Presentata l'edizione 2019 della “Settimana velica internazionale Accademia Navale città di Livorno”

20181014 54Trieste, 13 ottobre 2018 - Stamani a bordo di Nave Amerigo Vespucci é stata presentata la "Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2019".
Una competizione appassionante che dal 23 Aprile al 1 Maggio 2019 vedrà impegnate imbarcazioni a vela suddivise in 10 diverse classi di regata: Tridente 16, Optimist, Laser BUG, Techno 293, 2.4 Mr, Martin 16, J24, Altura, Vele Latine e Vele d'epoca.
"L'Accademia Navale affronta la Settimana Velica Internazionale promuovendo gli stessi valori che sono alla base della formazione dei suoi allievi. Intendiamo aprire sempre di più l'istituto di formazione della Marina Militare al territorio e avvicinare il territorio al mare e alla vela, diffondendone i valori quali il rispetto per il mare e per l'ambiente marino, la cura per il mezzo che ci è stato affidato, lo spirito di squadra e la solidarietà verso chi è in difficoltà", ha sottolineato l'Ammiraglio Pierpaolo Ribuffo, comandante dell'Accademia, durante il suo intervento.
Tra le competizioni infatti saranno nuovamente svolte la "Regata dell'Accademia Navale", competizione di d'altura di oltre 604 miglia per marinai desiderosi di condividere un'impresa entusiasmante, e la "Regata delle Vele d'Epoca", organizzata dalla Lega Navale Italiana sezione di Livorno.
Il Sindaco di Livorno Filippo Nogarin, assente per impegni istituzionali, ha voluto far arrivare il suo messaggio alla platea: "Nel 2018 il Comune di Livorno ha investito ingenti risorse insieme all'Autorità portuale per riqualificare e rendere sempre più funzionale l'area della città che ospiterà una parte delle gare, ma per il prossimo anno siamo pronti a fare ancora di più. Gli atleti e gli spettatori avranno una gradita sorpresa".
Anche quest'anno l'Accademia Navale di Livorno, in collaborazione con il Circolo Velico Antignano e con la Lega Italiana Vela (LIV), ha organizzato la "Naval Academies Regatta", la regata internazionale che coinvolge numerose accademie navali estere, riconfermando il format vincente che prevede l'avvicendamento in mare degli equipaggi, il cui campo di regata sarà in prossimità della famosa Terrazza Mascagni.
La Marina Militare promuove anche per l'edizione 2019 un convengo sulla tutela dell'ecosistema marino e il concorso artistico "Il mare e le Vele", organizzato in collaborazione con il quotidiano "Il Tirreno" e riservato agli alunni delle scuole Primarie e Secondarie di Primo Livello.
Tutte le notizie aggiornate relative all'evento sono disponibili sul sito web www.settimanavelicainternazionale.it

50° Barcolana di Trieste

20181014 5350 anni di Barcolana e noi ci saremo è il grido di Carlo Naibo skipper e proprietario di Elca.
Elca il mitico Grand Soleil 50 piedi di colore giallo, da sempre appartenuto alla famiglia Naibo, prima gestita e condotta dal padre Erminio ora dal figlio Carlo, sarà presente a questa storica Barcolana per il record delle pre-iscrizioni pervenute ad ora sopra ai 2400.
Elca è stata rimessa in ordine quest'anno e un duro lavoro di refitting è stato messo a segno per poter competere, almeno in tempo compensato, nelle regate dell'altura; tutto questo anche grazie all'arrivo di alcuni sponsor come la Poletto Group. Roberto Poletto amico di Carlo ha creduto moltissimo in questa scommessa e si è impegnato con la propria azienda a sostenere parte delle spese con questa sua sponsorizzazione.
La Barcolana è la regata più affollata al mondo, nessuna manifestazione si avvicina minimamente al numero di imbarcazioni presenti come e quest'anno sarà l'anno dei record con oltre 2400 iscritti.
Il piazzamento sperato, a detta di Carlo Naibio, è attorno alla 50° posizione ma ci si accontenterà anche di piazzamenti superiori soprattutto se ci saranno venti deboli come previsto, infatti, Elca è più a suo agio con venti moderati che con brezze leggere.
Sarà comunque una festa e di là dai risultati cercheremo di divertirci e non fare malanni che sono sempre in vista in queste manifestazioni così numerose, a bordo avremo gli amici che ci hanno sostenuto e i figli, sarà per tutti noi una gioia averci partecipato.

Presentazione della settimana velica internazionale a bordo di Nave Vespucci alla 50ª Barcolana

20181013 55Protagonista indiscussa di questa settimana di Barcolana a Trieste, nave Vespucci oggi ha ospitato la presentazione della Settimana Velica Internazionale e Città di Livorno 2019.
Punti di forza della settimana velica saranno le regate di barche d'epoca e la prestigiosa Regata dell'Accademia Navale di 604 miglia tra le isole del Tirreno Centrale.

66° edizioni per la regata dell'Odio

20181011 54GARGNANO – Lo scorso anno il Trofeo dell'Odio del lago di Garda andò da Salò a Gargnano. Nel prossimo week end si tornerà, per la 66° edizione, sulla rotta Nord: Bogliaco di Gargnano-Campione-Bogliaco. Nel 2017 vinse lo "Star Fighter- Docktrime", il veloce Flying Star condotto da Simone Dondelli (Canottieri Garda) con Mattia e Giorgio Noleppi nell'equipaggio. Secondo , sempre in tempo reale, era stato il Melges 32 "O & Y" (Old & Young) con Luca, Pietro, Damiano e Benedetta Nassini, più Leopoldo Larcher, Marsiglio Nenci, Giovanni Nulli e Stefano Ribola, terzo "Graffio" di Bruno Manenti condotto da Luciano Andreoli; seguirono l'Ufetto 22 "Escopazzo" e 5° il Dolphin "Per Lisa" dei madernesi Travagliati-Stefanini. I tempi compensati premiarono i ragazzi di "Gufetto Escopazzo" del limonese Nicola Girardi. Secondo, in Tempo corretto, si piazzò "Star Fighter" dei Noleppi, terzo "Per Lisa" con Luca Stefanini (Cvt Maderno), quarto "I am in China... Town", il Dolphin condotto da Agostino Virgenti (Cv Gargnano). Ritirati oppure fuori tempo massimo le flotte di Asso 99, Batiscafi Open vari e Protagonist 7.5. Domenica si ricomincia alla 9.30 dalla Marina di Bogliaco, in gara monotipi e Orc per i vari Campionati Zonali dell'area del lago di Garda. Non sarà l'ultima gara di stagione per Gargnano che a fine mese presenterà il Campionato di distretto della classe Star.
GLI AMICI
Con Circolo Vela Gargnano 2018 collaborano: Terme di Sirmione, Golf Bogliaco, Funivia Malcesine-Monte Baldo, World Shooting Parasport Championships Lonato 2018 (Mondiale Tiro a volo Paralimpico), Kwindoo.com, OneSails, Alpe del Garda, Ori Martin, Aron, Centrale del latte di Brescia, Tecnowear Abbigliamento Silverlake, La Perla del Garda, Univela Sailing Campione, Grand Hotel Gardone Riviera, Terre del Garda, Fondazione Terzo Pilastro Internazionale Roma, Fondazione Asm Brescia, Dap Brescia, Toscolano 1381, Garda Uno Lab.
Patrocinio: Sailing World, Federazione Italiana Vela, Regione Lombardia, Comune di Gargnano, Garda Lombardia, Brescia Tourism.

Media Center CV Gargnano

Filippo Tortu domenica a Piazza Navona per "Atletica insieme"

Domenica 14 ottobre Filippo Tortu sarà presente a piazza Navona per "Atletica Insieme", grande kermesse di atletica, giornata di sport per tutti, durante la quale grandi e piccini potranno cimentarsi con alcune specialità dell'atletica.
Il giovane recordman italiano dei 100 metri, primo italiano a scendere sotto i 10" sulla distanza, si intratterrà per tutta la mattinata con tifosi e appassionati di atletica nella zona dello Speed Track e darà il via alla "Mamma Run".
La manifestazione di domenica si aprirà alle 10.00 con attività sportive per i più piccoli e con la "Mamma Run" (10.30), passeggiata di 500 metri per mamme e figli. Alle 14 cerimonia dell'alzabandiera, con l'intervento della Banda del Corpo della Guardia di Finanza e, a seguire, le gare di atletica per ragazzi, cadetti, allievi e adulti. Chiusura alle 18.00.

Castelporziano, 10 ottobre 2018
Ufficio Stampa Fiamme Gialle

One Ocean Foundation e Barcolana insieme sul S/Y Viriella

20181011 52Trieste, 10 ottobre 2018. La partnership tra Barcolana e One Ocean Foundation è stata presentata ufficialmente oggi ai media triestini a bordo del sailing yacht Viriella ormeggiato di fronte a piazza Unità d'Italia. Viriella, che con in suoi 118 piedi - 36 metri - è la barca più lunga mai iscritta alla Barcolana, parteciperà alla cinquantesima edizione della regata più numerosa del mondo come portabandiera della One Ocean Foundation grazie alla disponibilità dell'armatore, socio dello Yacht Club Costa Smeralda, Vittorio Moretti.
Al timone di Viriella ci sarà Mauro Pelaschier, Ambassador della Fondazione One Ocean. L'ex timoniere di Azzurra in America's Cup chiude così idealmente con la Barcolana il suo "Periplo per la salvaguardia del mare" compiuto con lo sloop classico Crivizza, partito a fine giugno proprio dalla sede della Società Velica Barcola e Grignano e concluso presso lo Yacht Club Italiano di Genova in occasione del Salone Nautico.
I rappresentanti dei media triestini hanno potuto ascoltare la testimonianza di Pelaschier: "In mare ho trovato davvero tanta spazzatura, soprattutto plastica. E quella che galleggia è solo una piccola parte, perché il grosso è ormai sul fondo e non sappiamo per quanto tempo continuerà a danneggiare, forse irreparabilmente, il nostro ecosistema. Io sono nato prima della plastica e in pochi decenni abbiamo combinato un disastro - ha proseguito Pelaschier - occorre un cambio di mentalità, quando ero bambino si poteva vivere benissimo anche senza questo materiale, dobbiamo cambiare abitudini per il bene delle future generazioni".
A bordo di Viriella ha presenziato un altro Ambassador della One Ocean Foundation, l'esploratore Alex Bellini, da sempre schierato in difesa dell'ambiente e noto per aver attraversato a remi sia l'oceano Atlantico che il Pacifico. Bellini ha presentato per la prima volta a una platea di giornalisti il progetto per il quale sta cercando supporto economico: "10 Rivers, 1 Ocean". Con un'imbarcazione costruita con materiali riciclati, vuole navigare sui dieci fiumi più inquinati del mondo, in gran parte in Asia, per essere testimone diretto del percorso che i rifiuti plastici fanno prima di raggiungere la Great Pacific Patch, la famosa isola di plastica che le correnti oceaniche hanno creato in centro all'oceano Pacifico. "Stiamo vivendo su questo nostro pianeta come se ne avessimo anche un altro, ma There is no Planet B, come dice il claim della One Ocean Foundation - ha dichiarato Alex Bellini. Oggi, persone che provengono da percorsi diversi si sono ritrovate sulla stessa barca per parlare dello stesso problema, questo è un primo passo utile, più saremo ad essere consapeveli e meglio sarà. Con il mio progetto, vorrei utilizzare quello che so far meglio, l'avventura e l'esplorazione, per spingere quante più persone possibile a ritrovare un contatto con la natura e attivare una riflessione sul problema. Noi dobbiamo essere i primi a schierarci".
Il Segretario generale della One Ocean Foundation, Jan Pachner ha introdotto il concetto di Blue Economy: "Fare bene al mare significa anche individuare nuove opportunità di sviluppo economico sostenibile. Una delle principali sfide promosse da One Ocean Foundation consiste infatti nel diffondere conoscenza circa le innovazioni tecnologiche sostenibili e i risultati della ricerca scientifica nelle attività legate al mare, preziosa per le potenzialità dell'economia blu".
Mitja Gialuz, presidente della SVBG e della Barcolana, ha riassunto il percorso che ha avvicinato la regata più numerosa del mondo con la Fondazione One Ocean: "Siamo felici di presentare oggi la partnership tra Barcolana e One Ocean Foundation. Uno dei grandi temi che abbiamo voluto mettere in risalto in questa cinquantesima edizione è proprio l'attenzione per la salvaguardia del mare e dell'ambiente, un valore e una responsabilità a cui non possiamo più sottrarci e che vogliamo veicolare con impegno anche in Barcolana perché 'Chi ama il Mare ama la Terra'.
Le attività della One Ocean Foundation in Barcolana proseguono venerdì 12 ottobre alle ore 9,30 presso il Salone degli Incanti con il Lab dedicato alle scuole e aperto al pubblico: Mauro Pelaschier e Alex Bellini interagiranno con i ragazzi raccontando le loro esperienze, rispondendo alle domande e introducendo loro la Charta Smeralda, il codice etico promosso dalla One Ocean Foundation. Nel corso di tutto il week end, velisti e pubblico potranno sottoscrivere la Charta Smeralda - sempre disponibile online sul sito www.1ocean.org - presso l'Info Point della Barcolana sulle Rive.
Sabato 13 alle ore 11 sarà presentata sull'Amerigo Vespucci la Regata dell'Accademia Navale (24 aprile - 1 maggio 2019) un evento in partnership con la One Ocean Foundation organizzata dallo Yacht Club Livorno con il supporto dello Yacht Club Costa Smeralda.
Nell'anno del suo cinquantesimo anniversario, lo Yacht Club Costa Smeralda ha lanciato un progetto di sostenibilità ambientale: One Ocean.
L'iniziativa, fortemente sostenuta dalla Principessa Zahra Aga Khan, ha avuto come focus la preservazione dell'ambiente marino. La volontà dello YCCS di aggiungere la propria voce ad uno dei temi di maggior urgenza dei nostri tempi è nata dalla consapevolezza che, come yacht club, il mare costituisce l'elemento primario su cui si basano tutte le attività principali.
Nel 2017 l'iniziativa, ha avuto come momento culminante il Forum One Ocean, primo forum organizzato in Italia sul tema della salvaguardia del mare in partnership con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell'UNESCO e SDA Bocconi Sustainability LAB.
Il 3-4 ottobre a Milano hanno partecipato 800 persone per circa 12 ore di lavori in cui si sono alternati studiosi, "eye witness", aziende dal profilo internazionale con propri contributi. A seguito del successo del Forum, nel 2018 è nata la Fondazione One Ocean di cui lo YCCS è membro fondatore.
La mission della Fondazione è quella di accelerare soluzioni riguardo l'inquinamento marino ispirando leader internazionali, promuovendo la Blue Economy e diffondendo la cultura di sostenibilità e preservazione dell'ambiente marino. La Fondazione si propone di diventare una piattaforma che possa riunire e consolidare tutte le realtà che operano in varie parti del mondo a favore della tutela dei mari.
Per ulteriori informazioni visitare il sito della Fondazione: www.1ocean.org

Le aziende che già sostengono la Fondazione One Ocean e i suoi progetti sono:
ROLEX - AUDI - ALLIAZ - CANTIERE PORTO CERVO - CARPISA - JAKED - LUXURY LIVING GROUP - MARINA DI PORTO CERVO - PANTECNICA -PIANOFORTE GROUP - YAMAMAY

La storia dell'America's Cup abbraccia la Barcolana

20181010 58Trieste, 9 ottobre 2018. La storia e l'atmosfera magica del trofeo sportivo più antico del mondo, l'America's Cup, approdano a Trieste in occasione di Barcolana 50, la affollatissima regata velica del golfo giuliano che domenica prossima punta a superare quota 2.000 iscritti.
E all'interno della festa della cultura marinaresca per antonomasia, giunta alla 50esima edizione, non poteva mancare uno spaccato sulla Coppa America. Promotori dell'iniziativa sono XL EXTRALIGHT®, il materiale superleggero ideale per lo sport, risultato di un esclusivo processo produttivo realizzato e brevettato in Italia dalla Finproject SpA, in collaborazione con Cristiana Monina Nautical Event Development (CMNED), società specializzata in eventi nel campo della nautica, che da oltre un anno lavorano per portare un glorioso 12 Metri Stazza Internazionale australiano, "Kookaburra III" (numero velico KA-15), nella kermesse triestina. Si tratta di una imbarcazione "special guest" che, nel 1987 ha vinto per 5-0 la sfida contro Australia IV (KA-16), difendendo poi la Coppa America a Fremantle nelle finali della 26esima edizione.
Kookaburra III e il suo team disputeranno Barcolana Classic la mattina di sabato 13 ottobre mentre sia venerdì sia sabato (orario 17-19), saranno a disposizione del pubblico (su prenotazione) per visite guidate a bordo, alla scoperta dei segreti e delle caratteristiche tecniche di uno scafo che ha fatto la storia. Ad accogliere il pubblico saranno dei ciceroni d'eccezione, fra i quali figurano Andrea Merani (Moro di Venezia), Vittorio Landolfi (Moro di Venezia), Mauro Piani (Azzurra), Chicco Isemburg (Azzurra), Daniele Gabrielli (Azzurra) e tanti altri nomi di grandi velisti, protagonisti delle avvincenti sfide dell'America's Cup di ieri e di oggi.
"La vela rappresenta per noi l'opportunità di legare la vocazione di XL EXTRALIGHT® alla leggerezza, alla versatilità, al dinamismo e al mondo dello sport – spiega Sara Vecchiola, Head of Brand Marketing & Communication di Finproject SpA – Lo sport appartiene ancora all'universo dei valori autentici, è basato sul rispetto delle regole, l'impegno, il sacrificio e la sana competizione senza perdere di vista quella leggerezza d'animo che appartiene al fair play del saper "veleggiare" positivamente. Una barca come il Kookaburra III ha, in tal senso, un valore evocativo molto forte perché richiama alla memoria un periodo in cui il progresso tecnologico ha consentito di fare un grande salto di qualità ai mezzi dell'America's Cup ma il fattore umano era ancora preponderante: lo spirito di squadra e l'impegno per ottenere ottimi risultati sono infatti i principi di base in tutta la vela, Coppa America inclusa, valori in cui ci riconosciamo completamente".

Ufficio comunicazione CMNED
Giacomo Baldassari

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio