Il progetto Desireè alla LNI Trieste

20190513 59Dopo il successo della serata organizzata dallo YCVR lo scorso 23 febbraio al palazzo della Gran Guardia di Verona, i progetti simbiotici "Desire" di Daniele Scarpa e Sandra Truccolo e "Dis-Equality" di Berti Bruss sono stati protagonisti di un intenso incontro l'8 maggio, ospitato dalla Lega Navale Italiana-sezione di Trieste, con padrone di casa il presidente Paolo Scubini; hanno partecipato tutti i suddetti, con interventi ulteriori di Mario Brancati (presidente Consulta regionale FVG delle associazioni delle persone disabili e delle loro famiglie), Pierluigi Surace (main sponsor con il suo monoscafo Justmen) ed altri sostenitori....
Berti Bruss ha illustrato il prossimo "Giro della speranza", che partirà l'8 giugno da Trieste per il periplo d'Italia, con questi numeri:
100 giorni
50 tappe con 36 su basi della LNI
6 imbarcazioni in partenza dalla città del Faro della Vittoria.
Appuntamento il 7 giugno alle 11 alla Lega Navale di TS per la conferenza stampa
Ritrovo nella medesima sede l'8 giugno ore 9, imbarco ore 10.30 e tappa a Monfalcone
Partenza della flotta domenica 9 giugno da Monfalcone verso Caorle e via lungo l'Adriatico, Ionio, Tirreno e ritorno

Manager d'azienda a confronto, al via oggi la Forum Sailing Cup di Napoli

20190513 53Al via oggi presso la Lega Navale Italiana di Napoli l'edizione primaverile della Forum Sailing Cup 2019, un evento b2b che sintetizza in un unico format: Formazione, Knowledge Sharing, Business Matching. L'iniziativa si inserisce nel programma delle attività del Forum Economy Roadshow 2019 organizzato da Comunicazione Italiana - For#Uman Relation che nella tappa di Napoli ha sviluppato il tema "Turismo e competitività".
Al termine della giornata di lavori che si è svolta ieri al Maschio Angioino con un ricco calendario di incontri e tavole rotonde, oggi i manager di trenta aziende proseguiranno l'attività formative a terra ed in acqua secondo un programma messo a punto dall'agenzia Cristiana Monina Nautical Events e da Comunicazione Italiana con il supporto di Gerebros live Communication. I partecipanti sono stati suddivisi in sei equipaggi che nelle giornate di oggi e di domani si sfideranno a bordo degli Este 24, imbarcazioni monotipo con massimo cinque persone d'equipaggio, durante i quali potranno condividere i momenti dell'attività sportiva, ognuno con un proprio ruolo a bordo, ma con l'obiettivo di portare a termine un lavoro "di squadra" che possa portare alla vittoria della competizione sportiva. Le attività in acqua saranno il punto di partenza per le sessioni di formazione previste nel pomeriggio. A mettere in evidenza le analogie fra lo sport velico e il mondo aziendale ci ha pensato Roberto Ferrarese, pluri campione del mondo di vela ed esperto in formazione, che nella serata di ieri ha riportato ai partecipanti la propria esperienza sui campi di regata. La Forum Sailing Cup si concluderà domani e prevede una seconda sessione di lavori nel mese di settembre, mentre il programma degli incontri del Forum Economy Roadshow 2019 andrà avanti sino a novembre, con l'ultimo appuntamento a Milano.

La Federazione Italiana Vela e la II Zona Fiv al Versilia Yaching Rendez-Vous

20190511 54Viareggio. C'è anche lo stand della II Zona Fiv alla terza edizione del Versilia Yachting Rendez-vous, tra i più importanti appuntamenti internazionali dedicati alla nautica dell'alto di gamma e principale punto di riferimento per professionisti, armatori, comandanti, rappresentanti dei cantieri, nonché amanti e collezionisti appassionati del mondo nautico, di scena in questi giorni a Viareggio.
L'evento, promosso da Nautica Italiana e organizzato da Fiera Milano in collaborazione con il Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana, ha l'intento di coinvolgere tutto il comparto e le associazioni di settore nazionali ed internazionali e pertanto, la Federazione Italiana Vela ed in modo particolare la II Zona Fiv non poteva certo mancare.
Il Versilia Yachting Rendez-Vou è una esperienza espositiva unica nel suo genere, nata per valorizzare le potenzialità dell'industria nautica d'eccellenza italiana, leader mondiale, che proprio a Viareggio ha un forte insediamento e una consolidata tradizione, in cui progettualità, tecnologia e alta qualità artigianale si coniugano in un territorio riconosciuto nel mondo per la bellezza, l'arte, l'accoglienza e l'Italian lifestyle.
Al Versilia Yachting Rendez-vous incontriamo il Presidente del Comitato Interregionale Federazione Italiana Vela, Andrea Leonardi.
Perché FIV è presente al VYR?
Federazione Italiana Vela è presente al VYR soprattutto per consolidare il suo ruolo istituzionale nell'ampio panorama delle iniziative veliche sportive ed agonistiche della grande vela d'altura, dove già sono presenti armatori importanti che con altrettanto importanti progetti sportivi portano in regata imbarcazioni innovative e tecnologicamente avanzatissime.
A proposito di 'Grande altura' com'è la situazione attuale in Italia?
Federazione Italiana Vela ha l'onore di annoverare tra gli affiliati i Circoli Velici e Nautici più importanti d'Italia, che organizzano regate di altura che ormai da tempo sono riferimento per tutta la Vela italiana e mondiale. La Federazione Italiana garantisce l'osservanza dei regolamenti, la formazione, le strutture e la didattica necessaria al concorso della pratica sportiva ed agonistica.
E in Toscana?
La Toscana è compresa nell'area di competenza della Secondo Zona Fiv: abbiamo circoli che vantano attività eccellente nella vela di Altura, altri invece che appartengono già alla storia della vela mondiale ed hanno in bacheca trofei di assoluto prestigio.
Nell'area di Viareggio che è sede di questa fiera e territorio ricchissimo di tradizione marinaresca, sono presenti circa dieci Affiliati consorziati tra loro e uniti da intenti comuni, primo tra tutti la ricerca di nuove infrastrutture da destinare alla pratica sportiva velica, anche giovanile, assicurandogli quella continuità oggi necessaria a creare i presupposti per il miglioramento dell'attività esistente.
Però al VYR si parla di lavoro e di economia, non di sport...
La fiera, per definizione, è il punto di incontro tra domanda e offerta e Federazione Italiana Vela vanta numeri di notevole interesse sul piano dell'indotto economico derivante dall'accoglienza dei flussi turistici sportivi generati dalle manifestazioni veliche.
Qualche dato?
FIV ha da poco censito i numeri della stagione 2017: solo in Toscana, vengono svolte oltre 500 manifestazioni veliche per un totale di oltre 750 giorni di sport e la partecipazione di circa 33mila atleti; l'indotto che attiene strettamente agli atleti ed agli ufficiali di regata coinvolti si attesta su economie che superano di poco i cinque milioni di euro, senza contare terze parti e le persone di supporto.
Che cosa si auspica il Presidente del Comitato Interregionale Federazione Italiana Vela?
Mi auguro la crescita della vela e, se mi è permesso, di tutto il settore nautico; ma per crescere c'è bisogno di ricevere ascolto e soddisfazione da chi è deputato ad operare quelle scelte politiche e amministrative che io definisco strategiche per la crescita, sicuramente per la crescita degli sport nautici. Vedo un grande impegno da parte di molti e lo sport ci insegna ad essere fiduciosi nelle proprie forze.
Invito tutti a visitare il nostro Stand sino a domenica 12 maggio. A tal proposito, ringrazio la Società Navigo di Viareggio e Fiera Milano per aver concesso a Federazione Italiana Vela di esporre il marchio federale in una delle migliori fiere di settore d'Italia; ringrazio l'armatore della barca con la quale siamo presenti in fiera, un appassionato velista e un ottimo regatante.
Paola Zanoni 335/5212943 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sognando L'olimpiade Con Gli Studenti Dell' Universita' Cattolica Di Brescia

20190507 13CAMPIONE  DEL GARDA (Brescia) - Un gruppo di studenti dello Stars della Cattolica di Brescia sta raccontando  in Tv e suoi social i “sognatori” di Olympia. Le prime riprese sono  iniziate con gli eventi del Campionato Mondiale Pascucci del Formula Kite Foil alla base di Univela di Campione del Garda. Proseguiranno con il Campionato Italiano Classi Olimpiche (Cico 2019) che dall '11 al 14 settembre si terrà nelle acque del lago di Garda Lombardo. La presentazione si è svolta nelle sale della sede di Brescia dell'Ateneo. Ad illustrare l'iniziativa sono stati il professor Massimo Locatelli, il responsabile dei progetti internazionali del Miur Federico Cinquepalmi, il presidente della 14a Zona di Federvela Rodolfo Bergamaschi, il presidente di Brescia Tourism Marco Polettini,  Lorenzo Tonini, in rappresentanza dei Club di Circolo Vela Gargnano, Canottieri Garda, Circolo Vela Toscolano-Maderno, Univela Sailing Campione, i promotori, sotto l'egida di Federvela dei Campionati Italiani Classi Olimpiche 2019.20190507 14

A loro si è aggiunto il commento più che positivo del dottor Simone Rasetti, direttore generale del settore Sport e Giovani di Regione Lombardia, durante la sua visita al Mondiale Kite. Gli studenti dello Stars (Corso di laurea in Scienze, tecnologie delle arti e dello spettacolo)  seguiranno la rotta di  “Sognando Olimpia-Tokio 2020 & Parigi 2024” con una serie di video dedicati a velisti delle squadre nazionali italiane dei laghi d Garda e Iseo, testimonial delle 10 Categorie, che nel 2020 correranno alla Olimpiadi di Tokio, ma anche chi parteciperà al Kite Foil che si terrà a Parigi nel 2024.  I sognatori racconteranno il loro rapporto con lo sport e con il territorio dei laghi di Garda e Iseo, un lavoro promozionale che sarà supportato dal portale istituzionale di turismo di #Visit Brescia e dai Social di Unicatt Brescia. 

L'idea è di candidare il lago di Garda come Capitale Mondiale degli Sport Outdoor.

Ufficio PR Garda Grandi Eventi

per XIVa Zona Federvela e #visitbrescia

 

Tutto pronto per il XXIV Trofeo Challenge Ammiraglio Giuseppe Francese

20190503 57Viareggio. Da domani sabato 4 maggio, prenderà il via la XXIV edizione del Trofeo Challenge Ammiraglio Giuseppe Francese, la tradizionale manifestazione riservata alle imbarcazione ORC International, ORC Club, Gran Crociera, Open, Barche d'Epoca, Classiche e Vele storiche, agli yachts in legno o in metallo di costruzione anteriore al 1950 (Yachts d'Epoca) e al 1976 (Yachts Classici), nonché le loro repliche individuabili secondo quanto disposto dal "Regolamento per la stazza e le regate degli Yachts d'Epoca e Classici - C.I.M. ", agli Spirit of Tradition con certificato IRC Vele storiche e agli Swan Classic con certificato ORC.
Durante il briefing, previsto alle ore 12 presso il Club Nautico Versilia, verranno fornite agli equipaggi tutte le informazioni utili, gli aggiornamenti meteo, e i chiarimenti relativi al percorso per la Classe Open e per le Vele Storiche e Classiche.
La partenza, come nella precedente edizione, sarà data alle ore 15.30 da Marina di Carrara.
La regata costiera si svolgerà sul percorso Marina di Carrara-Isola del Tino- Luminella (Li)- Marina di Pisa mentre la regata e veleggiata per gli yacht d'epoca e per le vele storiche avrà come percorso Marina di Carrara-Isola del Tino-Viareggio.

Leggi tutto: Tutto pronto per il XXIV Trofeo Challenge Ammiraglio Giuseppe Francese

Due chiacchiere con Ettore Botticini, atleta del CNVA ai vertici del match race internazionale

20190503 60Cala Galera, 3 maggio 2019 - Ettore Botticini, leader del CNVA Sailing Team e quarta forza della ranking list mondiale di match race, è alla vigilia di una sfida importante: la prossima settimana sarà infatti di scena alle Bermuda, tra le boe dell'Argo Gold Cup, Grado 1 tra i più prestigiosi a livello internazionale e di conseguenza frequentato da un parterre di livello superiore.
Atleta del Circolo Nautico e della Vela Argentario da ormai cinque stagioni, Botticini sarà ad Hamilton con Simone Busonero, Lorenzo Gennari, con lui sin dall'inizio della sua carriera di match racer, e Andrea Fornaro, entrato nel team dallo scorso anno e incaricato delle osservazioni tattiche.
Lo abbiamo incontrato a poche ore dalla partenza alla volta delle Bermuda e ci siamo fatti raccontare quanto segue.
Ettore, come si diventa match racer di successo?
Nel mio caso è stata una scelta quasi casuale: dopo essere cresciuto tra Optimist e 420 ho iniziato a frequentare assiduamente il Circolo Nautico e della Vela Argentario e a prendere parte alle numerose uscite quotidiane che si organizzavano nei pomeriggio invernali, impiegando le barche del club. Un bordo dopo l'altro ho maturato consapevolezza circa le basi del match race, me ne sono appassionato e nel 2015 ho esordito nel primo Grado 3 della mia vita.

Leggi tutto: Due chiacchiere con Ettore Botticini, atleta del CNVA ai vertici del match race internazionale

In Accademia Navale la cerimonia di chiusura della Settimana Velica Internazionale

Si è svolta ieri 1° maggio, nel piazzale dell'Accademia Navale di Livorno, la cerimonia di chiusura della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2019 (SVI), al termine di otto giorni di regate e di diverse attività a carattere culturale e sociale.
Nel corso della cerimonia, accompagnata dalle note della fanfara, sono stati premiati i vincitori di tutte le classi di regate svolte nel corso della manifestazione che quest'anno ha visto la partecipazione di equipaggi internazionali provenienti da Bahrain, Bulgaria, Cina, Ecuador, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giordania, Gran Bretagna, Grecia, India, Lettonia, Marocco, Messico, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Qatar, Romania, Serbia, Spagna, Sri Lanka, Tunisia, Turchia.
"La SVI si è confermata una manifestazione di qualità - ha sottolineato l'ammiraglio Pierpaolo Ribuffo, comandante dell'Accademia Navale - un bilancio molto positivo, non solo per i numeri ma soprattutto per la qualità degli eventi sia in mare che a terra, a dimostrazione del fatto che se si fa squadra sempre, se ci muoviamo insieme tra le Istituzioni, nel volontariato, tra i vari Paesi, il mare diventa una fucina di belle iniziative a vantaggio di tutti".
Con l'arrivo di nave Stella Polare, dopo più di 600 miglia percorse e più di 7 giorni di navigazione nel Mar Tirreno, è terminata ufficialmente anche la seconda edizione della Regata dell'Accademia Navale. Nell'albo d'oro del Challenge, l'imbarcazione Grand Soleil 46S Solete di Claudio Paoli, prima in tempo reale e nella classifica generale, succede a MY SONG, vincitrice dello scorso anno.
Nella Naval Academies Regatta, l'equipaggio ITA1, composto dagli ufficiali frequentatori dell'Accademia Navale di Livorno, ha trionfato dopo tre giorni di regate e 27 prove, effettuate sullo sfondo della Terrazza Mascagni e della stessa Accademia Navale. Secondo posto per i rappresentanti della Polonia, seguiti dalla Norvegia.
La competizione della classe trident 16, svolta con un formato particolarmente innovativo ideato dalla LEGA ITALIANA VELA (LIV), costituito da brevi regate giornaliere a batterie di nove derive monotipo, ha visto lo spettacolare avvicendamento in movimento degli equipaggi in mare, per un totale di 81 regatanti.
Da segnalare la terza tappa dell'ITALIA CUP svolta dal 26 al 28 aprile, regata del circuito nazionale classe LASER organizzata dal GRUPPO VELA ASSONAUTICA LIVORNO in collaborazione con il movimento ITALIA LOVES SICUREZZA, con lo scopo di veicolare il messaggio della "Sicurezza come Valore", per contrastare i comportamenti e le abitudini pericolose, a partire dai luoghi di lavoro e in ogni ambito sociale. La tappa ha visto trionfare Niccolò Nordera del Reale Y.C.C. Savoia nella classe Laser 4.7 e Matteo Paulon del Y.C. Cannigione Assocsportiva per la classe Laser Radial.
Davide Di Maria del Circolo Canottieri Garda Salò è stato il primo classificato nelle regate delle derive classe HANSA, progetto nato dalla consapevolezza che lo sport della vela possa contribuire fortemente all'integrazione di persone con difficoltà motorie.
Tante anche le attività collaterali svolte a terra alle quali la popolazione ha partecipato numerosa ed entusiasta: Nave Italia, il meraviglioso brigantino-goletta della Fondazione Tender to Nave Italia Onlus, è stata visitata da 1820 persone; numerose anche le visite in Accademia Navale, al Faro di Livorno e al centro informativo della Marina Militare presso la Terrazza Mascagni.
Tra i principali eventi socio-culturali della manifestazione: il convegno sulla tutela dell'ecosistema marino dello scorso 29 aprile, che ha visto gli interventi del Ministro della Difesa, On. Elisabetta Trenta, e del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Valter Girardelli; la sottoscrizione della Charta Smeralda, un codice etico promulgato per la preservazione dell'ambiente marino in occasione dello One Ocean Forum, organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda per il suo 50° anniversario; il concorso de Il Tirreno "il Mare, le Vele", riservato ai ragazzi delle quinte Elementari ed agli studenti delle Scuole Medie Inferiori e Superiori, incentrato sul tema "Rispettiamo e proteggiamo il mare".
Sono stati Partner della manifestazione: Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Benetti, BNL, Cetilar, D'Alesio Group, Marina Cala de' Medici, Neri Group, Novecento Meccanografiche, Offshore LNG Toscana, Porto di Livorno 2000.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio