Monina, CEO e founder di Cristiana Monina Nautical Events, azienda romana che da cinque anni organizza eventi relazionali e di formazione aziendale che hanno come strumento formativo proprio lo sport della vela.
"La sfida di questa regata – ha commentato Cristiana Monina – riguardava proprio quella di riuscire a integrare su una barca di 18 metri, con tutte le sue complessità, un equipaggio veliste con esperienze diverse, dalla partecipazione ai Giochi Olimpici, a regate oceaniche, al campionato invernale vicino casa. Quindici ragazze che come equipaggio avevano solo condiviso un fine settimana ed un altro giorno di allenamento prima della regata. Poche ore insieme, durante le quali hanno imparato a conoscersi, a interagire in vista dell'appuntamento più importante, la partecipazione alla regata".

Leggi tutto: A bordo di Spirit of Europe per svelare il vero valore del team femminile

Una 151 Miglia-Trofeo Cetilar 2019 da record

20190525 54Pisa, 20 maggio 2019 – Era nell'aria, adesso è realtà: la decima edizione della 151 Miglia- Trofeo Cetilar ha stabilito un nuovo record d'iscritti. Sono infatti 250 le barche che, divise nelle categorie ORC International e IRC, il prossimo giovedì 30 maggio alle 16:00, si lasceranno alle spalle Livorno e Marina di Pisa per puntare la prua verso l'isolotto della Giraglia, le Formiche di Grosseto e infine Punta Ala.
250 barche è un numero davvero impressionante per una regata offshore e potevano essere ancora di più, se il Comitato Organizzatore formato da Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Livorno, non avesse giustamente deciso di dare uno stop alle iscrizioni, per poter gestire al meglio una flotta così imponente in cui spiccano numerosi Maxi Yachts, a partire dal famoso Rambler 88 dell'armatore americano George David (in pozzetto la leggenda vivente della Coppa America Brad Butterworth) e da Pendragon VI di Nicola Paoleschi, detentore del record della 151 Miglia stabilito l'anno scorso in 15 ore, 30 minuti e 45 secondi.
In attesa di vivere lo straordinario spettacolo della partenza e l'agguerrita lotta per la conquista dei due trofei challenge in palio - assegnati rispettivamente al primo scafo sul traguardo in tempo reale e al vincitore della categoria più numerosa tra ORC e IRC - la 151 Miglia-Trofeo Cetilar inizierà la sua intensa attività già da questo fine settimana, grazie a una serie di eventi sportivi in programma al Porto di Pisa: dalle spettacolari regate delle M32 European Series (da venerdì 24 a domenica 26, con 8 catamarani in regata), a 151 Bimbi a Vela, giornata dedicata alla promozione della vela tra i più piccoli, fino alla seconda edizione della gara podistica 15.1 Run, appuntamenti in entrambi i casi in programma per sabato 25.
Un weekend intenso e ricco di sport, antipasto di un'edizione speciale della 151 Miglia, regata plastic-free che quest'anno sarà dedicata interamente alla salvaguardia del mare per lanciare un messaggio concreto al mondo della vela. Numerose, in proposito, le iniziative sul tema che coinvolgeranno i partecipanti, grazie alla collaborazione con realtà come l'ONLUS Worldrise, la Divisione Vela Marevivo (da scaricare, in proposito, la APP "Occhio al mare") e la One Ocean Foundation, promotrice della Cartha Smeralda.
Da segnalare anche l'iniziativa promossa dal Sonnolab del Dipartimento di Ricerca Traslazione e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia dellʼUniversità di Pisa,
www.151miglia.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
diretto dal Prof. Ugo Faraguna, che ha l'obiettivo di analizzare le performance di regata di ogni equipaggio, sulla base delle strategie di gestione del ciclo sonno-veglia. Anche in questo caso, i partecipanti saranno coinvolti direttamente nello studio, con il fine di raccogliere quante più informazioni possibili sullo stretto legame tra sonno e performance sportiva, partendo dal fatto che è dimostrato come una corretta gestione del riposo influisca direttamente sulla qualità della prestazione (e la vela non fa eccezione, anzi).
Organizzata con la collaborazione del Porto di Pisa, del Marina di Punta Ala, e dei partner PharmaNutra S.p.A. con il brand Cetilar®, Rigoni di Asiago, North Sails e TAG Heuer, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar è una tappa del Campionato Italiano Offshore della FIV, del Mediterranean Maxi Offshore Challenge, il circuito di regate riservato ai Maxi Yachts, e del Trofeo Arcipelago Toscano.

Successo del raduno windsurf con la special coach: Le Marche festeggiano Alessandra Sensini

Ancona, 19 aprile 2019. Grande successo per il raduno tecnico dedicato ai giovanissimi del windsurf, organizzato dalla Federazione Italiana Vela (FIV) Marche in collaborazione con la SEF Stamura e conclusosi ieri sera a Marina Dorica. Raduno che verrà ricordato non solo per la grande affluenza di baby windsurfer ma soprattutto per la presenza di un coach di eccezione, come Alessandra Sensini.
Oltre ai clinic in acqua, particolarmente utili in vista della regata nazionale Techno 293, prevista per oggi, FIV Marche ha promosso l'organizzazione di una conviviale, svoltasi nella splendida cornice dell'hotel Scogliera di Numana, di cui l'olimpionica di windsurf (1 oro, 1 argento e 2 bronzi), oggi vicepresidente CONI e responsabile FIV per l'attività giovanile, è stata ospite d'onore.
Presenti tra gli altri, Vincenzo Graciotti e Paolo Smerchinich, rispettivamente presidente e vicepresidente FIV Marche, il presidente del CONI Marche Fabio Luna, il coordinatore dei tecnici zonali Francesco Zimelli, Stefano Gironi e Stefano Masi nell'ordine presidenti del CN. "S. Massaccesi" di Numana e della SEF Stamura Ancona, il presidente dell'Unione Stampa Sportiva Marche Andrea Carloni, l'armatore e campione di vela numanese Paolo Leonardi, il presidente della ASD "Liberi nel Vento" Daniele Malavolta, l'imprenditore recanatese Pierfrancesco Leopardi e i fondatori della Power PLast, Alessandro Gherardi e Piermario Timpanari, già title sponsor del "PowerPlast Youth Sailor Award".
"Abbiamo creato un momento di riflessione sullo sport giovanile marchigiano - ha dichiarato Graciotti a margine della serata - Un tema centrale, quello dell'avvicinamento dei giovani allo sport ma anche al mare che da sempre guida il nostro Comitato. In questa occasione, ci tengo a ricordare la prosecuzione della buona pratica dedicata alle Borse di Studio al Merito Sportivo Velico Giovanile, pensate per garantire un sostegno nella preparazione di quei velisti Under 19 che si sono distinti in ambito nazionale e internazionale nella scorsa stagione, garantendo le pari opportunità ad atleti che provengono da background diversi". Le borse di studio sono state realizzate, lo scorso anno, grazie al contributo di Ermanno Galeati (Revue de Vie), Renzo Grottesi (Be Wild), Sandro e Piero Paniccia (proprietari di Altair 3 e Freccia del Chienti), e Alberto Rossi (Enfant Terrible), armatori marchigiani con alle spalle successi in campo internazionale fra monotipo e altura, che hanno voluto investire nella crescita dei giovani affinché si crei non solo il sostegno alle loro attività attuali, ma anche uno sbocco professionale futuro nella vela "degli adulti". "Siamo felici di annunciare l'ampliamento dell'iniziativa - ha concluso Graciotti – a cui nel 2019 si sono aggiunti altri 3 armatori".
"Il mio rapporto con le Marche comincia nel lontano 1986 quando, a Porto S. Elpidio, ho partecipato al campionato italiano juniores - il commento di Alessandra Sensini - Mi complimento con il direttivo ma anche con tutti i giovani velisti che ho incontrato qui per la passione e l'impegno profuso. Non sappiamo ancora bene dove ci porteranno i cambiamenti che il nuovo Governo ha voluto introdurre nel mondo dello sport italiano ma credo sia, ora più che mai, importante che il CONI resti vicino ai dirigenti del territorio perché sarà grazie al loro lavoro che lo sport supererà questa fase di transizione, uscendone più forte".
Alle riflessioni della pluri-medagliata olimpica, si allineano quelle di Fabio Luna, che conclude: "Ringrazio per la presenza e per il prezioso contributo tecnico il nostro vicepresidente CONI nazionale, Alessandra Sensini, e ringrazio anche FIV Marche per tutto quello che sta facendo nella promozione della vela e della cultura sportiva. Lo sport è benessere psico-fisico, educazione, crescita morale e personale, pertanto non posso che essere grato alle società affiliate alla X Zona, che stanno avvicinando alla vela un numero sempre maggiore di giovani".

Domenica 26 maggio partirà La Cinquecento Trofeo Pellegrini X2 e XTutti

20190520 51Domenica 26 maggio partirà la 45^ edizione de La Cinquecento Trofeo Pellegrini, regata valida per il Campionato Italiano Offshore FIV con coefficiente 3.0, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con il Comune di Caorle, il supporto del Main Sponsor Pellegrini Gruppo e del Technical Partner Montura.
A poco meno di dieci giorni dal via, fervono i preparativi per la regata e per gli eventi collaterali, che si terranno nel cuore dell'antico borgo marinaro di Caorle.
Anche quest'anno la manifestazione "Gusta La 500", che ha come obiettivo quello di avvicinare il pubblico alla vela e la vela alla città, permettendo a turisti e curiosi di partecipare al clima di festa che circonda una regata offshore, sarà un evento nell'evento.
Il programma 2019 si aprirà venerdì 24 maggio alle ore 18.00 con il taglio del nastro alla presenza delle autorità cittadine, a seguire uno show cooking con lo chef Paolo Forgia. A partire dalle 19.30, nel Porto Peschereccio di Caorle si terrà "Sardee in grea", evento gastronomico tipicamente caorlotto condotto da Stefano Cantiero. La gara vedrà sfidarsi pescatori e velisti, che si cimenteranno con piatti originali che avranno come base le sardine in "scotadeo", con premiazione finale a cura di una giuria di esperti. I prodotti cucinati saranno offerti al pubblico e la serata sarà animata dai ragazzi de "Il Veneto Imbruttito".
Sabato 25 maggio la scena si sposterà nella vicina Piazza Matteotti, con lo Skippers Meeting alle ore 18.30, seguito dal rinfresco per i partecipanti e dal concerto dei Fabio Supernova aperto anche al pubblico.
Domenica 26 maggio a partire dalle ore 12.00, le imbarcazioni partecipanti alla 45^ edizione de La Cinquecento Trofeo Pellegrini ormeggiate in Porto Peschereccio, saranno scortate verso il mare da alcuni peschereccidella flotta di Caorle.
La Cinquecento Trofeo Pellegrini, la prima regata in doppio del Mediterraneo, è un appuntamento irrinunciabile per molti velisti, che non mancano a questa festa del mare, del vento e della marineria e ogni anno celebrano il rito di mettersi in gioco nelle imprevedibili cinquecento miglia dell'affascinante percorso da Caorle fino quasi al tacco d'Italia, passando per Sansego in Croazia, dove tra bonacce e ariette, si insidiano anche forti colpi di bora.
Al via della 45^ edizione alle ore 14.00 ci saranno una trentina imbarcazioni, con netta prevalenza degli iscritti nella categoria X2, tra cui i vincitori assoluti della recente La Duecento Kika Green Challenge dei fratelli Alessio e Cristiano Verardo.
Non mancheranno gli habitué Andrebora di Roberto Mattiuzzo/Francesco de Cassan,
Wanderlust di Furio Gelletti/Franco Ferluga, Angelo di Federico d'Amico/Edoardo Giannessi, i coniugi tedeschi Thomas e Gudrun Rauch su Big Speedy, Keira di Gianluca Careganto/Carlo Ravetta, Skip Intro di Marco Romano/Paolo Favaro e l'imbarcazione di casa, Black Angel degli ex-pescatori Paolo Striuli e Felice Gusso, beniamini del Porto Peschereccio.
Al via per la loro prima X2, Lotos di Antonio Mescalchin/ Moreno Bernardi, Scacco Matto di UgoMineo/Federico Vitali, Mordilla di Giorgio Baschirotto/andrea Zerial e il GS40 Sonia, di Gianluca Celeprin in coppia con Enrico Stievano, che sostiene l'iniziativa a scopo benefico #Soniaproject, nata da un'idea di Ignazio Minardo e Sonia Tomasi per raccogliere fondi in favore di associazioni benefiche e di volontariato attive nella ricerca medico-sanitaria.
Nella categoria XTutti al via tra gli altri Super Atax di Marco Bertozzi, glorioso IOR che mette in palio un Trofeo Challenge per il vincitore ORC XTutti, Don't forget to smile di Giampietro Sforza, Renoir di Mario Pellegrini, Emy Too di Tommaso Comelli, Macropus di Ziga Maher, Orsobrillo di Paolo Fioravanti e Aurele di Piero Santin.
Ad attendere i vincitori in tempo reale della 500x2 due prestigiosi Trofei Challenge: il Trofeo Leonardo Bronca, assegnato al miglior risultato della coppia più giovane e il Trofeo delle Vittorie, per il vincitore della 500x2 in tempo reale, categoria monoscafi, affiancati anche quest'anno dai trofei realizzati dall'artista Giuseppe Celeprin in alluminio nautico e da numerosi premi messi a disposizione dai partner dell'evento.
La Cinquecento Trofeo Pellegrini 2019 è organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita con il sostegno della Città di Caorle, in collaborazione con Marina 4, Darsena dell'Orologio e la partnership di Birra Paulaner, Dial Bevande, Cantina Colli del Soligo, Om Ravenna, Aurora Scs, Marina Sant'Andrea, Antal, Astra Yacht, Auto Davanzo.
Main Sponsor dell'evento è Pellegrini Impresa di Costruzioni, azienda specializzata nel settore dell'edilizia industriale e civile, Technical Partner è Montura, azienda di abbigliamento tecnico per l'alpinismo e numerose attività outdoor, tra le quali la vela.

Grand Soleil Cup a Porto Piccolo di Sistiana

20190520 53Grand Soleil Cup, l'evento più amato dell'anno firmato Cantiere del Pardo
Nel Golfo più bello d'Italia a Trieste nel porticiolo più prestigioso dell'Adriatico e non solo a Porto Piccolo di Sistiana, nella regione più amata e ricca d'Italia il Friuli Venezia Giulia, il più chic ed esclusivo appuntamento dell'anno per le regate delle barche a vela la "Grand Soleil Cup" evento unico per i possessori di una barca a vela Grand Soleil.
Tre giorni, dal 17 al19 giugno, non solo di regata ma anche di mondanità, all'insegna dello star bene in un ambiente così esclusivo come Porto Piccolo, il porticiolo borgo ricavato da una pietraia dismessa e riconvertita a luogo di vacanza..
Elca, in nostro G.S. 50 piedi sarà presente a questa sfida di mondanità, di eleganza e di regate, l'equipaggio collaudato con Carlo Naibo skipper ed armatore e Marco Augelli alla tattica, vede eccezionalmente e solo per questo evento la presenza del nostro patron Roberto Poletto; quasi come il 17° uomo in Coppa America, il nostro ospite siederà a poppa, a bordo di Elca, per gustarsi questi esaltanti momenti.
Le previsioni meteo non sono delle migliori, venerdì una giornata soleggiata ma sia sabato che domenica sono previsti acquazzoni forti, ma non scoraggeranno gli equipaggi alla partecipazione, perché mai come in queste regate l'importante è esserci e partecipare al di là dei risultati.

Il team di Coppa America inglese e quello cinese di SailGP al GC32 Racing Tour 2019

20190516 56Sir Ben Ainslie e i velisti britannici di Coppa America hanno confermato la loro presenza nel GC32 Racing Tour in 2019, e parteciperanno con il nome INEOS Rebels UK alla GC32 Villasimius Cup, nelle meravigliose acque della Sardegna meridionale. Sir Ben Ainslie, conosciuto per le sue quattro medaglie d'oro e una d'argento ai Giochi Olimpici, torna al circuito dei catamarani volanti con un team che mescola velisti giovani ed esperti.
Ainslie ha vinto la America's Cup a bordo Oracle Team USA a San Francisco nel 2013 e ha timonato il catamarano AC50 britannico a Bermuda nel 2017, ma ha debuttato solo lo scorso anno nel GC32 Racing Tour. E, malgrado non avendo partecipato alla prima regata, il team di Ainslie ha ottenuto la seconda piazza nella classifica finale, vincendo l'ultimo evento.
Per Ben Ainslie e il suo team, questa stagione sarà incentrata sulla rotazione dell'equipaggio e sullo sviluppo. Del gruppo faranno parte i giovani Oli Gerber and Ben Cornish, che al termine di un lungo processo di selezione sono entrati nell'equipaggio ufficiale di Coppa lo scorso gennaio. Oli Gerber potrà portare in dote la sua esperienza sui GC32, avendo regatato con gli INEOS Rebels nelle Extreme Sailing Series, mentre Ben Cornish è al suo debutto nella classe.

Ainslie e il suo team si dicono impazienti di scendere in acqua. "Durante l'inverno ci siamo concentrati sullo sviluppo del T5 (la loro barca test AC75) ma non possiamo dimenticare di essere velisti, e dunque vogliamo tornare a regatare. Abbiamo un vero mix di gioventù e di esperienza a bordo questa volta, e siamo felici di avere anche Oli e Ben nel team. So che ci sono equipaggi che si sono allenati molto, ma spero che non saremo troppo indietro con la preparazione."

