Lutto allo Yacht Club Hannibal Sabato si è spento Sergio Sorrentino, fondatore del Marina Hannibal e della Scuola Vela Tito Nordio

20170703 55La Scuola Vela Tito Nordio ha perso il suo fondatore.
Nella mattina di sabato 1 luglio si è spento all’età di 93 anni Sergio Sorrentino, campione del mondo nel '58 in Svezia, europeo nel '53, nel '56 e nel ‘64, tre volte azzurro alle Olimpiadi con il Dragone insieme ad Annibale Pelaschier e Sergio Furlan, fondatore del Marina Hannibal (dedicata all’amico e compagno di regate Annibale, zio di Mauro) e della prima Scuola Vela italiana.
L’atleta triestino, dopo i soggiorni nei paesi del nord per le regate che lo videro campione negli anni cinquanta e sessanta e maestro di vela delle teste coronate europee, era rientrato in patria per importare quello che allora era un modello sconosciuto in Italia: un Marina sicuro in tutte le condizioni meteo e una scuola vela stanziale che potesse avvicinare i giovani alla vela.
A partire dagli anni ’60 impegnò le sue energie per realizzare questo sogno, nel bacino di Panzano, che allora era solo un acquitrino ricoperto di canneti ed oggi ospita un Marina con oltre 300 posti barca, un cantiere all’avanguardia per gli interventi su grandi imbarcazioni e la famosa Scuola Vela Tito Nordio, dedicata al suo maestro di vela, il triestino Tito Nordio.
Lo scorso anno, in occasione del 50° anniversario della Scuola Vela Tito Nordio, Sergio Sorrentino partecipò alla celebrazione e fu festeggiato dal Presidente del Marina e dello Yacht Club Hannibal Carlo Cazzaniga, dai giovani della Scuola e dalla dirigenza dello Yacht Club Hannibal.
Malato da tempo, si è spento serenamente accanto alla compagna e sarà cremato, senza cerimonia funebre, come da sue volontà.
Alla Scuola Vela Tito Nordio resta una grande eredità e la responsabilità di portare avanti il suo sogno con impegno e dedizione.

Audi Italian Sailing League

20160708 55YCCS schiera il primo equipaggio femminile nella storia della Legavela. Esordio per le squadre sportive militari di Marina e Aeronautica. Domani alle 12.00 al via le regate a bordo dei monotipi J/70
Porto Cervo, 7 luglio 2016. Con la cerimonia d'apertura e la tradizionale Consegna dei Guidoni si è ufficialmente aperta questo pomeriggio l'Audi Italian Sailing League, seconda tappa di selezione della Lega Italiana Vela. Nove gli equipaggi al via a Porto Cervo, grazie all'organizzazione dello Yacht Club Costa Smeralda: oggi i team hanno provato campo di regata e monotipi J/70 in vista dell'avvio delle regate, domani mattina alle 12.00.
Nel pomeriggio si è svolto anche il briefing equipaggi, alla presenza del Principal Race Officer Giuseppe d'Amico e degli Umpires Neven Baran (CRO - Chief Umpire), Luigi Bertini (ITA), Martin Clasen (GER), Francesco Paco Quinonero (ESP), Bruno Ampola (ITA) e Marco Giampà (ITA). Sono in totale 27 le prove arbitrate in mare che compongono il tabellone, da disputare in tre giorni di regate a bordo dei monotipi J/70.
La vela per Club conferma la propria eccezionale formula, capace di portare in regata equipaggi pronti a fare concretamente squadra: la sfida al via domani vede team estremamente agguerriti, a partire da quello armato dai padroni di casa dello Yacht Club Costa Smeralda che ha scelto di regatare con un equipaggio di sole donne, il primo nella storia della Lega Italiana Vela. Protagoniste dell'esordio in rosa saranno Alessandra Angelini, Elena Orioli, Alessandra Petri e Aurora Migani. Esordio alla Legavela anche per gli equipaggi delle squadre sportive militari: l'Aeronautica Militare (timoniere Niccolò Bertola) e la Marina Militare, rappresentata dal Centro Vela d'Altura di Napoli (capitano e timoniere Ignazio Bonanno) saranno protagonisti dell'evento. Tra gli equipaggi presenti, oltre allo YCCS, ulteriori due team sardi: lo Yacht Club Porto Rotondo (capitano e timoniere il velista e velaio Andrea Mura) e il giovanissimo Yacht Club Cagliari con il capitano Guido Sanna. La tappa di selezione sarà anche la "sfida napoletana", con Circolo Canottieri Napoli (Capitano Giuliano Cuomo) e Reale Yacht Club Canottieri Savoia (Capitano Michele Fortunato), mentre da Trieste arriva lo Yacht Club Adriaco, affidato ad Andrea Micalli.
Gli equipaggi hanno concluso la giornata con il primo appuntamento del programma sociale, il Welcome Cocktail mentre sabato li attende la Cena di Gala Audi Night. La manifestazione, sponsorizzata da Audi e con il supporto di Quantum Sails come Technical Partner, si concluderà domenica, 10 luglio, con la Cerimonia di Premiazione Finale in Piazza Azzurra.

La Coppa Italia Minialtura ritorna a Chioggia

20160708 51PADOVA, 7 luglio 2016 - È destinato a non arrestarsi il rapporto positivo tra il Circolo Velico Il Portodimare di Padova e la classe Minialtura. Dopo l'importante successo organizzativo raggiunto poco più di un mese fa con il Campionato Europeo ORC Sportboat - quando 46 imbarcazioni provenienti da tutta Europa raggiunsero il campo di regata di Chioggia per prendere parte alla rassegna continentale - stamane è arrivata, presso la sede del sodalizio patavino la conferma dalla parte della Federazione Italiana Vela e dell'UVAI - il sodalizio che riunisce tutti gli armatori italiani - dell'assegnazione della Coppa Italia Minialtura 2016.
Una notizia arrivata un po a sorpresa, come dichiara lo stesso presidente del Circolo Velico Il Portodimare Gianfranco Frizzarin:"Al termine dello scorso Campionato Europeo ORC Sportboat di maggio, che abbiamo organizzato a Chioggia, abbiamo fatto intendere ai vertici federali che ci avrebbe fatto piacere continuare ad organizzare importanti eventi della classe Minialtura a Chioggia, e proprio in questa direzione ci siamo messi subito al lavoro.

Leggi tutto: La Coppa Italia Minialtura ritorna a Chioggia

Al Via a Porto Cervo l'Audi Italian Sailing League

20160707 55Lo Yacht Club Costa Smeralda organizza la seconda tappa di selezione della Lega Italiana Vela: nove i club partecipanti
Porto Cervo, 6 luglio 2016. Tutto pronto, nella splendida cornice di Porto Cervo, per la Audi Italian Sailing League, la seconda selezione della Lega Italiana Vela. L'evento è stato affidato all'organizzazione dello Yacht Club Costa Smeralda: nella serie di Porto Cervo si sfideranno nove agguerritissimi circoli aderenti alla Lega Italiana Vela. Da Trieste alla Sicilia, incroceranno i loro guidoni, con l'obiettivo di ottenere la qualificazione alla finale nazionale in programma a Napoli a fine ottobre, i seguenti circoli: la Marina Militare, l'Aeronautica Militare, il Circolo Canottieri Napoli, il Club Vela Portocivitanova, il Reale Yacht Club Canottieri Savoia, il Sailing Club Cagliari, lo Yacht Club Adriaco, lo Yacht Club Porto Rotondo e lo Yacht Club Costa Smeralda.
L'Audi Italian Sailing League si apre domani, giovedì 7 luglio, con la tradizionale giornata di allenamento e prova dei monotipi J/70 dello YCCS con i quali si disputeranno le regate. In serata lo Yacht Club Costa Smeralda ospiterà la Cerimonia di Apertura della tappa, un momento coinvolgente per i Club aderenti, caratterizzato dalla consegna delle bandiere ai Capitani. Le regate inizieranno venerdì mattina per concludersi domenica 10 luglio.
La formula dell'Italian Sailing League prevede un tabellone di scontri diretti che coinvolge tutti gli equipaggi in un'emozionante serie di regate a bastone, da disputarsi a pochi metri dalla costa, visibili da terra, della durata di circa 15 minuti l'una. Ogni team, che rappresenta il suo Club, sfida tutti gli altri in prove che vedono coinvolti in ogni partenza cinque Club: una successione che modifica continuamente la classifica, e rende ogni prova avvincente e ogni singola regata determinante per la classifica finale.
Queste le parole del Commodoro dello YCCS, Riccardo Bonadeo: "Siamo molto contenti di aggiungere la regata Audi - Italian Sailing League al calendario delle manifestazioni per Club che si svolgono a bordo della nostra flotta di J/70. Le competizioni fra circoli velici, sia a livello nazionale che a livello internazionale, rappresentano un settore importante del nostro sport, a cui stiamo dedicando molte risorse. Questa seconda tappa delle selezioni nazionali promette, come sempre con questa formula, competizioni veloci ed entusiasmanti, e lo YCCS è felice di dare il benvenuto agli equipaggi che ci raggiungono per l'occasione. Siamo altrettanto felici di schierare un team tutto al femminile in rappresentanza del nostro Club."
"Siamo pronti per questa seconda, avvincente sfida dell'anno - ha dichiarato il vicepresidente della Lega Italiana Vela Alessandro Maria Rinaldi - si tratta di una tappa importantissima e agguerritissima, nella quale vedremo in acqua circoli dalle grandi ambizioni sportive. Un ringraziamento, da subito, allo Yacht Club Costa Smeralda che da domani ospiterà la Sailing League italiana, che come sempre ha fatto un lavoro egregio nel predisporre insieme alla Lega tutto il necessario per avere regate avvincenti in un contesto eccezionale. Un benvenuto a tutti i Club che si sfideranno in queste acque, e in particolare un benvenuto alla Marina Militare, 38esimo Club iscritto alla Lega Italiana Vela, che a pochi giorni dall'adesione schiera già il proprio equipaggio in acqua ."
La Audi Italian Sailing League si disputa anche a pochi giorni dalla fondazione dell'ISLA, l'International Sailing League Association, l'organismo che regola a livello mondiale la Vela per Club, e dalla nomina di Roberto Emanuele de Felice a Vicepresidente: "La Lega Italiana Vela - ha commentato de Felice - assume un ruolo decisivo nell'ISLA: abbiamo lavorato con grande determinazione per dare valore alla vela per Club, e a poco più di un anno dalla nostra fondazione la Lega Italiana Vela è in Europa la Lega con il maggior numero di Club affiliati. Lo scorso settembre, proprio qui a Porto Cervo in occasione della finale della Sailing Champions League avevo proposto la nascita dell'ISLA come strumento necessario a coordinare e ampliare il nostro movimento: oggi tutto questo è realtà, stiamo dando corso a un progetto capace di raggiungere un grande obiettivo, quello di mettere al centro dell'attenzione i Club velici, con i loro soci, la loro storia, il loro orgoglio sportivo."
Audi, storico partner dello YCCS, è title sponsor dell'evento e Quantum Sails è technical partner.

Trofeo 30 Miglia - Alghero 10 luglio 2016

20160705 58E' alla seconda edizione una delle competizioni veliche più suggestive che si svolgono nel mare del golfo di Alghero.
La manifestazione velica, voluta fortemente dalla C.A.M. - Marina di Fertilia che organizza gli eventi a terra e le premiazioni e, dalla Lega Navale di Alghero che organizza la parte tecnica, si svolgerà nelle acque del golfo di Alghero il 10 Luglio 2016.
Regatanti più o meno esperti, velisti con le loro famiglie, vecchi amici e volti nuovi insieme per quella che sarà la festa del mare e della passione per la vela.
30 miglia entusiasmanti per l'imprevedibilità delle condizioni meteo che accompagneranno la veleggiata, stimolante per vincere la sfida con il nostro vicino di ormeggio.
La Regata partirà da Fertilia e superata la baia dell'Olandese vedrà la boa davanti Capo Caccia, per poi una lunga rotta verso la Speranza virando fino ad intravedere il Leone di San Marco che sovrasta la Marina di Fertilia.

Continent-Island GPS Crossing Race 2016: torna la Traversata dello Stretto, regata epica ed estrema alla sua 9° edizione

20160706 55Una gara di velocità al cardiopalma che si gioca sul filo dei 40 nodi, una prova di resistenza estrema contro sé stessi e contro gli elementi, una sfida velica tanto essenziale quanto tecnologica che prende vita in uno degli scenari più suggestivi e impegnativi di tutto il Mediterraneo e infine una grande festa del mare che unisce e appassiona i concorrenti e il pubblico.
Tutto questo è la Continent-Island Gps Green Crossing Race 2016, regata internazionale long distance che si svolge dal 27 al 31 luglio attraverso lo Stretto di Messina con partenza e ritorno a Reggio Calabria.
Kiter, windsurf e velisti: tutti in corsa contro il tempo
L'evento, ideato e organizzato da Agostino Martino, presidente di NewKiteZone di Punta Pellaro, scuola di kitesurf, nonché Centro kite internazionale IKO, è una competizione unica nel suo genere che vede ogni anno sfidarsi insieme kiters, windsurfisti e velisti, pronti a domare il vento e chiudere il percorso di circa 12 miglia nel minore tempo possibile sfrecciando per primi sul traguardo. Una sfida semplice e sempre più agguerrita che, anche in questa 9° edizione, vede schierati al via atleti e semplici appassionati provenienti da tutto il mondo: uomini, donne e ragazzi attirati da questa gara di velocità e resistenza che impegna i partecipanti non solo sul piano fisico, ma anche su quello strategico e tattico.
Lo Stretto come il deserto: la Traversata è la "Parigi-Dakar" del mare
Le difficoltà che lo Stretto di Messina impone ai naviganti sono note fin dall'antichità, suggellate nei miti di Scilla e Cariddi e decantate da Omero nella celebre Odissea di Ulisse. Ma ancora oggi questo tratto di mare è uno di quelli che incute timore ed esige rispetto da parte dei marinai, come dei rider: venti vigorosi, forti correnti, traffico marittimo, sono alcuni degli elementi con cui deve confrontarsi chi prende parte alla Continent-Island Gps Green Crossing Race 2016, meglio nota come "La Traversata", ma sono proprio queste incognite a rendere affascinante, avventurosa, quasi epica, questa sfida che ogni anno è sempre diversa.
Il campo di regata prevede una partenza unica e spettacolare per tutti i concorrenti di fronte al lungomare di Reggio Calabria, dopodiché la flotta s'inoltra nelle acque dello Stretto fino a raggiungere con un unico bordo la costa siciliana dove nei pressi della località Tremestieri è posizionata la boa da doppiare prima di fare rientro a Reggio Calabria.
Ogni concorrente può essere seguito dal comitato di regata e dal pubblico sul lungomare attraverso un sistema di tracciamento gps via smartphone che indica posizione, velocità e piazzamento. La gara è aperta a kiter con tavole twintip, race, surfini e hydrofoil, windsurfisti con tavole race o slalom e a velisti di qualunque classe. Obiettivo per tutti: tagliare per primi il traguardo e cercare di battere l'attuale tempo record della regata che è di 34 minuti e 16 secondi.
Tutti alla "Ride", veleggiata in flottiglia aperta agli appassionati
Ma la Traversata non è solo un evento riservato ai professionisti della velocità. Accanto alla Race viene organizzata infatti anche la cosiddetta Ride, una passeggiata che si snoda lungo lo stesso percorso attraverso lo Stretto ma aperta a tutti.
Gli appassionati vengono scortati con i mezzi di assistenza e possono gustarsi con tutta calma lo scenario mozzafiato di questo tratto di mare realizzando figure e geometrie visibili anche da lontano.
Eventi, musica e beach party nel SurfVillage a terra
Tanto spettacolo e adrenalina in acqua infine, ma anche eventi e intrattenimenti a terra. Durante i cinque giorni della manifestazione sarà allestito sullo splendido lungomare di Reggio Calabria il SurfVillage che oltre a essere la sede di skipper meeting e aree tecniche per i concorrenti ospiterà stand, spazi espositivi, maxi schermi per seguire la regata, posti ristoro, aree relax e soprattutto farà da sfondo a un corollario di appuntamenti allestiti direttamente in spiaggia: gare e camp freestyle, lezioni di fitness e yoga, video e photoshooting, beach party, spettacoli, dirette radio, tv e streaming, concerti e Dj Set.
Spazio al verde
E visto che la Traversata, come regata velica e manifestazione dedicata al mare, è anche un evento assolutamente "green", uno spazio speciale del SurfVillage sarà riservato a tutto quello che è elettrico, solare, bio-sostenibile e darà visibilità a nuove realtà, idee e servizi. Uno spazio/Expo dell’eccellenza tecnologica rispettosa e compatibile con l’ambiente.
La 9° edizione della Continent-Island Gps Green Crossing Race 2016 è organizzata da NewKiteZone di Punta Pellaro con il supporto logistico ed operativo della VI Zona FIV, Lo squadrone dello Stretto dell’IYFR del Rotary International, del Comitato Regionale CONI, Comitato Paralimpico Italiano, le Capitanerie di Porto di RC e ME, della Polizia Nautica e la IKO (international Kiteboarding Organization).

Sabato 9 e domenica 10 luglio la Prosecco’s Cup del Circolo Nautico Santa Margherita

20160705 56Tempo di sole, mare e spiaggia al Circolo Nautico Porto Santa Margherita di Caorle.
Archiviate con successo le regate d’altura, l’attenzione si sposta verso la Spiaggia di Levante, per l’attività dedicata alle derive.
Il primo appuntamento è quello con un classico dell’estate, la 18^ edizione della Prosecco’s Cup, organizzata in collaborazione con Cantina Sociale Colli del Soligo, Modulo Tecnica, Dial Bevande e con il patrocinio del Comune di Caorle, che si disputerà sabato 9 e domenica 10 luglio.
La Base a Mare del CNSM in Spiaggia di Levante, zona Sacheta si prepara ad accogliere un centinaio di atleti, provenienti dai maggiori circoli di Veneto, Friuli Venezia Giulia e una nutrita rappresentativa dal Lago di Caldaro (BZ), che non mancano un’edizione di questa avvincente regata.
Il percorso, un trapezio posizionato in uno dei più pittoreschi tratti di mare di Caorle, sarà visibile anche per il pubblico dalla scogliera e dalla spiaggia.
La prima prova in programma si disputerà sabato 9 luglio alle ore 13.00, on l’obiettivo finale delle sei prove da disputare nel corso del week end, che stando alle previsioni meteo, dovrebbe essere favorevole a tutte le classi.
Anche quest’anno la Prosecco’s Cup è aperta a derive singole e doppie.
Per i Laser 4.7, Radial, Standard, 470 e 420 la Prosecco’s Cup sarà valida come prova di selezione zonale. Parallelamente sarà possibile correre la regata anche con altre derive singole o doppie, nel numero minimo di cinque per costituire classe, che correranno con il sistema di compensi RYA.
Le premiazioni si terranno domenica al termine delle regate, presso la Base a Mare CNSM. I primi tre classificati di ogni classe saranno premiati con il “Trofeo Soligo”, mentre i Master, classe tradizionalmente agguerrita a Caorle, si aggiudicheranno il “Trofeo Modulo Tecnica”.
Per informazioni e per iscrizioni: www.cnsm.org.
FOTO edizione 2015: Andrea Carloni

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio