Hempel World Cup Series

20190412 74Presentata oggi a Genova, nella sala Trasparenza del palazzo sede della Regione Liguria, la tappa italiana dell'Hempel World Cup Series, che si terrà proprio a Genova da lunedì 15 a domenica 21 aprile 2019.
L'evento rappresenta una delle quattro tappe delle World Cup Sailing Series, il più importante circuito dedicato alle classi olimpiche organizzato proprio da World Sailing, la federazione della vela internazionale, in collaborazione con le realtà locali. Hanno infatti partecipato con World Sailing alla realizzazione della regata, lo Yacht Club Italiano, la Regione Liguria, il Comune di Genova e la Federazione Italiana Vela, che proprio nella città della lanterna ha la sua sede.

Le classi in competizione
Otto delle dieci classi olimpiche scenderanno nelle acque del golfo di Genova per conquistare punti utili alla qualifica per la finale di giugno a Marsiglia (con la tappa di Genova infatti concorrono anche i precedenti eventi di Enoshima, Giappone lo scorso settembre, e Miami, USA a gennaio). Si tratta dei 470 maschili e femminili, dei Laser Standard e Radial, dei 49er e degli FX, dei Finn e dei catamarani foiling Nacra 17. Assenti le tavole a vela, gli RS:X maschili e femminili, schiacciati da un calendario troppo fitto che li vede impegnati fino a sabato nella baia di Palma per il Campionato Europeo, e quindi impossibilitati a raggiungere per tempo il capoluogo ligure.

Leggi tutto: Hempel World Cup Series

Conclusa la Giornata del Mare organizzata a Caorle

20190412 73Giovedì 11 aprile è stata una giornata molto speciale per 125 alunni della scuola primaria "G. Ciardi" di Treviso, dalla classe seconda alla quinta, che hanno partecipato alla Giornata del Mare a Caorle.
La Giornata Nazionale del Mare, istituita con l'entrata in vigore del nuovo Decreto sul Codice della Nautica, verrà celebrata l'11 Aprile di ogni anno, con la finalità di trasmettere ai più giovani la cultura marinaresca.
Per questo primo appunamento nazionale, l'Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle in collaborazione con il Circolo Nautico Santa Margherita, il Comune di Caorle, Asvo, Consorzio Arenili e il Museo Nazionale di Archeologia del Mare hanno offerto agli alunni interessanti attività didattiche.
Al Museo Nazionale di Archeologia del Mare i ragazzi, suddivisi in tre gruppi, hanno partecipato ad una serie di attività: la visita del Museo e dei preziosi reperti conservati, un piccolo laboratorio creativo dove hanno realizzato dei segnalibri e un'ancora con i nodi e una breve lezione, a cura degli uomini della Capitaneria di Porto che hanno illustrato il loro lavoro di prevenzione e tutela della sicurezzadell'ambiente marino.
Al termine della pausa pranzo, i ragazzi si sono spostati lungo la passeggiata a mare, da dove ha assistito ad una simulazione, organizzata dalla Capitaneria di Porto con la collaborazione dei volontari CNSM, di richiesta soccorso. Dalla Centrale Operativa, ricevuto il Mayday, sono partiti i soccorsi.
Così il Comandante della Guardia Costiera di Caorle T.V. (CP) Pil. Giovanni Turini al termine dell'evento "Il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera è da sempre impegnato nella tutela dell'ambiente marino e costiero e la Direzione Marittima del Veneto, alla guida dell'Ammiraglio Piero PELLIZZARI individua in questo uno degli obiettivi prioritari da perseguire, sia per la ricchezza del patrimonio naturalistico del litorale, sia per i rilevanti interessi sociali ed economici coinvolti nell'utilizzo delle relative risorse. Con questa iniziativa che abbiamo voluto intitolare "Il Mare è Vita", le donne e gli uomini dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle hanno voluto illustrare ai giovani l'attività di tutela messa quotidianamente in atto. Speriamo che questa giornata possa diventare un appuntamento annuale coinvolgendo tutte le realtà del territorio, per sensibilizzare ad una cultura del rispetto nei confronti del "bene" mare quale risorsa fondamentale di tutti e per tutti."
La Giornata del Mare 2019 è per il Circolo Nautico Santa Margherita il prologo del progetto Vela a Scuola, che il sodalizio diCaorle organizza in collaborazione con l'Amministrazione comunale, l'Istituto Palladio di Caorle e l'Istituto Vendramini di Pordenone. Le lezioni teoriche inizieranno tra pochi giorni e l'attività in acqua proseguirà fino a luglio con il coinvolgimento di oltre 300 alunni delle scuole primarie e secondarie.
"Abbiamo iniziato ad insegnare vela in orario scolastico nel 1997, grazie alla sensibilità dimostrata dall'Amministrazione Comunale di Caorle e da allora non ci siamo mai fermati" commenta Gian Alberto Marcorin, Presidente CNSM "E' fondamentale che i nostri ragazzi imparino ad amare e rispettare il mare e siamo particolarmente grati alla Capitaneria di Porto di Caorle che quest'anno ci ha permesso di avviare questa attività dedicata ai più giovani con una giornata così speciale.".

I Dragoni ad Antigua con lo Y.C. Cortina

20190412 72Vacanze (di Pasqua) ai Caraibi per lo skipper dello Yacht Club Cortina d'Ampezzo Gian Luca Perego, tra l'altro Campione d'Europa in carica nella classe Melges 24. Perego con i due giovani gardesani Simone Dondelli e il timoniere Filippo Amonti (entrambi della Canottieri Garda Salò) sarà in gara alla Antigua Classics con la classe dei Dragoni, la barca olimpica dei re visto che con questo scafo hanno navigato e vinto Costantino di Grecia (Oro a Roma nel 1960), Juan Carlos di Spagna e Harald di Norvegia. Le barche saranno messe a disposizione dall'organizzazione di Antigua, guidata da Carlo Falcone. Promotore della partecipazione è stato Gian Marco Rinaldi, presidente dello Yacht Club di Cortina d'Ampezzo, grazie anche alla collaborazione in ambito promozionale del Circolo Vela Gargnano. Un team tutto d'acqua dolce sarà così in regata tra le barche d'epoca più belle del Mondo sul bellissimo campo di gara di Antigua. Tra gli avversari troverà l'equipaggio del New York Yacht Club con lo skipper Mike Toppa. Si correrà per tutta la settimana di Pasqua con inizio da mercoledì 17 aprile.

Presentata la Rolex Capri Sailing Week

20190412 70Napoli, 10 aprile 2019 – E' stata presentata questa mattina, al Circolo del Remo e della Vela Italia, la Rolex Capri Sailing Week, in programma dal 10 al 18 maggio, l'evento di attrazione internazionale che apre la stagione velica in Mediterraneo. Parteciperanno quasi 150 barche e 1.500 velisti provenienti da ogni parte del mondo affolleranno le banchine di Napoli, da dove parte la prima regata lunga e a Capri, dove si svolgeranno le prove sulle boe e costiere.
Mai tanti iscritti come quest'anno, a testimonianza del gran lavoro svolto dai tre Club organizzatori: Yacht Club Italiano, Circolo del Remo e della Vela Italia, Yacht Club Capri in collaborazione con l'International Maxi Yacht Association, che gestisce la classe di yacht più prestigiosi e performanti, rappresentata in conferenza dal segretario Andrew McIrvine, l'Unione Vela d'Altura Italiana, con il presidente Fabrizio Gagliardi, oltre il fondamentale supporto del Reale Yachting Canottieri Savoia.
Un video con spettacolari immagini realizzate durante la scorsa edizione, hanno presentato l'evento e i suoi protagonisti: le barche, i velisti, il mare, le regate e i paesaggi di Napoli e Capri. Una vera e propria sigla alla quale è seguito il saluto dei tre presidenti dei sodalizi organizzatori, Roberto Mottola di Amato, a fare gli onori di casa per il Circolo Italia, Marino Lembo dello Yacht Club Capri e Nicolò Reggio dello Yacht Club Italiano.
E' stato letto il messaggio di Stefan Müller, direttore Generale di Rolex ed il presidente della V zona FIV, Francesco Lo Schiavo, ha dato il benvenuto. Sono intervenuti anche Alberto Simeone, progettista delle imbarcazioni Mylius che partecipano per il terzo anno alla Rolex Capri Sailing Week, e Giorgio Pietanesi della Fideuram che, con Ferrarelle è al fianco degli organizzatori.
Maurizio Pavesi, vicepresidente del Circolo "Italia", ha poi illustrato il programma delle regate mettendo in evidenza alcuni dati di partecipazione: 27 Maxy Yacht iscritti, oltre 100 imbarcazioni alla Tre Golfi più di 60 yacht per il Campiionato Italiano del Tirreno e la concomitanza con la Capri Classica, alla quale partecipano tra le più belle golette dell'International Shooner Association, che saranno ormeggiate a Capri nella settimana precedente.
La Rolex Capri Sailing Week avrà inizio con la 65^ edizione della Regata dei Tre Golfi, che parte da Napoli alla mezzanotte di venerdì 10 maggio, dopo il tradizionale pranzo in onore dei partecipanti sulle terrazze del Circolo del Remo e della Vela Italia.
La prestigiosa gara d'altura, alla quale sono iscritti fino ad oggi 100 imbarcazioni, è valida per il Campionato Italiano Offshore 2019 e per il circuito IMA Mediterranean Maxi Offshore Challenge 2018-2019 (5 regate d'Altura più importanti del Mediterraneo dalla Middle Sea Race di ottobre 2018 alla Palermo Montecarlo ad agosto 2019).

Il percorso di 150 miglia attraversa i golfi di Napoli, Gaeta e Salerno e si conclude a Capri. Oltre alle classi Maxi (+18,29 mt), ORC e IRC, partecipano gli Yacht d'Epoca su un percorso ridotto a 100 miglia (si gira l'isola di Ventotene anziché Ponza), i Gran Crociera e le barche con 2 sole persone di equipaggio (Tre Golfi x 2). Anche quest'anno la regata può essere seguita su cellulare e computer grazie a un'applicazione che rileva in tempo reale la posizione delle imbarcazioni in gara.
La settimana velica prosegue a Capri dal 14 al 18 maggio, con le regate dei Maxi, divisi in più classi a seconda che siano Racer puri o Cruiser Racer. Insieme a Maxi corrono – con classifica separata - le barche del cantiere Mylius, tutte disegnate dall'architetto napoletano Alberto Simeone, che per il terzo anno consecutivo si disputano la Mylius Cup a Capri.
Seguono dal 16 al 18 maggio le regate del Campionato Nazionale del Tirreno, riservate alle imbarcazioni ORC dai 6 ai 18,28 metri. Anche il CNT, che vale come qualificazione al Campionato Italiano 2019 ORC, segna quest'anno un record di partecipazione con oltre 60 concorrenti.
Si correranno massimo due prove al giorno per un totale di cinque regate, su percorsi delimitati da boe; le stesse regole valgono per l'IRC Capri Trophy, al quale partecipano le imbarcazioni in possesso dell'International Rating Certificate.
Tra i tanti titoli e premi in palio questa edizione vede il battesimo del Club Swan Award, che premia lo yacht del cantiere Nautor che avrà ottenuto il miglior piazzamento tra tutti gli Swan iscritti nelle varie classi, mentre lo Yacht Club Italiano assegnerà un Trofeo allo yacht club con più presenze sul podio.
Il fitto calendario di appuntamenti mondani culminerà sabato 18 maggio con l'attesissima premiazione nella celebre Piazzetta di Capri, diventata ormai un evento nell'evento.

Roberto Mottola di Amato, presidente del Circolo del Remo e della Vela Italia
" In soli tre anni siamo riusciti a far crescere questa Sailing Week creando un polo di attrazione per armatori e velisti di tutto il mondo, grazie al lavoro e al sostegno di molti. L'unione della Regata dei Tre Golfi, giunta alla 65° edizione, alle regate di Capri è stata la carta vincente che regala uno spettacolo meraviglioso e unico a tutti i partecipanti".
Marino Lembo Presidente Yacht Club Capri
"La Rolex Capri Sailing Week rappresenta la fusione di sport, mondanità e bellezza con cui siamo lieti di aprire la stagione turistica di Capri. L'amministrazione di Capri e il Porto Turistico sono lieti di accogliere gli ospiti che renderanno la nostra isola il centro internazionale della vela"
Nicolò Reggio presidente Yacht Club Italiano
"Siamo lieti di essere accanto al Circolo del remo e della Vela Italia, alla quale ci lega una "secolare" alleanza e allo Yacht Club Capri che ci ospita nella sua sede, nell'organizzazione dei questa meravigliosa settimana velica".
Stefan Müller, direttore Generale di ROLEX Italia
"Rolex ha avviato negli anni 50 una collaborazione con il New York Yachting Club, padre fondatore della America's Cup insieme al Royal Yacht Squadron del Regno Unito creando un legame intenso con la vela internazionale. Oggi oltre alle regate offshore più ambite nel mondo siamo partner delle più importanti e antiche regate del Mediterraneo e tra queste c'è la Rolex Capri Sailing Week"
Francesco Lo Schiavo, presidente della V zona FIV
"Abbiamo un calendario ricco di eventi quest'anno circa 150 eventi quest'anno tra cui spicca senz'altro la Rolex Capri Sailg Week e le Universiadi che ci vedono impegnati, come federazione al fianco del Circolo Italia"."
Andrew McIrvine, segretario generale dell'IMA
"Siamo lieti e onorati di essere stati coinvolti ancora una volta nell'organizzazione della RCSW 2019, che comprende sia la regata lunga della "Tre Golfi" – che è inserita nel nostro circuito del Mediterranean Maxi Offshore Challenge, sia la serie delle prove capresi. Gli armatori dei maxi amano Capri e l'appuntamento di maggio è ormai una tappa irrinunciabile per molti di loro".
Fabrizio Gagliardi, presidente Unione Vela d'Altura Italiana (UVAI)
"Il campionato Nazionale del Tirreno che si svolgerà a Capri ha la più alta partecipazione di imbarcazioni in Italia tra le principali regate ORC, grazie anche ad un campo di regata competitivo e spettacolare"--

GC32 Racing Tour 2019: arrivano anche Oman Air e Zoulou

20190412 67Ci sarà anche uno dei team più "anziani" e di successo delle Extreme Sailing Series nella flotta di dieci barche che lotteranno per aggiudicarsi il primato nel GC32 Racing Tours 2019.
Team Oman Air supported by EFG Private Bank Monaco parteciperà ai cinque eventi del GC32 Racing Tour con due nuovi componenti dell'equipaggio. Ritorna il project manager, randista e tattico britannico Peter Greenhalgh, con il trimmer kiwi Stewart Dodson e il veterano omanita Nasser Al Mashari. Al trio andranno ad aggiungersi l'inglese Adam Piggott nel ruolo di foil trimmer e che ha fatto parte di diversi team GC32, fra cui quello di Malizia – Yacht Club de Monaco di Pierre Casiraghi e Red Bull Sailing Team nel 2017.
Il ruolo di timoniere sarà del neozelandese Adam Minoprio. Nel 2000 Minoprio fu il più giovane campione di Match Racing e da allora ha partecipato a due edizioni della Volvo Ocean Race e ha fatto parte dei team di Coppa America Luna Rossa e Groupama Team France America.
Ma il kiwi è anche uno dei timonieri più esperti e vincenti della classe GC32, era proprio lui al timone nel 2017 quando SAP Exteme Sailing Team vinse le Extreme Sailing Series e il team ha finito al terzo posto lo scorso anno. La stagione precedente Minoprio si era aggiudicato diverse regate sostituendo Franck Cammas su NORAUTO, quando il team francese di Coppa America svolgeva i suoi allenamenti proprio sui GC32. La prima vittoria del neozelandese risale al maggio 2013.
"Adam è probabilmente il timoniere con maggiore esperienza, visti gli allenamenti fatti con Cammas." dice Greenhalgh. "In 15 nodi e più, è il migliore." In passato, quando era alla guida di SAP, il team di Minoprio nel 2017 vinse mentre Oman Air finì terzo, ma lo scorso anno gli omaniti finirono secondi ma solo per differenza punti su SAP. "Porterà il team a nuovi livelli di regolarità, in condizioni di vento medio/forte." Spiega Greenhalgh a proposito del suo nuovo timoniere.
Per quel che riguarda il nuovo assetto del GC32 Racing Tour, che nel 2019 vedrà l'ingresso di team provenienti dalle Extreme Sailing Series, Greenhalgh dice che: "Ne siamo felici. Ci sarà una maggiore qualità, un elemento interessante. E poi ci piacciono molto le località scelte per le condizioni."
Per ritornare in forma il nuovo equipaggio di Team Oman Air supported by EFG Private Bank Monaco si allenerà a Villasimius nella prima settimana di maggio e prima del primo appuntamento del GC32 Racing Tour 2019, la GC32 Villasimius Cup, in programma dal 22 al 26 maggio.

Carla Anselmi

Vela e comunicazione - Le Nuove Rotte

20190412 69A Genova Martedi 16 aprile, una giornata di interventi, dibattito e approfondimenti sul rapporto tra lo sport della Vela e il mondo dell'informazione
E' possibile migliorare la rappresentazione e aumentare la presenza sui media, per una disciplina come la Vela, ricca di storia e di valori attualissimi? A questa domanda proverà a rispondere il primo forum su VELA E COMUNICAZIONE, una giornata di studio con interventi di professori universitari, esperti, dibattito con gli attori della filiera e un primo approfondimento scientifico sul rapporto tra lo sport della Vela e il mondo dell'informazione.
Aperta dai saluti di Francesco Ettorre (Presidente Federazione Italiana Vela) e Marina Stella (Direttore Generale UCINA Confindustria Nautica), la giornata avrà tra gli speaker il Prof. Giancarlo Padovan (insegna Teorie e tecniche dell'informazione sportiva all'Università Cattolica), Alessandra Ortenzi (Digital Advisor DMTC Sport, autore del testo "Digital Marketing per lo Sport" per Hoepli), Donatella Bianchi (conduttrice di Lineablu su Rai Uno), Francesca Fili (Studio Akran Intellectual Property), Mitja Gialuz (Presidente Barcolana), e altri.
Si parlerà di temi come: l'industria della comunicazione sportiva, come è cambiata e come adeguarsi; il marketing digitale per il consolidamento delle community online; la cultura del mare in TV; interessi e obblighi reciproci tra media, eventi, sponsor e testimonial; i casi Ocean Race e Barcolana; il Salone Nautico di Genova come veicolo per comunicare la vela, e altro.
La giornata si chiuderà nel pomeriggio con una tavola rotonda di rappresentanti dei media dal titolo "Obiettivo più vela per tutti: come e perchè", alla quale partecipano tra gli altri Stefano Polli (vice direttore ANSA), Giovanni Bruno (SKY Sport), Giulio Guazzini (RAI Sport), Antonio Macaluso (Corriere della Sera), e altri. La scaletta e il programma saranno presto online. Il forum sarà trasmesso anche in diretta streaming sui social. La partecipazione è libera.
L'incontro è organizzato a cura del media digitale Saily, con il patrocinio e la collaborazione di FIV Federazione Italiana Vela, UCINA Confindustria Nautica, CONI Regione Liguria, la media partnership dell'agenzia ANSA e il supporto di SLAM. Inoltre, prima volta per un evento della vela, il convegno è inserito dall'Ordine dei Giornalisti nella piattaforma degli eventi SIGEF riconosciuti per il rilascio dei Crediti per la Formazione Professionale Continua (per i giornalisti che si iscrivono tramite la piattaforma saranno assegnati 6 crediti).

Giornata del mare, al Porto Turistico di Roma gli studenti diventano Cittadini del mare

20190412 65Le iniziative promosse da Guardia Costiera, FIV, UCINA e MIUR per avvicinare i giovani all'economia del mare e al rispetto dell'ambiente.
Sarà un cielo parzialmente coperto quello che caratterizzerà domani le celebrazioni per la Giornata del mare, istituita lo scorso anno dal Ministero dei Trasporti e Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca e indicata nella data fissa dell'11 Aprile, con l'intento di avvicinare i giovani delle scuole all'economia del mare e sensibilizzarli sui temi del rispetto dell'ambiente.
L'iniziativa vede fra i suoi promotori la Federazione Italiana Vela e Ucina - Confindustria Nautica che sul tutto il territorio nazionali daranno vita a iniziative culturali dedicati agli studenti di ogni ordine e grado.
Il Porto Turistico di Roma, sul litorale di Ostia, è stato scelto come luogo simbolo di questa iniziativa: la struttura, sotto sequestro da due anni e mezzo, da luogo dedicato esclusivamente all'ormeggio di imbarcazioni da diporto è oggi un punto di aggregazione per l'intera collettività e sede di eventi culturali e sportivi di grande rilievo, tornato nella piena disponibilità della cittadinanza. In quest'ottica, il marina ospiterà le iniziative promosse dalla Direzione Marittima del lazio e dalla Capitaneria di Porto di Roma. La mattinata inizierà intorno alle 9.30 presso la Sala conferenze dove il comandante della Capitaneria di Porto di Roma, Filippo Marini, illustrerà ai ragazzi le attività svolte dalla Guardia Costiera per la salvaguardia delle vite in mare, per il rispetto dell'ecosistema marino e per una corretta fruizione del mare da tutti i soggetti che, per interesse imprenditoriale o per svago vogliono vivere il mare. L'incontro proseguirà con laboratori e dimostrazioni che interesseranno i temi ambientali, con Marevivo e il progetto Delfini Capitolini realizzato da Oceanomare Delphis, ci si potrà virtualmente immergere nell'Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno o imparare ad eseguire i nodi e a conoscere una imbarcazione a vela con il supporto di Confarca e Assilea. Davanti la spiaggia centrale del Porto Turistico di Roma, gli studenti potranno assistere a dimostrazioni con derive e canoe della Lega Navale Italiana di Ostia, gli Stand Up Paddle della FISW e la presenza del simulatore di vela della FIV per chi vorrà provare a salire su una barca a vela.
Le attività saranno organizzate in aree tematiche, ciascuna delle quali ospiterà un partner dell'iniziativa che effettuerà la propria attività con gruppi da 20/25 ragazzi.
A fine mattinata i cani della Scuola Italiana Cani di Salvataggio a mare saranno protagonisti di una coinvolgente esercitazione a mare, affiancati dai mezzi e dal personale della Guardia Costiera. La chiusura della giornata, intorno alle 12.30, spetterà alla LIPU Centro Habitat Mediterraneo che, sempre alla spiaggia centrale del porto, libererà un gruppo di gabbiani.

free joomla templatesjoomla templates
2019  Voglia di Vela   designed by Davide Casadio