A completare l'equipaggio di INEOS Rebels UK a Villasimius ci saranno due australiani, il veterano della Coppa America Joey Newton e la medaglia d'oro dei 49er Iain Jensen, che si occuperanno rispettivamente della regolazione delle vele di prua e della randa. A occuparsi della tattica, ancora una volta sarà il campione olimpico di Finn Giles Scott

La scorsa settimana INEOS Rebels UK si è ritrovato a Villasimius per delle sessioni di allenamento, che continueranno anche nei giorni immediatamente precedenti l'avvio della regata, in programma a partire dal 23 maggio. "La scorsa stagione, quando siamo tornati alla classe, abbiamo imparato molto in termini di regolazione, di gestione della barca e di comunicazione a bordo." Ha spiegato Ben Ainslie. "Il GC32 Racing Tour è stato quello che speravamo fosse, con una flotta molto agguerrita, e l'esperienza è stata molto positiva. Speriamo che quest'anno si possa costruire su questa basa." A dare manforte al team a questo scopo, a bordo ci sarà anche Leigh McMillan, vincitore del GC32 Racing Tour 2015 con Sultanate of Oman.
A proposito dei nuovi avversari per questa stagione 2019, che vede l'arrivo di diversi equipaggi provenienti dalle Extreme Sailing Series al GC32 Racing Tour, Ainslie crede che: "Aumenterà l'intensità. La loro conduzione della barca sarà facilitata dal fatto di aver corso tanto su percorsi corti, mentre i team del GC32 Racing Tour avranno una migliore velocità. Sarà interessante vedere come andrà."
Debutto cinese

Una new entry per il GC32 Racing Tour sarà CHINAone NINGBO, anche se il team guidato dal neozelandese Phil Robertson ha un pedigree di tutto rispetto nella classe M32. Con questo gruppo, Robertson ha vinto il World Match Racing Tour nel 2016 e nel 2017 e con CHINAone NINGBO ha vinto il Campionato Mondiale M32 lo scorso anno.

Da parte sua Robertson possiede anche una considerevole esperienza sui GC32, avendo portato Oman Air al secondo posto alle spalle di Alinghi nelle Extreme Sailing Series, la scorsa stagione, dopo un terzo nel 2017.

E tuttavia, questa sarà la prima uscita ufficiale a bordo di un GC32 del team portacolori della Cina nel circuito dei catamarani a foil SailGP. Dell'equipaggio fanno parte Ed Powys e tre velisti cinesi Liu 'Black' Xue, Chen 'Horace' Jinhao, Liu 'Leo' Ming, e Robertson è conscio che il gruppo ha molto da imparare. "Sarà la prima volta che su CHINAone NINGBO la maggioranza dei velisti è cinese. Hanno poca esperienza in questo tipo di vela ad alte prestazioni, ma dare loro proprio questa esperienza di foiling fa parte dei nostri obiettivi a lungo termine. Quindi il GC32 Racing Tour costituirà un'eccellente palestra."
I nomi dei velisti cinesi suonano familiari però, dato che tutti e tre hanno fatto parte del Dongfeng Race Team che ha trionfato nella scorsa Volvo Ocean Race.

Avendo partecipato alle Extreme Sailing Series, Robertson non vede l'ora di affrontare il suo ex team omanita, che quest'anno avrà come skipper Adam Minoprio, e tutti gli altri team ora nel GC32 Racing Tour. "Vogliamo che ci siano tante barche, è fantastico avere team professionali e owner-driver che corrono insieme. Siamo competitivi e quello che desideriamo è avere avversari forti."

Il team non solo debutta con i GC32, ma per lo skipper Phil Robertson sarà anche la prima volta nelle acque di Villasimius, la splendida località della Sardegna meridionale. "Spero avremo condizioni diverse, ma spero non ci sarà vento forte e mare formato, perchè potremmo avere qualche problema!"

Altra novità del GC32 Racing Tour 2019 è la possibilità per ospiti di partecipare al VIP guest program, e conoscere da vicino i velocissimi catamarani volanti. Maggiori informazioni a questo link.

Programma del GC32 Racing Tour 2019

22-26 maggio: GC32 Villasimius Cup / Villasimius, Sardegna, Italia
26-30 giugno: GC32 World Championship / Lagos, Portogallo
31 luglio-4 agosto: 38 Copa del Rey MAPFRE / Palma de Maiorca, Spagna
11-15 settembre: GC32 Riva Cup / Riva del Garda, Italia
6-10 novembre: da confermare

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio